Archivio | febbraio 2014

Nail Art – Pink Little Hearts

Mancano 2 giorni a San Valentino, ed ecco la mia seconda proposta unghie:

Pink Little Hearts - Nail Art San Valentino

Semplice ma d’effetto, molto romantica ma al tempo stesso elegante. (Purtroppo nella foto il bianco “sparaflesha” troppo 😦 )
Questo è il materiale che io ho utilizzato per realizzarla:
Materiale Nail Art San Valentino Pink Little Heart

  • Base Coat Kiko n. 106 – Ultra Long
  • Smalto Pupa Lasting Color Gel – 011 Kiss Me
  • Colore acrilico bianco Citadel – 54 Skull White
  • Top Coat Essence – Better Than Gel Nails
  • Gocce asciuga smalto – Pupa
  • Penna correggi smalto – Trebosi
  • Pennello dalla punta corta e sottile
  • Bicchiere d’acqua e vaschetta

E questo il procedimento:

  1. Ho steso la base Kiko su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Ho steso 2 passate di smalto rosa su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugassero.
  3. Ho preso il colore acrilico bianco, l’ho messo in una vaschetta (la mia vaschetta in realtà è un vecchio tappo della Nutella, quella da 200g, ovvero il “formato bicchiere”),  l’ho diluito con un po’ d’acqua, poi con il pennello, sulla mano sinistra ho iniziato a disegnare un piccolo cuoricino nell’angolo in basso a destra di tutte le unghie, con la punta rivolta verso l’angolo in alto a sinistra.
  4. Sull’anulare sinistro ho disegnato altri 4 cuoricini, in modo da formare una diagonale.
  5. Sulla mano destra invece ho fatto lo stesso procedimento, disegnando ogni cuore nell’angolo in basso a sinistra, con la punta rivolta verso l’angolo in alto a destra.
  6. Sull’anulare destro ho disegnato altri 4 cuoricini, in modo da formare una diagonale.
  7. Ho aspettato che tutto si asciugasse, e poi ho steso il top coat di Essence.
  8. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)
  9. Stessa cosa per le goccine asciuga smalto, vanno usate tra una passata e l’altra di smalto, e/o alla fine della nail art, se si desidera velocizzare i tempi di attesa.

Rimozione: nessun problema, basta il semplicissimo solvente per unghie.

Spero che possa essere di vostro gradimento.
Nel mio caso ho voluto realizzare un accent manicure, ma è possibile realizzare il decoro dell’anulare anche sul pollice, o addirittura su tutte le unghie, dipende dal vostro gusto 😉 (un’altra alternativa è quella di renderla ancora più semplice realizzando solo un cuoricino su ogni unghia, oppure un’unico cuoricino solo sull’anulare).

Fatemi sapere come avete pensato di decorare le vostre unghie per questa data! 😉

Review Kiko Boulevard Rock

Ieri sono stata da Kiko ed ho avuto modo di vedere la nuova collezione primaverile, supercolorata: Boulevard Rock!

La nuova collezione in edizione limitata ispirata al profondo fascino del rock, alle atmosfere vive dei concerti londinesi, ai colori intensi che li animano, alle luci brillanti dei riflettori e a una bellezza sofisticata, ma dall’anima street travolgente.

Kiko Boulevard Rock

Questa collezione comprende 2 terre abbronzanti, 6 fard illuminanti, 4 palette di ombretti, da 5 colori l’una, 10 ombretti/eyeliner in crema, 6 matite kajal, 6 matite rossetto satinato, 6 lucidalabbra/fard, una crema viso idratante illuminate SPF 10, una crema corpo idratante illuminante, un pennello per polveri viso, un pennello occhi duo… e ben 8 nuovi smalti!!! ;D

Ma approfondiamo sugli smalti ;D

Si chiamano DENIM, perché vogliono ricordare l’omonimo tessuto. Hanno quindi un effetto satinato, per cui  non sono liscissimi al tatto, ma leggermente ruvidini, inoltre non sono lucidi, ma un po’ opachi. Al loro interno hanno dei microbrillantini, ma si notano molto di più nella boccetta che una volta applicati, quindi non li considereri shimmer (anche perché non sono lisci al tatto). L’effetto finale si nota solo quando lo smalto si asciuga. La boccetta è da 11 ml, ed il costo di € 4,90.

I colori sono i seguenti:
Kiko Denim

  • 459 – Woodstock Cream
  • 460 – Ink Pink
  • 461 – Art Poppy Red
  • 462 – Tribal Purple
  • 463 – Evasion lawn Green
  • 464 – Essential Sky Blue
  • 465 – British Jeans
  • 466 – French Charcoal

Sono riuscita a swatcharli su un pezzo di Scotch, so che non è il massimo, ma è meglio di niente XD (i colori più realistici sono quelli sotto, però comunque quando c’è meno luce si vedono come nella foto sopra)

Swatch Kiko Denim

Personalmente non ho ancora acquistato nulla, però mi piace molto come effetto. Conoscendomi aspetterò i saldi (se riuscirò a resistere), per ora il mio colore preferito è l’Ink Pink, anche se più che rosa lo definirei un arancione/pesca. 😉 …in ogni caso, vi farò sapere! 😉

Nail Art – Valentine’s Bears

Tra 5 giorni è San Valentino, quindi è ora di muovermi a postare le proposte per questo evento 😉

Inizio dalla prima, che è quella un po’ più complessa, che ho realizzato per il concorso di Maddina Fashion. Questa è la mia entry con cui partecipo al concorso:

Valentine's Bears

Cliccateci sopra per ingrandirla, in modo da guardarla meglio 😉

L’occorrente utilizzato è parecchio, quindi vi farò più foto XD
Iniziamo dagli smalti:
Smalti Valentine's Bears

