Sostanze Nocive Contenute Negli Smalti

Nel post di ieri sui Base Coat vi ho detto che tutti i prodotti da me recensiti non contenevano Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide… ma come mai ho ritenuto oppurtuno specificarlo?

Molte persone non prestano molta cura ai prodotti che utilizzano sulle unghie, perché siccome l’unghia serve a proteggere la pelle, allora tutto ciò che è sulle unghie, non avrà modo di venire in contatto con la pelle.
Questo però non è esatto, perché tutto ciò che viene messo sulle unghie, può penetrare nel nostro organismo ed è per questo che noi usiamo le basi prima dello smalto, proprio per proteggerci dalle sostanze chimiche che contengono. Quindi sicuramente va prestato un occhio di riguardo ai prodotti che utilizziamo come base.

Tuttavia, la nostra pelle, e quindi il nostro organismo, può venire in a contatto con gli smalti che usiamo anche se abbiamo appena applicato una base: potremo avere applicato la base in modo scorretto, quindi aver tralasciato qualche punto, oppure sbagliare a mettere lo smalto e quindi toccare la pelle o le cuticole con il prodotto.
A volte poi, anche se tutto è andato bene con la stesura, capita di macchiarsi le mani, perché andiamo a toccare involontariamente lo smalto mentre aspettiamo che si asciughi, per non parlare del fatto, che mentre applichiamo gli smalti, respiriamo le sostanze volatili in esso contenute.

Detto questo, ci sono 4 sostanze particolarmente nocive per il nostro organismo, andiamo a vederle nel dettaglio:

  • Toluene

    formula di struttura del toluene
    Noto anche come toluolo, nome IUPAC metilbenzene, è un liquido volatile ed incolore dall’odore caratteristico. Viene usato come solvente in sostituzione del più tossico benzene, cui somiglia sotto molti aspetti. È classificato come sostanza nociva e facilmente infiammabile.
    Il toluene danneggia i nervi, i reni e probabilmente anche il fegato. L’inalazione dei suoi vapori produce sintomi di stanchezza, nausea, confusione, disturbi alla coordinazione dei movimenti e può portare alla perdita di coscienza. Un contatto regolare può produrre un’intossicazione dagli effetti euforizzanti. I vapori di toluene hanno un effetto narcotico a carico degli organi respiratori e sono irritanti per gli occhi; sono anche possibili in alcune persone manifestazioni allergiche. Il toluene deve essere conservato in ambienti molto ben aerati.
    La normativa europea attualeproibisce l’uso nei prodotti cosmetici di sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione. In casi eccezionali tali sostanze possono essere utilizzate solo dopo adeguata valutazione.
    Il toluene può essere utilizzato in concentrazione non superiore al 25%.

  • Canfora

    formula di struttura della canfora
    La canfora è una sostanza cerosa, bianca o trasparente con un forte odore aromatico. Si trova in parecchi vegetali e viene usata per il suo profumo, come ingrediente in cucina (soprattutto in India, ma anche nelle normali spezie da cucina, come basilico, coriandolo, maggiorana, rosmarino, salvia), come fluido per imbalsamare, nelle cerimonie religiose e per scopi medicinali (sedativo della tosse o analgesico locale. In passato veniva usata anche come antispasmodico, eccitante dei centri nervosi, antisettico. Quella monobromata veniva usata per curare l’asma, l’isterismo e l’eretismo genitale da blenorragia).
    La canfora è pericolosa soprattutto per feti, neonati e bambini, le persone oltre i 55 anni e per coloro che ne assumono quantità superiori a quelle consigliate per lunghi periodi di tempo. In grandi quantità, la canfora è velenosa quando viene ingerita e può causare convulsioni, confusione, irritabilità, iperattività neuromuscolare, allucinazioni, nausea, vomito e vertigini. In casi estremi, anche l’applicazione locale di canfora può provocare danni al fegato.
    L’attuale normativa comunitaria non fissa i livelli massimi ammessi di canfora e vi è incertezza sugli effettivi livelli massimi d’uso di questa sostanza negli alimenti e nelle bevande in commercio e sull’elevato consumo di alimenti aromatizzati con canfora in tutta Europa.

  • DBP

    formula di struttura generica degli ftalati
    Ovvero Dibutil-Ftalati, sono sostanze poco solubili in acqua, molto solubili negli oli e poco volatili. In genere si presentano come liquidi incolori. Alcuni studi sembrano mostrare che siano in grado di produrre effetti analoghi a quelli degli ormoni estrogeni, causando una femminilizzazione dei neonati maschi e disturbi nello sviluppo dei genitali e nella maturazione dei testicoli. Studi sui roditori mostrano che un’elevata esposizione agli ftalati provoca danni al fegato, ai reni, ai polmoni ed allo sviluppo dei testicoli, tuttavia, un analogo studio condotto da ricercatori giapponesi su una specie di primati non ha evidenziato effetti a carico dei testicoli.
    La normativa europea attualeproibisce l’uso nei prodotti cosmetici di sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione. In casi eccezionali tali sostanze possono essere utilizzate solo dopo adeguata valutazione.
    L’uso del DBP e di altri ftalati accertati tossici per la riproduzione è vietato.

