Archivio | 5 febbraio 2014

Siliconi nei cosmetici… sono pericolosi?

Ho deciso di scrivere questo post perché io sono molto contraria alla disinformazione. Sopratutto mi spiace quando la gente si crea mille paranoie per nessun motivo… soprattutto perché io sono una di quelle! Appena sento che qualcosa è pericoloso o potrebbe fare male, vado in paranoia!!! L’unico modo per combatterla è informarsi, informarsi ed informarsi… sentire opinioni favorevoli e contrarie ed informarsi sulle caretteristiche tecnico-scientifiche che sono senza ombra di dubbio quelle oggettive, anche se sono spesso difficili da comprendere. Ho già fatto questo lavoro in merito alle Sostanze Nocive Contenute negli Smalti, scoprendo che così come molte voci sulla pericolosità di alcune sostanze erano ben fondate, mentre altre erano solo un allarmismo eccessivo.

Adesso è venuto il momento di parlare dei siliconi, che sono presenti in moltissime creme, prodotti per capelli, o trucchi.
Il primo punto che ci tengo a chiarire è l’aspetto tecnico-scientifico. A riprova del fatto che ci sia tantissima disinformazione in giro, quando si parla di siliconi nei cosmetici, in realtà siamo parlando di SILOSSANI:
Silossani

una classe di composti chimici nella cui struttura si ripete il gruppo funzionale R2SiO, dove R è un idrogeno o un gruppo alchilico o arilico. Il nome “silossano” deriva dalla combinazione di silicio, ossigeno e alcano. Vengono considerati parte della classe dei composti organosilicei. I silossani presentano una catena principale, lineare o ramificata, in cui si alternano atomi di silicio e di ossigeno -Si-O-Si-O- con le catene laterali R legate agli atomi di silicio.

Comunemente vengono chiamati “siliconi” ed io ora e sempre mi riferirò a loro con questo termine, oppure nessuno saprà di cosa starò parlando. La differenza sostanziale, ed il motivo per cui ci tengo a fare questa precisazione e differenziazione è che sapendo il loro vero nome è più facile riconoscerli nell’INCI. Prendiamo ad esempio il “cyclopentasiloxane” sapendo che stiamo cercando un silossano, ovviamente ci salta subito all’occhio che qualcosa-siloxane, è uno di loro. Invece prendiamo il “silica”, se stiamo cercando un silicone, pensiamo assolutamente che questo sia uno di loro, invece non centra nulla ed è un ingrediente bio col doppio verde.

Ma torniamo a noi…

C’è gente che odia profodamente i siliconi e si batte perché crede che siano peggio del demonio… per quello che mi riguarda, sicuramente non sono un prodotto biodegradabile, quindi fanno male all’ambiente, e su questo non posso dire niente (se non che ci sono mille cose al mondo che fanno male all’ambiente, prima di tutto la mancata raccolta differenziata, che per motivi ignoti, neppure in tutte le parti dell’Italia viene eseguita, quindi credo che prima di battersi per cose di questo genere, sarebbe meglio pensare a questioni più importanti), ma la cosa che più mi interessa sapere è: “quando uso un prodotto, contiene negli elementi tossici per il mio organismo che possono farmi male?” la risposta per quello che riguarda i siliconi, per me è NO, non fanno male alla pelle. Fanno bene? NO, non fanno bene alla pelle. I siliconi ci sono indifferenti, creano un’apparenza di benessere, che in realtà non è così, ma non per questo ci fanno male. Un esempio concreto è il fondotinta! Il fondotinta elimina le discromie e le imperfezioni della nostra pelle? No. Il fondotinta le copre e ci fa apparire e sentire più belle? Sì. Quindi il fondotinta fa bene alla pelle? No. Fa male alla pelle? Sempre no. Tanti dicono che fa male perché occlude i pori della pelle, non facendola respirare a dovere, lo stesso discorso vale per i siliconi, perché sulla nostra pelle creano una pellicola protettiva, che nello stesso modo in cui non permette alle impurità di entrare, non lo permette neppure all’ossigeno. Ora… il fondotinta è impossible da togliere e rimuovere per permettere alla nostra pelle di respirare? No, basta usare uno struccante. Stessa cosa per i cosmetici che contengono siliconi, basta lavarsi per toglierli.
Io conosco gente che usa il fondotinta con l’unico scopo di proteggere la sua pelle dallo smog, perché crea una pellicola sulla pelle che non permette allo smog di attraversarla, quindi il fatto che i siliconi creino una pellicola (su pelle, o capelli) non è per forza una cosa negativa, ma una cosa, che come tutto, ha i suoi pro, ed i suoi contro.