Passiamo agli acrilici:
Acrilici Valentine's Bears

Io uso i colori acrilici della Citadel, che nascono principalmente con lo scopo di dipingere le miniature di Warhammer. Mi trovo benissimo, perché la confezione è davvero comodissima! Siccome si apre dall’alto, posso prelevare il colore che mi serve, e poi richiudere senza rischiare che si secchi, quindi è molto difficile sprecarlo, cosa che invece nelle confezioni in tubetto, succede molto più spesso, e se si dovesse seccare, quando si forma il tappo di colore sulla punta è sempre un po’ problematico. Queste confezioni contengono 12 ml di prodotto e costano € 3,20 ciascuna. Quelli che uso io però fanno parte della vecchia gamma di colori, ormai fuori produzione. Il costo e la quantità sono rimasti identici, ma adesso hanno cambiato le tinte, tuttavia hanno fornito una tabella di conversione, che potrete consultare qua (purtroppo non tutti i colori sono stati convertiti nella nuova gamma, ma fortunatamente ce ne sono di nuovi non presenti in questa tabella).

  • Bianco – 54 Skull White
  • Nero – 51 Chaos Black
  • Rosa – 29 Tentacle Pink
  • Magenta – 28 Warlock Purple
  • Azzurro – 36 Ice Blue
  • Blu – 34 Enchanted Blue

E concludiamo con decorazioni e strumenti:
Strumenti Valentine's Bears

  • Dotter
  • Pennello dalla punta corta e sottile
  • Brillantini per unghie naturali , 4 rosa e 4 azzurri
  • Bicchiere d’acqua e vaschetta

Procedimento:

  1. Ho steso la base Collistar su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Su entrambi gli anulari ho steso lo smalto bianco.
  3. In una mano ho steso su pollice e medio lo smalto rosa, nell’altra mano ho steso lo smalto rosa su indice e mignolo.
  4. Quindi sulle rimanenti unghie ho stesso su una mano lo smalto azzurro su indice e mignolo, e nell’altra mano ho steso lo smalto azzurro su pollice e medio.
  5. Ho aspettato che il tutto si asciugasse.
  6. Ho realizzato il decoro su un anulare, usando il pennello, più precisamente:
  7. Ho preso il colore acrilico magenta, l’ho messo in una vaschetta (la mia vaschetta in realtà è un vecchio tappo della Nutella, quella da 200g, ovvero il “formato bicchiere”),  l’ho diluito con un po’ d’acqua, poi ho iniziato a disegnare la sagoma dell’orso e l’ho riempita di colore.
  8. Ho preso il colore acrilico blu, l’ho messo nella vaschetta, l’ho diluito con un po’ d’acqua ed ho disegnato la sagoma del cuore che tiene tra le braccia, e l’ho riempita di colore.
  9. Ho preso il colore acrilico rosa, l’ho messo nella vaschetta, l’ho diluito con un po’ d’acqua e sono andata a riempire l’orso, facendo attenzione a non coprire il magenta nelle parti in cui volevo che si vedessero le righe.
  10. Ho preso il colore acrilico azzurro, l’ho messo nella vaschetta, l’ho diluito con un po’ d’acqua e sono andata a riempire il cuore, facendo attenzione a non coprire il blu nelle parti del contorno.
  11. Ho preso il colore acrilico nero, l’ho messo nella vaschetta, l’ho diluito con un po’ d’acqua e sono andata a disegnare il muso dell’orso, poi con il dotter ho disegnato gli occhi.
  12. Ho preso il colore acrilico bianco, l’ho messo nella vaschetta, l’ho diluito con un po’ d’acqua e riprendendo il pennello, ho disegnato lo “sbrilluccichio” degli occhi e le unghie dell’orso.
  13. Sull’altro anulare ho ripetuto lo stesso procedimento, ma con i colori inversi.
  14. Poi ho fatto un passaggio che però si nota molto poco, quindi lo sconsiglio: Con il dotter e lo smalto azzurro (per le unghie rosa) e lo smalto rosa (per le unghie azzurre) sono andata a disegnare dei puntini nell’angolo in basso a destra dell’unghia di una mano, ed in basso a sinistra nell’unghia dell’altra mano, ma vi ripeto che è un passaggio che eviterei, perchè non si nota proprio.
  15. Ho sporcato la punta del dotter con il top coat Kiko e con la punta dell’applicatore dello smalto ne ho messo una goccina nell’angolo in basso a destra (a sinistra sull’altra mano), poi ho applicato i brillantini azzurri sulle unghie rosa, ed i brillantini rosa sulle unghie azzurre.
  16. Quando si è asciugato tutto, sono passata al top coat: ho usato il top coat Kiko sullo smalto mirror, ed il top coat di Essence sullo smalto gloss.

Non ho specificato su quale mano ho fatto cosa perché è indifferente, stessa cosa per la posizione dei brillantini, potete metterli dove meglio preferite. 😉

Rimozione: nessun problema, anche se per quanto riguarda i brillantini bisogna solo attendere un po’ di più con il solvente sull’unghia in modo che si rimuovano senza difficoltà.