    • Formaldeide

      formula di struttura della formaldeide
      Nota anche come aldeide fòrmica, nome IUPAC metanale; in soluzione acquosa al 37% è commercialmente nota anche con il nome di formalina o formolo.
      La formaldeide è uno dei più diffusi inquinanti di interni. A concentrazioni nell’aria superiori a 0,1 ppm può irritare per inalazione le mucose e gli occhi. L’ingestione o l’esposizione a quantità consistenti sono potenzialmente letali. La cancerogenicità è stata accertata sui roditori, dove la formaldeide provoca un tasso di incidenza di cancro al naso ed alla gola superiori al normale; la formaldeide è in grado di interferire con i legami tra DNA e proteine. L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene per la specie umana. Va considerato che le concentrazioni di formaldeide presenti normalmente all’interno degli edifici sono generalmente basse, mentre vanno accuratamente valutati i rischi per gli addetti alle lavorazioni industriali che impiegano formaldeide.
      L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato, come limite massimo di concentrazione accettabile di formaldeide in casa, 100 microgrammi / metrocubo (pari a 0,1 parti per milione – ppm).
      La normativa europea attualeproibisce l’uso nei prodotti cosmetici di sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione. In casi eccezionali tali sostanze possono essere utilizzate solo dopo adeguata valutazione.
      La formaldeide può essere utilizzata solo negli indurenti per unghie in concentrazione non superiore al 5%.

Come si può notare, con molte di queste sostanze noi ne vieniamo continuamente in contatto ed addirittura le ingeriamo senza saperlo, quindi direi che forse si è creato un allarmismo un po’ esagerato, ad esempio la canfora… essendo presente nel basilico dovrei già essere morta considerando le quandità di pesto di cui mi nutro! Quindi ecco la mia personale opinione:

  • Toluene: Siccome è un prodotto legale ma tossico, credo sia il caso di stare davvero attenti quando si acquista uno smalto a controllare che questa sostanza non sia presente al suo interno, anche perché essendo volatile è facile respirarla semplicemente aprendo la boccetta. In particolare io ho problemi respiratori, quindi starò molto attenta e vedrò di tenermi alla larga da questa sostanza.
  • Canfora: Essendo un elemento presente in natura, soprattutto nelle spezie che mangiamo quotidianamente mi sembra assurdo stare a preoccuparsi per quello che ci mettiamo sulle unghie, se poi non ci preooccupiano neanche di quello che ingeriamo. Inoltre essendo legale senza nessuna limitazione, immagino che sia presente in molti prodotti. Tuttavia, siccome provoca danni a feti e neonati mi sento in dovere di sconsigliarlo alle donne in gravidanza o allattamento.
  • DBP: E’ senza ombra di dubbio molto tossico, dato che è illegale utilizzarlo nella produzione degli smalti, quindi mi sento abbastanza tranquilla se compro un prodotto “Made in UE”, so però che molte persone per via dei bassisimi prezzi, comprano prodotti cinesi o simili, e quindi direi loro di tenersi alla larga dai prodotti cinesi.
  • Formaldeide: Come sopra, è senza dubbio un prodotto tossico, ma fortunatamente è legale solo nei prodotti indurenti, quindi è sufficiente stare attenti quando si acquistano prodotti di questo tipo, ed ovviamente, è sempre bene tenersi alla larga dai prodotti cinesi.

Ho voluto scrivere questo post, perché c’è molta disinformazione a questo proposito, c’è gente che ha il terrore dei prodotti nocivi (anche se la realtà purtroppo è che ne siamo altamente circondati, e se dovessimo farci venire paranoie per ogni cosa probabilmente vivremo chiusi in casa in una campana di vetro), come c’è gente che non si preoccupa assolutamente di nulla. Credo che essere informati sui rischi che derivano dall’uso di determinati oggetti sia importante per scegliere bene, però è oltremodo importante non farsi mille problemi e paranoie e stressarsi per ogni cosa. Personalmente so che starò particolarmente attenta al Toluene per il mio problema respiratorio, e presterò attenzione alla Formaldeide nell’acquisto di prodotti indurenti, oltre a cercare come sempre, i prodotti di una miglior qualità possibile, ad un prezzo accessibile, cosa che facciamo un po’ tutti.

Spero che abbiate trovato interessante questo articolo e di aver fatto per voi una cosa gradita ;D

Annunci

15 thoughts on “Sostanze Nocive Contenute Negli Smalti

  1. Pingback: Base Coat Collistar – Correttore Filler Unghie, Anti-Imperfezioni, Anti-Giallo | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  2. Pingback: Siliconi nei cosmetici… sono pericolosi? | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  3. Pingback: Tre nuovi piccoli amici! | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  4. Pingback: Review My Nail Design – DeAgostini | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  5. Pingback: Review Essence Limited Edition Primavera 2014 | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  6. Pingback: Review My Nail Design – Uscita 5 | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  7. Pingback: Review Essence Road Trip Limited Edition | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  8. Pingback: Review My Nail Design – Uscita 9 | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

  9. Pingback: Review Base Coat deBBY nailTHERAPY | Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...