Io stessa uso da anni una crema mani che contiene siliconi (da molto prima di scoprire l’esistenza dei siliconi, per la precisione questa) ed ho delle mani morbidissime e liscissime senza nessuna controindicazione. Io uso la crema mani ogni volta che mi lavo le mani, e faccio questo da anni… (almeno 12)… e le miei mani non ne risentono in alcun modo, anzi!

Chi è contro i siliconi dice che all’inizio creano un finto miglioramento delle zone trattate, che però alla lunga essendo finto, non solo non funziona a dovere, ma per di più crea secchezza della pelle, punti neri, semi di miglio, o se stiamo parlando di un prodotto che contiene siliconi per capelli, secchezza e fragilità del capello.

Riguardo alla pelle, se questo fosse vero, avrei delle mani mostruose! La verità invece è che le mani mostruose le avevo prima di mettere tutti giorni, più volte al giorno, la crema per le mani. Il freddo, ed i lavaggi frequenti (ogni volta che tocco il mio cane, vado sempre e subito a lavarmi le mani… ed il cane lo tocco molto spesso… come si fa a non accarezzarlo???) creavano sulle mie mani quasi delle squame di pelle, da quando era rovinata e ruvida. All’epoca ho risolto il problema usando la crema mani, proprio questa (anche se una volta la confezione era così…non so se prima ci fossero o meno i siliconi, comunque è cambiata da moltissimi anni la confezione)… ora io so come erano prima le mie mani, e come sono adesso, quindi credo che sicuramente i siliconi nei prodotti cosmetici non facciano male. Non ho mai cambiato la crema mani proprio perché questa qui ha sempre funzionato benissimo, quindi non ne ho visto il motivo, ma prima di trovare questa, ne avevo cambiate diverse.

Riguardo invece ai capelli, ho solo una cosa da dire, negli ultimi anni, ho avuto davvero serissimi problemi ai miei capelli, ed al cuoio capelluto, ed ho girato diversi dermatologi, finché non ho trovato quello che è stato in grado di curarmi. Gli ho chieso quali shampoo fosse meglio usare, e sapete cosa mi ha risposto? “Uno vale l’altro”. Sono rimasta sbigottita ed incredula! Gli ho chiesto di quelli naturali, o di quelli specifici per il mio problema, o di quelli costosissimi da farmacia… e lui mi ha risposto che non cambia nulla, gli shampi sono tutti uguali. Se abbiamo dei problemi ai capelli, gravi, sono cose che vanno curate da un medico, ed uno shampo rispetto ad un altro non cambia davvero nulla. In ogni caso non mi sento di parlare riguardo ai capelli, se non dicendo che diversi prodotti consigliati dai parrucchieri (semplicemente per un fattore estetico del capello) contengono molti siliconi. Nel periodo in cui li ho usati questo non ha creato nessun tipo di problema ai miei capelli, adesso ne ho molti invece, anche se stanno guarendo, e non mi sento di dire “è colpa dei siliconi” oppure “i siliconi non centrano nulla”. Quello che ora so, è che io cerco di mettere il meno possibile di qualsiasi prodotto sui miei capelli, ed evito trattamenti stressanti, ed allo stesso tempo so per certo che la causa dei problemi che ho avuto non è per nulla inerente con i prodotti che ho usato.

Riguardo ai siliconi presenti nei trucchi in realtà non mi fanno nè caldo nè freddo. Da un lato penso che ad esempio, un ombretto con siliconi, creando una pellicola sulla mia palpebra, impedisca al pigmento di penetrare in profondità nella mia pelle, e penso che la cosa più imporante del mondo sia STRUCCARSI BENE SEMPRE. La stessa cosa vale per tutti i tipi di trucchi. A parte comunque io credo che truccarsi faccia male alla pelle, perchè anche se i trucchi non contengono siliconi, non credo proprio che la pelle, coperta da uno strato di qualsiasi cosa, riesca a respirare bene… ma per questo motivo allora dovremmo tutte rinunciare a truccarci? Mi sembra assurdo.