Il concorso scade tra poco, quindi incrociamo le dita! ;D

 

 

Liebster Award

Con mia somma gioia ed onore RoriBeautySpace mi ha conferito il Liebster Award. 😀

Liebster Award
Sì lo so, non è il premio nobel, ma è comunque una cosa che mi rende felice, del resto si sa, sono le piccole cose che ci danno gioia, e la vita è fatta di piccole cose.
E’ risaputo che noi blogger in realtà siamo abbastanza egocentrici, ed il motivo per cui scriviamo è principalmente per noi stessi, perché è una cosa che ci piace molto fare, ci da modo di sfogarci, di riflettere, di confrontarci… ma quando qualcuno ci legge e ci commenta è sempre una gioia ed un onore, perché tra i miliardi di URL dispersi nel web, siamo stati scelti proprio noi e speriamo in qualche modo di essere d’aiuto a chi cercava quelle informazioni nella rete, o semplicemente di aver fatto compagnia ad un lettore. E’ bello sentirsi considerati 😉 Voglio quindi ringraziare moltissimo Roberta per questa opportunità! :-*

Per chi non lo sapesse, il Liebster Award è un premio che viene conferito ai blog meritevoli con pochi followers, dunque è un’ottima opportunità per farsi conoscere e per far conoscere altri validi blogger :)

Le regole sono:

  • Ringraziare e rilinkare il blogger e il suo blog di chi presenta la candidatura;
  • rispondere alle 10 domande poste da chi mi ha nominato;
  • nominare altri  blog con pochi followers;
  • proporre ai tuoi candidati 10 domande;
  • andare sui singoli blog e comunicare loro la nomina.

Roberta mi ha posto le seguenti domande:

1) Descrivi il tuo stile in 3 parole…
Zero-Sbatti, Come-Piace-A-Me, Dipende-Da-Come-Mi-Sento-Emotivamente… uhm… forse non sono propriamente 3 parole XD
2) Secondo te, qual’è il segreto per la felicità?
Sapersi accontentare di quello che abbiamo, cercando sempre di migliorare noi stessi per ottenere quello che desideriamo, facendo il massimo per raggiungere i nostri scopi, ma vivere tutto questo senza ansie e stress, godendosi giorno per giorno il percorso che ci guida al raggiungimento dei nostri obbiettivi.
Una volta raggiunti i traguardi poi non bisogna smettere di lottare, ma goderseli, essere felici e pensare ad andare avanti… e se i traguardi non vengono raggiunti, non bisogna mollare, ma farsi forza per ritentare, e se ritentare è impossibile, accettare con serenità quello che è successo, e trovare altri motivi per proseguire 😉
3) Cambieresti qualcosa del tuo passato?
In realtà ci sono smolte scelte ed azioni che non rifarei, ed altre che vorrei fare. Il problema è uno: assumiamo per assurdo di poter tornare idietro nel tempo, e cambiare il passato… il presente che stiamo vivendo adesso, non sarebbe più il nostro. Gli sbagli che ci hanno fatto crescere, e ci hanno portato dove siamo, non avendoli commessi, non ci insegnerebbero nulla… quindi ci mancherebbe una parte di noi stessi, che potremmo non scoprire mai, oppure scoprire comunque, ma magari troppo tardi nella vita. Quindi sì, mi piacerebbe cambiare il passato, ma il prezzo sarebbe davvero molto alto.
4) EcoBio sì, o EcoBio no?
EcoBio Nì XD i prodotti naturali sono sicuramente migliori, soprattutto per salvaguardare l’ambiente in cui viviamo… però non deve diventare un’ossessione, altrimenti rischiamo di rovinarci la vita. E poi va ricordato che se un prodotto è naturale non fa per forza bene (oppio, tabacco, edera velenosa,…), esattamente come se un prodotto è chimico non significa che faccia per forza male (il sabutamolo è uno dei motivi per cui sono viva).
5) Scarpe basse o tacchi?
Ovviamente tacchi… a volte sono scomodi e ci fanno un po’ penare… ma sono bellissimi!!! ;D
6) Non esco mai senza…
Ventolin
7) Ho una passione per…
La Nail Art! Non si era capito? Ma anche la lettura e la pasticceria.
8) Fossi un accessorio, quale saresti?
Il mouse!!! (E’ un accessorio per PC del resto XD)
9) Piangere sul latte versato o far qualcosa per rimediare?
Piangere per sfogarsi, e poi cercare il modo di rimediare 😉
10) Make-up semplice e delicato o forte e marcato?
Semplice e delicato… ma colorato!

Questi sono i blog che voglio nominare per questo Award:

E queste le mie domande per loro:

  1. Descriviti con 6 aggettivi: 3 pregi e 3 difetti
  2. Perché hai deciso di aprire il tuo blog?
  3. Qual è il post che ti sei divertito/a di più a scrivere?
  4. Meglio i rimpianti o i rimorsi?
  5. Il tuo sogno nel cassetto?
  6. Il momento più felice della tua vita?
  7. Il tuo libro preferito?
  8. La tua più grande passione?
  9. Se fossi un animale, quale saresti?
  10. Fatti una domanda, e datti una risposta.

… e ricordate: bloggers rulez XD

Edit: dopo la prima nomina da parte di Roberta, in data 4 febbraio 2014, il 18 febbraio, ho ricevuto di nuovo questo premio da Beatrice, del blog UnghieSmaltate98 che doppio onore! Sono emozionata! ;D Grazie Bea!

Ecco qui le risposte alle domande di Beatrice:

– Qual è il tuo lavoro ideale?
La programmatrice. Ma la cosa importante è che l’ambiente di lavoro sia bello, altrimenti anche i lavoro dei sogni diventa un’incubo
– Pensi di essere simpatica?
Mah… credo di sì, anche se sicuramente starò antipatica a qualcuno XD
– Hai mai rischiato la vita per qualcuno o qualcosa?
Non volontariamente, ma ho rischiato di morire più volte… per fortuna sono ancora qui per raccontarlo! (Mia madre ha dovuto partorire d’urgenza se no sarei soffocata, ed ho avuto diverse crisi d’asma a cui sono sopravvisuta grazie ad una puntura di adrenalina nel cuore)
– Il tuo libro preferito?
Ne metto almeno 2, perché se no è troppo difficile scegliere: 1984 di George Orwell e Momo di Michael Ende
– Ti sei mai innamorata fino al punto di piangere?