In conclusione, la mia opinione è che nel mondo ci sono davvero tantissime cose tossiche, che fanno male DAVVERO, sia alla salute che all’ambiente, (la prima su tutte sono le sigarette, che comunque sono composte principalmente da una sostanza naturale, che è in tabacco). Una persona che fuma, e che poi si legge l’INCI dei prodotti ed odia i siliconi, penso che sia un’ossimoro gigantesco… non ha proprio senso. Allo stesso modo una persona vegetariana/vegana che usa i prodotti che contengono siliconi è un’altro ossimoro enorme… bisogna avere coerenza nella vita.

Per le persone che non fumano, e che non sono vegetariane, (come la sottoscritta), io la penso in questo modo:

E’ sempre bene fare molta attenzione ai prodotti che compriamo da metterci addosso, così come prestiamo attenzione agli ingredienti dei prodotti che compriamo da mangiare (se non prestiamo attenzione a ciò che mangiamo, è stupido prestare attenzione ai cosmetici che usiamo, perchè sicuramente se una sostanza fa male, è peggio ingerirla, che “indossarla”), ma tutto l’allarmismo che si crea in giro, va sempre preso con le pinze, così come ogni notizia che ci viene riferita. Penso che la cosa più importante in assoluto sia sempre l’informazione, per cui se abbiamo un dubbio è sempre meglio informarsi prima, sia dal punto di vista dei pro, che da quello dei contro. E’ molto sbagliato decidere che una cosa è giusta o sbagliata solo perché una persona di cui ci fidiamo ci dice che è così, soprattutto se quella persona non ci motiva neanche la sua scelta, in particolar modo bisogna sempre stare attenti a quello che dice la gente famosa. Ad esempio, se io sono una fan di Tom Cruise, e lui mi dice “Scientology è l’unica verità, tutte le altre religioni sono farlocche”, io non abbandonerò sicuramente il  mio Dio, solo perché un grande attore, di cui sono fan mi ha detto di farlo. Per cui, pensate sempre con la vostra testa, ma non smettete MAI di informarvi, perché la disinformazione è uno dei mali peggiori del nostro mondo.
Riguardo ai siliconi: se posso evitarli, è meglio, ma se qualcuno mi regala un prodotto che li contiene, se scopro che un prodotto con cui mi sono sempre trovata benissimo li contiene, o semplicemente se il prodotto che li contiene costa 1 quarto di quello che non li contiene… beh, io continuerò ad usarli. Non credo che facciano male, magari non fanno propriamente bene, ma fare male è un’altra cosa. Tra l’altro, cosa non da poco: tantissimi prodotti li contengono, e stare lì a guardare tutto può diventare una cosa VERAMENTE STRESSANTE, ed alla fine si ripercuote in maniera negativa sulla nostra vita, perché stare a stressarsi per le cose di cui non ce n’è bisogno, sicuramente è una cosa che fa male! 😉

Digital Reality & Double Perfection

Come promesso nella Review Digital Emotion, vi parlerò più nel detteglio della Skin Care and Fragrances, come già accennato, ho ricevuto in dono 2 prodotti, quindi non vi parlerò dei prezzi, per rispetto nei confronti di chi me li ha regalati. I prodotti in questione sono i seguenti:
Skin Care and Fragrances
A sinistra abbiamo il profumo Digital Reality Eau de Toilette, mentre a destra il trattamento corpo duo levigante ed idratante Double Perfection. Purtroppo quindi non so dirvi nulla dei sieri illuminanti viso.
Entrambi i prodotti hanno in comune la fragranza: la scatola è viola, quindi significa fiorita fruttata. Sono disponibili altre 2 fragranze; la scatola rosa significa fiorita cipriata, mentre la scatola azzurra significa fiorita verde.