– Cosa cambieresti fisicamente di te?
Le gambe!
– Qual è l’ultimo spot che hai praticato?
Scherma storica
– La tua meta preferita all’estero.
Los Angeles
– La miglior qualità che gli altri ti attribuiscono.
Solare
– La paura più grande.
Perdere le persone che amo

Dato il poco tempo, non ho avuto modo di conoscere molti altri blogger, nominerei sicuramente Beatrice, se non mi avesse già nominato lei, ma un’altro nome mi sento di farlo:

Le domande poste da me sono le stesse di cui sopra 😉

Review Pupa Navy Chic

Per una volta sono in anticipo con una review! Infatti la collezione primaverile di Pupa sarà disponibile nelle profumerie solo dal 10 febbraio 😉
Ma vediamola un po’ più nel dettaglio 😉

Femminile e ultra chic, il make up Primavera 2014 richiama raffinate sfumature oltremare e i riflessi iridescenti dell’acqua che scorre sulla sabbia.

Comprende 3 palette occhi, da 5 ombretti ciascuna; 4 ombretti in stick, 2 eyeliner waterproof, 3 rossetti opachi, 2 blush in crema e… 6 nuovi smalti!

3 sono matt, quindi opachi, mentre 3 sono effetto gel, quindi ultra lucidi… decisamente opposti! Ve li mostrerò con anche gli swatch ufficiali di Pupa 😉

Iniziamo dagli smalti matt:

001 Matt Yellow 001 – Matt Yellow
Swatch 001 Matt Yellow
002 Matt Pink 002 – Matt Pink
Swatch 002 Matt Pink
003 Matt Coral 003 – Matt Coral
Swatch 003 Matt Coral

…e finiamo con quelli effetto gel:

060 Navy Chic Aquamarine 060 – Navy Chic Aquamarine
Swatch 060 Navy Chic Aquamarine
061 Navy Chic Wisteria 061 – Navy Chic Wisteria
Swatch 061 Navy Chic Wisteria
062 Navy Chic Shocking Blue 062 – Navy Chic Shocking Blue
Swatch 062 Navy Chic Shocking Blue

Io non li ho provati e non ho idea della coprenza, soprattutto per quelli matt (quelli effetto gel generalmente sono molto coprendi per definizione) cmq non amo in particolar modo gli smalti matt, preferisco i top coat che rendono matt qualsiasi smalto, in ogni caso quello giallo è il mio preferito di quelli matt… anche se è un po’ complicato da indossare come colore. (Soprattutto in giornate uggiose come queste, almeno dalle mie parti, altro che primavera! XD)
Quelli effetto gel invece mi piacciono molto tutti, ma se devo scegliere il mio preferito voto l’aquamarine ;D
Gli smalti sono come al solito in boccette da 5 ml di prodotto, e costano € 6,00 quelli matt, mentre € 6,50 quelli effetto gel.

E con questo è tutto. Voi cosa ne pensate di questa nuova collezione? Fatemelo sapere! ;D

Siliconi nei cosmetici… sono pericolosi?

Ho deciso di scrivere questo post perché io sono molto contraria alla disinformazione. Sopratutto mi spiace quando la gente si crea mille paranoie per nessun motivo… soprattutto perché io sono una di quelle! Appena sento che qualcosa è pericoloso o potrebbe fare male, vado in paranoia!!! L’unico modo per combatterla è informarsi, informarsi ed informarsi… sentire opinioni favorevoli e contrarie ed informarsi sulle caretteristiche tecnico-scientifiche che sono senza ombra di dubbio quelle oggettive, anche se sono spesso difficili da comprendere. Ho già fatto questo lavoro in merito alle Sostanze Nocive Contenute negli Smalti, scoprendo che così come molte voci sulla pericolosità di alcune sostanze erano ben fondate, mentre altre erano solo un allarmismo eccessivo.

Adesso è venuto il momento di parlare dei siliconi, che sono presenti in moltissime creme, prodotti per capelli, o trucchi.
Il primo punto che ci tengo a chiarire è l’aspetto tecnico-scientifico. A riprova del fatto che ci sia tantissima disinformazione in giro, quando si parla di siliconi nei cosmetici, in realtà siamo parlando di SILOSSANI:
Silossani

una classe di composti chimici nella cui struttura si ripete il gruppo funzionale R2SiO, dove R è un idrogeno o un gruppo alchilico o arilico. Il nome “silossano” deriva dalla combinazione di silicio, ossigeno e alcano. Vengono considerati parte della classe dei composti organosilicei. I silossani presentano una catena principale, lineare o ramificata, in cui si alternano atomi di silicio e di ossigeno -Si-O-Si-O- con le catene laterali R legate agli atomi di silicio.

Comunemente vengono chiamati “siliconi” ed io ora e sempre mi riferirò a loro con questo termine, oppure nessuno saprà di cosa starò parlando. La differenza sostanziale, ed il motivo per cui ci tengo a fare questa precisazione e differenziazione è che sapendo il loro vero nome è più facile riconoscerli nell’INCI. Prendiamo ad esempio il “cyclopentasiloxane” sapendo che stiamo cercando un silossano, ovviamente ci salta subito all’occhio che qualcosa-siloxane, è uno di loro. Invece prendiamo il “silica”, se stiamo cercando un silicone, pensiamo assolutamente che questo sia uno di loro, invece non centra nulla ed è un ingrediente bio col doppio verde.

Ma torniamo a noi…

C’è gente che odia profodamente i siliconi e si batte perché crede che siano peggio del demonio… per quello che mi riguarda, sicuramente non sono un prodotto biodegradabile, quindi fanno male all’ambiente, e su questo non posso dire niente (se non che ci sono mille cose al mondo che fanno male all’ambiente, prima di tutto la mancata raccolta differenziata, che per motivi ignoti, neppure in tutte le parti dell’Italia viene eseguita, quindi credo che prima di battersi per cose di questo genere, sarebbe meglio pensare a questioni più importanti), ma la cosa che più mi interessa sapere è: “quando uso un prodotto, contiene negli elementi tossici per il mio organismo che possono farmi male?” la risposta per quello che riguarda i siliconi, per me è NO, non fanno male alla pelle. Fanno bene? NO, non fanno bene alla pelle. I siliconi ci sono indifferenti, creano un’apparenza di benessere, che in realtà non è così, ma non per questo ci fanno male. Un esempio concreto è il fondotinta! Il fondotinta elimina le discromie e le imperfezioni della nostra pelle? No. Il fondotinta le copre e ci fa apparire e sentire più belle? Sì. Quindi il fondotinta fa bene alla pelle? No. Fa male alla pelle? Sempre no. Tanti dicono che fa male perché occlude i pori della pelle, non facendola respirare a dovere, lo stesso discorso vale per i siliconi, perché sulla nostra pelle creano una pellicola protettiva, che nello stesso modo in cui non permette alle impurità di entrare, non lo permette neppure all’ossigeno. Ora… il fondotinta è impossible da togliere e rimuovere per permettere alla nostra pelle di respirare? No, basta usare uno struccante. Stessa cosa per i cosmetici che contengono siliconi, basta lavarsi per toglierli.
Io conosco gente che usa il fondotinta con l’unico scopo di proteggere la sua pelle dallo smog, perché crea una pellicola sulla pelle che non permette allo smog di attraversarla, quindi il fatto che i siliconi creino una pellicola (su pelle, o capelli) non è per forza una cosa negativa, ma una cosa, che come tutto, ha i suoi pro, ed i suoi contro.

Io stessa uso da anni una crema mani che contiene siliconi (da molto prima di scoprire l’esistenza dei siliconi, per la precisione questa) ed ho delle mani morbidissime e liscissime senza nessuna controindicazione. Io uso la crema mani ogni volta che mi lavo le mani, e faccio questo da anni… (almeno 12)… e le miei mani non ne risentono in alcun modo, anzi!

Chi è contro i siliconi dice che all’inizio creano un finto miglioramento delle zone trattate, che però alla lunga essendo finto, non solo non funziona a dovere, ma per di più crea secchezza della pelle, punti neri, semi di miglio, o se stiamo parlando di un prodotto che contiene siliconi per capelli, secchezza e fragilità del capello.

Riguardo alla pelle, se questo fosse vero, avrei delle mani mostruose! La verità invece è che le mani mostruose le avevo prima di mettere tutti giorni, più volte al giorno, la crema per le mani. Il freddo, ed i lavaggi frequenti (ogni volta che tocco il mio cane, vado sempre e subito a lavarmi le mani… ed il cane lo tocco molto spesso… come si fa a non accarezzarlo???) creavano sulle mie mani quasi delle squame di pelle, da quando era rovinata e ruvida. All’epoca ho risolto il problema usando la crema mani, proprio questa (anche se una volta la confezione era così…non so se prima ci fossero o meno i siliconi, comunque è cambiata da moltissimi anni la confezione)… ora io so come erano prima le mie mani, e come sono adesso, quindi credo che sicuramente i siliconi nei prodotti cosmetici non facciano male. Non ho mai cambiato la crema mani proprio perché questa qui ha sempre funzionato benissimo, quindi non ne ho visto il motivo, ma prima di trovare questa, ne avevo cambiate diverse.

Riguardo invece ai capelli, ho solo una cosa da dire, negli ultimi anni, ho avuto davvero serissimi problemi ai miei capelli, ed al cuoio capelluto, ed ho girato diversi dermatologi, finché non ho trovato quello che è stato in grado di curarmi. Gli ho chieso quali shampoo fosse meglio usare, e sapete cosa mi ha risposto? “Uno vale l’altro”. Sono rimasta sbigottita ed incredula! Gli ho chiesto di quelli naturali, o di quelli specifici per il mio problema, o di quelli costosissimi da farmacia… e lui mi ha risposto che non cambia nulla, gli shampi sono tutti uguali. Se abbiamo dei problemi ai capelli, gravi, sono cose che vanno curate da un medico, ed uno shampo rispetto ad un altro non cambia davvero nulla. In ogni caso non mi sento di parlare riguardo ai capelli, se non dicendo che diversi prodotti consigliati dai parrucchieri (semplicemente per un fattore estetico del capello) contengono molti siliconi. Nel periodo in cui li ho usati questo non ha creato nessun tipo di problema ai miei capelli, adesso ne ho molti invece, anche se stanno guarendo, e non mi sento di dire “è colpa dei siliconi” oppure “i siliconi non centrano nulla”. Quello che ora so, è che io cerco di mettere il meno possibile di qualsiasi prodotto sui miei capelli, ed evito trattamenti stressanti, ed allo stesso tempo so per certo che la causa dei problemi che ho avuto non è per nulla inerente con i prodotti che ho usato.

Riguardo ai siliconi presenti nei trucchi in realtà non mi fanno nè caldo nè freddo. Da un lato penso che ad esempio, un ombretto con siliconi, creando una pellicola sulla mia palpebra, impedisca al pigmento di penetrare in profondità nella mia pelle, e penso che la cosa più imporante del mondo sia STRUCCARSI BENE SEMPRE. La stessa cosa vale per tutti i tipi di trucchi. A parte comunque io credo che truccarsi faccia male alla pelle, perchè anche se i trucchi non contengono siliconi, non credo proprio che la pelle, coperta da uno strato di qualsiasi cosa, riesca a respirare bene… ma per questo motivo allora dovremmo tutte rinunciare a truccarci? Mi sembra assurdo.