Iniziamo dal profumo:
Digital Reality Eau de Toilette

E’ la prima volta che guardo l’INCI di un profumo, devo essere sincera XD comunque non è un INCI bio, e contiene diversi allergeni del profumo. Non ho idea se sia una cosa normale per un profumo oppure no, in ogni caso io ho la pelle molto sensibile e soffro di dermatiti, ma questo profumo non mi ha mai provocato nessuna reazione allergica, e detto da un soggetto così sensibile direi che è proprio una bella cosa ;D
Ma parliamo della fragranza: “Digital Reality è una fresca miscela di fascino e stile, una fragranza dal respiro floreale e fruttato per una personalità contemporanea e affascinante.” E’ caratterizzata da fiori femminili e frutti dalle note fresche. Personalmente è una fragranza che mi piace molto! Non è troppo dolce, ma neanche troppo aspra, è la giusta via di mezzo, ed è seducente.
Veniamo ora alle note olfattive: le note di testa sono mandarino e ribes nero, le note di cuore sono rosa e lampone, mentre le note di fondo sono patchouli ed iris. (Se vi interessa un approfondimento sulle note olfattive nei profumi, fatemelo sapere nei commenti, e scriverò un post).
E’ un eau de toilette, quindi è più leggero di un eau de parfume, per cui è adatto a chi non ama i profumi troppo intensi. La confezione è da 50 ml quindi è una grandezza media, anche se non è disponibile in altri formati. Esteticamente trovo la boccetta pratica ed elegante. Ha un forma stabile, quindi non c’è il problema di farla cadere per la mancanza di cura nel momento dell’appoggio, ed un tappo comodo da rimuovere, inoltre l’effetto viola/trasparente del vetro è molto di mio gradimento ;D (in ogni caso io consiglio sempre di tenere i profumi nella scatola originali, per ripararli dalla luce del sole che può alterare la fragranza col tempo).
Consigliato! (Anche se il profumo è una cosa personale, quindi sta a voi decidere se è la fragranza per voi 😉 Grazie Nini! )

Veniamo adesso al trattamento corpo:
Double Perfection

E’ un trattamento bifasico, composto da scrub e crema idratante, con lo scopo di ottenere un’effetto vellutato sulla propia pelle. Non è un trattamento per tutti i giorni, ma è più una coccola da concederci una/due volte al mese.
Ecco come lo uso io: Prima di fare la doccia, quando la pelle è ancora asciutta passo lo scrubs (nella foto, quello a destra) massaggiandomi la pelle, ed insistendo in particolar modo nelle zone che ritengo più opportune (quelle in cui la pelle è più ruvida e secca, con lo scopo di levare gli strati di pelle morta, oppure nelle zone in cui ci sono peli incarniti, per farli uscire allo scoperto), dopodiché entro nella doccia e lo rimuovo accuramente. Faccio la doccia come al solito, e dopo essermi asciugata per bene, passo la crema idratante (ovviamente quella a sinistra nella foto).
Il risultato mi piace tantissimo!!! La pelle è molto più liscia e levigata, e anche morbida e profumata (essendo la confezione viola, la fragranza è la stessa di cui sopra, anche in questo caso ne esistono altre 2). E’ veramente una coccola piacevole, in particolar modo adorolo scrubs, arricchito con burro di cacao. Sono davvero soddisfatta!!! ;D
Veniamo all’INCI lo scrub (70g di prodotto) è tutto bio, ed davvero molto buono.
La crema invece (75g di prodotto) contiene siliconi.
E’ un discorso troppo lungo, così ho deciso che ci farò un post a parte, che in futuro linkerò qui (come promesso, questo è il post) per chi fosse interessato, ma vi basti sapere che a mio avviso l’unica pecca dei siliconi è che non sono un prodotto bio, ma sono convinta che non facciano male alla pelle (e vi spiegherò perché). Se notate sulla confezione, c’è un asterisco vicino ad “idratante”, che se si va a leggere dice “idratazione degli strati superiori dell’epidermide”, quindi non nutre la nostra pelle in profondità, ma solo in superficie (come tutti i prodotti che contengono siliconi).
Sia la crema che lo scrubs sono formulati per ridurre al minimo il rischio di allergie (nel mio caso, anche questa volta non ne sono stata colpita), e sono entrambi non comedogenici e senza parabeni.
A me questo prodotto è piaciuto molto, ma giustamente ci tengo ad avvisare tutte le persone che sono profondamente contro i siliconi che la crema li contiene, quindi mi sento di consigliarlo solo a chi ha preso una posizione (siliconi sì, siliconi no), o a chi non si cura di questi dettagli. (La mia posizione la potrete trovare nel post sulla mia opinione a riguardo dei siliconi, che vi ho linkato qui sopra).

Spero che abbiate trovato questa review di vostro gradimento! ;D