In conclusione, la mia opinione è che nel mondo ci sono davvero tantissime cose tossiche, che fanno male DAVVERO, sia alla salute che all’ambiente, (la prima su tutte sono le sigarette, che comunque sono composte principalmente da una sostanza naturale, che è in tabacco). Una persona che fuma, e che poi si legge l’INCI dei prodotti ed odia i siliconi, penso che sia un’ossimoro gigantesco… non ha proprio senso. Allo stesso modo una persona vegetariana/vegana che usa i prodotti che contengono siliconi è un’altro ossimoro enorme… bisogna avere coerenza nella vita.

Per le persone che non fumano, e che non sono vegetariane, (come la sottoscritta), io la penso in questo modo:

E’ sempre bene fare molta attenzione ai prodotti che compriamo da metterci addosso, così come prestiamo attenzione agli ingredienti dei prodotti che compriamo da mangiare (se non prestiamo attenzione a ciò che mangiamo, è stupido prestare attenzione ai cosmetici che usiamo, perchè sicuramente se una sostanza fa male, è peggio ingerirla, che “indossarla”), ma tutto l’allarmismo che si crea in giro, va sempre preso con le pinze, così come ogni notizia che ci viene riferita. Penso che la cosa più importante in assoluto sia sempre l’informazione, per cui se abbiamo un dubbio è sempre meglio informarsi prima, sia dal punto di vista dei pro, che da quello dei contro. E’ molto sbagliato decidere che una cosa è giusta o sbagliata solo perché una persona di cui ci fidiamo ci dice che è così, soprattutto se quella persona non ci motiva neanche la sua scelta, in particolar modo bisogna sempre stare attenti a quello che dice la gente famosa. Ad esempio, se io sono una fan di Tom Cruise, e lui mi dice “Scientology è l’unica verità, tutte le altre religioni sono farlocche”, io non abbandonerò sicuramente il  mio Dio, solo perché un grande attore, di cui sono fan mi ha detto di farlo. Per cui, pensate sempre con la vostra testa, ma non smettete MAI di informarvi, perché la disinformazione è uno dei mali peggiori del nostro mondo.
Riguardo ai siliconi: se posso evitarli, è meglio, ma se qualcuno mi regala un prodotto che li contiene, se scopro che un prodotto con cui mi sono sempre trovata benissimo li contiene, o semplicemente se il prodotto che li contiene costa 1 quarto di quello che non li contiene… beh, io continuerò ad usarli. Non credo che facciano male, magari non fanno propriamente bene, ma fare male è un’altra cosa. Tra l’altro, cosa non da poco: tantissimi prodotti li contengono, e stare lì a guardare tutto può diventare una cosa VERAMENTE STRESSANTE, ed alla fine si ripercuote in maniera negativa sulla nostra vita, perché stare a stressarsi per le cose di cui non ce n’è bisogno, sicuramente è una cosa che fa male! 😉

Digital Reality & Double Perfection

Come promesso nella Review Digital Emotion, vi parlerò più nel detteglio della Skin Care and Fragrances, come già accennato, ho ricevuto in dono 2 prodotti, quindi non vi parlerò dei prezzi, per rispetto nei confronti di chi me li ha regalati. I prodotti in questione sono i seguenti:
Skin Care and Fragrances
A sinistra abbiamo il profumo Digital Reality Eau de Toilette, mentre a destra il trattamento corpo duo levigante ed idratante Double Perfection. Purtroppo quindi non so dirvi nulla dei sieri illuminanti viso.
Entrambi i prodotti hanno in comune la fragranza: la scatola è viola, quindi significa fiorita fruttata. Sono disponibili altre 2 fragranze; la scatola rosa significa fiorita cipriata, mentre la scatola azzurra significa fiorita verde.

Iniziamo dal profumo:
Digital Reality Eau de Toilette

E’ la prima volta che guardo l’INCI di un profumo, devo essere sincera XD comunque non è un INCI bio, e contiene diversi allergeni del profumo. Non ho idea se sia una cosa normale per un profumo oppure no, in ogni caso io ho la pelle molto sensibile e soffro di dermatiti, ma questo profumo non mi ha mai provocato nessuna reazione allergica, e detto da un soggetto così sensibile direi che è proprio una bella cosa ;D
Ma parliamo della fragranza: “Digital Reality è una fresca miscela di fascino e stile, una fragranza dal respiro floreale e fruttato per una personalità contemporanea e affascinante.” E’ caratterizzata da fiori femminili e frutti dalle note fresche. Personalmente è una fragranza che mi piace molto! Non è troppo dolce, ma neanche troppo aspra, è la giusta via di mezzo, ed è seducente.
Veniamo ora alle note olfattive: le note di testa sono mandarino e ribes nero, le note di cuore sono rosa e lampone, mentre le note di fondo sono patchouli ed iris. (Se vi interessa un approfondimento sulle note olfattive nei profumi, fatemelo sapere nei commenti, e scriverò un post).
E’ un eau de toilette, quindi è più leggero di un eau de parfume, per cui è adatto a chi non ama i profumi troppo intensi. La confezione è da 50 ml quindi è una grandezza media, anche se non è disponibile in altri formati. Esteticamente trovo la boccetta pratica ed elegante. Ha un forma stabile, quindi non c’è il problema di farla cadere per la mancanza di cura nel momento dell’appoggio, ed un tappo comodo da rimuovere, inoltre l’effetto viola/trasparente del vetro è molto di mio gradimento ;D (in ogni caso io consiglio sempre di tenere i profumi nella scatola originali, per ripararli dalla luce del sole che può alterare la fragranza col tempo).
Consigliato! (Anche se il profumo è una cosa personale, quindi sta a voi decidere se è la fragranza per voi 😉 Grazie Nini! )

Veniamo adesso al trattamento corpo:
Double Perfection

E’ un trattamento bifasico, composto da scrub e crema idratante, con lo scopo di ottenere un’effetto vellutato sulla propia pelle. Non è un trattamento per tutti i giorni, ma è più una coccola da concederci una/due volte al mese.
Ecco come lo uso io: Prima di fare la doccia, quando la pelle è ancora asciutta passo lo scrubs (nella foto, quello a destra) massaggiandomi la pelle, ed insistendo in particolar modo nelle zone che ritengo più opportune (quelle in cui la pelle è più ruvida e secca, con lo scopo di levare gli strati di pelle morta, oppure nelle zone in cui ci sono peli incarniti, per farli uscire allo scoperto), dopodiché entro nella doccia e lo rimuovo accuramente. Faccio la doccia come al solito, e dopo essermi asciugata per bene, passo la crema idratante (ovviamente quella a sinistra nella foto).
Il risultato mi piace tantissimo!!! La pelle è molto più liscia e levigata, e anche morbida e profumata (essendo la confezione viola, la fragranza è la stessa di cui sopra, anche in questo caso ne esistono altre 2). E’ veramente una coccola piacevole, in particolar modo adorolo scrubs, arricchito con burro di cacao. Sono davvero soddisfatta!!! ;D
Veniamo all’INCI lo scrub (70g di prodotto) è tutto bio, ed davvero molto buono.
La crema invece (75g di prodotto) contiene siliconi.
E’ un discorso troppo lungo, così ho deciso che ci farò un post a parte, che in futuro linkerò qui (come promesso, questo è il post) per chi fosse interessato, ma vi basti sapere che a mio avviso l’unica pecca dei siliconi è che non sono un prodotto bio, ma sono convinta che non facciano male alla pelle (e vi spiegherò perché). Se notate sulla confezione, c’è un asterisco vicino ad “idratante”, che se si va a leggere dice “idratazione degli strati superiori dell’epidermide”, quindi non nutre la nostra pelle in profondità, ma solo in superficie (come tutti i prodotti che contengono siliconi).
Sia la crema che lo scrubs sono formulati per ridurre al minimo il rischio di allergie (nel mio caso, anche questa volta non ne sono stata colpita), e sono entrambi non comedogenici e senza parabeni.
A me questo prodotto è piaciuto molto, ma giustamente ci tengo ad avvisare tutte le persone che sono profondamente contro i siliconi che la crema li contiene, quindi mi sento di consigliarlo solo a chi ha preso una posizione (siliconi sì, siliconi no), o a chi non si cura di questi dettagli. (La mia posizione la potrete trovare nel post sulla mia opinione a riguardo dei siliconi, che vi ho linkato qui sopra).

Spero che abbiate trovato questa review di vostro gradimento! ;D

Nail Art – Blue Party Laser

Come promesso in questo topic, ecco una Nail Art realizzata con uno smalto Laser. Spero vi piaccia:
Blue Party Laser

da questa foto purtroppo non rende per niente il bellissimo effetto paillettes dell’anulare, quindi ne ho fatte altre per mostrarvi meglio il dettaglio, ma comunque in foto questo effetto rende molto meno che dal vivo:
Dettaglio Blue Party Laser

Vi assicuro che dal vivo è davvero bellissimo e luminosissimo, e come potete vedere dalle foto senza flash, brilla tantissimo anche se non è colpito dalla luce diretta, immaginatevi quando la luce le colpisce! 😉

Questo è il materiale che ho utilizzato per realizzarla:
Occorrente Blue Party Laser

e questo è il procedimento:

  1. Ho steso la base Collistar su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Ho steso 2 passate di smalto blu su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse (è molto importante anche aspettare che lo smalto si asciughi, tra una passata e l’altra).
  3. Ho preparato la vaschetta per Nail Art (io uso quelle dei Kit di Pupa perché sono bellissime. Sono studiate in modo che i bordi siano arrotondati per far si che non si “incastrino” le decorazioni, ma gli angoli sono “appuntiti” in modo che versare l’eccesso di prodotto all’interno del suo contenitore sia veramente facile.) ed ho aperto il tappino delle paillettes, ho steso lo smalto trasparente sull’anulare, e con lo smalto ancora bagnato ho versato le paillettes sulla mia unghia, facendo attenzione a coprirla completamente.
  4. Con il lato piatto del bastoncino ho steso e schiacciato le paillettes in modo che ricoprissero uniformamente la superficie dell’unghia.
  5. Con il lato appuntito del bastoncino ho tolto l’eccesso di paillettes “incastrati” ai bordi dell’unghia, nella parte non coperta dagli smalti.
  6. Dopo aver aspettato che lo smalto fosse asciutto ho usato il pennello a ventaglio per togliere l’eccesso di prodotto dall’unghia.
  7. Ho steso sull’unghia un’altra passata di smalto trasparente in modo da fissare meglio le paillettes all’unghia.
  8. Ho ripetuto lo stesso procedimento (dal punto 3 al punto 7) anche sull’altro anulare.
  9. Con l’aiuto del pennello a ventaglio, della vaschetta e di tanta pazienza (la pazienza serve solo quando il contenitore delle paillettes ha un’apertura così stretta, come nel mio caso), ho fatto in modo di rimettere tutto le paillettes in eccesso, rimaste nella vaschetta, all’interno del loro contenitore, in modo da non sprecarle. (La foto del materiale l’ho fatta dopo aver realizzato la nail art, come potete vedere la fialetta è praticamente piena, quindi per 2 unghie, se si fa attenzione a non sprecare l’eccesso, si usa davvero pochissimo prodotto).
  10. Ho preso 2 fiori azzurri e li ho posizionati sul piano di lavoro con la parte iridescente verso l’alto.
  11. Con il pennellino dello smalto trasparente ben pulito ho sporcato il punto dell’unghia del pollice in cui volevo applicare la decorazione, ed il dotter.
  12. Con il dotter ho posizionato il decoro sul pollice, ed ho eseguito lo stesso procedimento anche per l’altro pollice.
  13. Sugli anulari ho passato il top coat Gel Look di Kiko, perché crea un effetto gel bellissimo. Non so se avete mai visto delle unghie con il gel decorate in questo modo, ma vi assicuro che l’effetto ottico che si ottiene con questo smalto e con questo procedimento è praticamente lo stesso che decorare un’unghia con un gel e le paillettes.
  14. Su tutte le altre dita invece ho passato come top coat il Better Than Gel Nails di Essence, perché volevo far risaltare questo bellissimo smalto blu, senza appesantirlo troppo.
  15. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)

E questo è tutto. Può sembrare un po’ complicata ma vi assicuro invece che è davvero semplice da realizzare. Se non avete il bastoncino per manicure 2 in uno, potete usare uno stuzzicadenti per sostituire la punta appuntita, e le dita per sostituire la punta piatta.

Rimozione: per lo smalto laser, e le decorazioni sui pollici, nessuna difficoltà; ma per i 2 anulari è necessario procedere con il metodo della carta stagnola.

Spero che questa Nail Art vi sia piaciuta, fatemi sapere i vostri pareri nei commenti ;D

Review Kiko Digital Emotion

Oggi voglio parlarvi di questa edizione limitata di Kiko, che è uscita per questo Natale. Lo so, purtroppo anche questa volta arrivo un po’ tardi 😉

Questa collezione si divide in tre grandi categorie:

  • Holiday Make Up
  • Skin Care and Fragrances
  • Holiday Make Up Gifts

Holiday Make Up: Si compone di una palette viso che contiene una terra, un illuminante e quattro blush; una palette di ombretti da 16 colori, 4 palette di ombretti da 3 colori l’una, 3 polveri illuminanti viso e corpo, 4 illuminanti liquidi per viso e contorno occhi, una polvere spray illuminante e profumata per viso, corpo e capelli, 6 matite occhi 2 in uno, 2 mascara top coat glitter, un top coat scintillante per l’ombretto, 6 matite labbra, 6 rossetti e 6 smalti.

Skin Care and Fragrances: Si compone di 3 sieri illuminanti viso, 3 profumi e 3 trattamenti duo leviganti ed idratanti.

Holiday Make Up Gifts: Si compone di differenti set, ideali da regalare. Sono i seguenti: un set di 8 smalti dal finish micro-perlato, un set di 8 smalti dal finish sabbiato, un set di 5 rossetti, un set di 5 ombretti in stick, un set di 5 matite occhi ed un set di 6 pennelli per il trucco.

Ma parliamo più nel dettaglio degli smalti! 😉
I 6 della collezione Holiday Make up sono smalti glitter a coprenza medio-alta, in 2 passate si ottiene già un buon risultato, con 3 abbiamo un effetto coprente e superscintillante! Eccoli:

Smalti Kiko Digital
437 – Intuitive Pink
440 – Electron Blue
438 – Fascinating Burgundy
441 – Illusion Green
439 – Cyber Red
442 – Techno Black

La confezione è da 11 ml ed il prezzo pieno è € 4,90, ma adesso sono in saldo a € 1,50 fino ad esaurimento scorte.

Nella collezione Holiday Make Up Gifts invece abbiamo ben 2 set da 8 smalti ciascuna, per un totale di ben 16 smalti. La cosa brutta però è che essendo un set non si possono acquistare i colori singolarmente.
Vediamoli nel dettaglio:
Gli 8 smalti dal finish microperlato sono questi:

Smalti Kiko Satin
443 Rose Taupe
444 – Rose Coral
445 – True Red
446 – Dark Cherry
447 – Carmine Red
448 – Cobalto Blue
449 – Lawn Green

Si chiamano Satin, contengono 11 ml di prodotto ognuno, ed il prezzo dell’intero set è di € 19,90 ma adesso sono scontati a € 9,90 fino ad esaurimento scorte.

Gli 8 smalti dal finish sabbiato invece sono questi:

Smalti Kiko Sugar Mat
451 – Apricot
452 – Watermelon
453 – Cherry Red
455 – Light Taupe
456 – Teal Green
457 – Royal Blue
458 – Anthracite

Si chiamano Sugar Mat (come quelli dell’edizione limitata di quest’estate, e con essi condividono le medesime caratteristiche), contengono 11 ml di prodotto ognuno, ed il prezzo dell’intero set è di € 19,90 ma adesso sono in saldo a € 9,90 fino ad esaurimento scorte.

Degli smalti Digital l’unico che mi ha colpito è il 438 – Fascinating Burgundy ma purtroppo non sono riuscita ad accaparrarmelo, perché avendo aspettato i saldi prima di comprarlo, quando sono andata in negozio era già finito, e non credo che sia il caso di ordinarlo in internet, perché farei un ordine solo per un prodotto.

Non ho comprato neanche nessuno dei 2 set, perché non tutti i colori mi piacevano e non ho ritenuto intelligente comprare un set intero solo per pochi colori, quindi purtroppo per questa collezione non vi posso swatchare niente 😦

Però posso parlarvi più attentamente di ben 2 prodotti di quest’edizione limitata, entrambi facenti parti della Digital Emotion Skin Care and Fragrances, che mi sono stati regalati per Natale (quindi eviterò di andare a guardare il prezzo on-line per rispetto), ma non voglio fare un post troppo lungo, quindi ve li recensirò un’altra volta! 😉

In ogni caso voi cosa ne pensate di questi smalti? Li avete acquistati o ve li hanno regalati? Fatemelo sapere nei commenti! ;D