Archivio | marzo 2014

The Versatile Blogger Award

Vorrei ringranziare il blog di UnghieSmaltate98, e di conseguenza Bea, che mi ha conferito il Versatile Blogger Award, un premio che viene conferito sia ai blogger che sono in grado di spaziare tra diversi argomenti sia a quelli che non lo fanno, intimandoli quindi a dirci un po’ di più su di loro, anche semplicemente accettando il premio. Per cui è un Award versatile sia di nome che di fatto! 😉
The Versatile Blogger Award

Le regole per ricevere il premio sono le seguenti:

  • Mostrare il logo del premio ricevuto sul proprio blog;
  • Ringraziare il blogger che ci ha nominato sia nel post nostro, che nel suo tramite i commenti;
  • Scrivere 7 cose su di noi;
  • Nominare 15 blog, con i relativi link;
  • Informali del premio lasciando un commento nei loro blog;

Ebbene, quindi ora mi faccio conoscere un po’ di più da voi 😉

  1. Ho un cane di nome Dylan, è un Jack Russell Terrier zampa corta, pelo corto. Il suo nome deriva da Dylan Dog… (Dylan The Dog, che fantastico gioco di parole!) ma anche il fatto che sia lo stesso di Dylan McKay di Beverly Hills 90210 non è che mi dispiaccia xD
  2. Sono fissata per i libri! …ed intendo in modo da malata mentale!!! Perché non parlo solo del loro contenuto, ma amo anche guardarli ed averli tutti belli esposti in libreria, motivo per cui odio profondamente le versioni in brossura, e amo invece quelle rilegate. Se vado al mare quindi noleggio i libri che mi interessa in biblioteca, perché amo leggere sotto l’ombrellone ma non voglio che si sgualciscano. Questo ovviamente non significa che allora se un libro non è mio lo lancio per aria, piego le pagine, ci scrivo, lo appoggio malamente, lo tocco con le mani bagnate o sporche di crema, o altro ancora, ho un profondo rispetto per i libri, per tutti! Infatti se vado al mare e qualcuno mi presta un libro, il libro in questione lo leggo solo in casa e non in spiaggia, perchè non vorrei mai riconsegnarlo in qualche modo danneggiato al proprietario, lo stesso vale per quelle volte in cui mi concedo di portare dei libri in trasferta, stando sempre attentissima a come li posiziono in valigia. Ogni tanto sui libri ci scrivo, ma solo ed esclusivamente sui miei! Una volta non compravo tutti questi libri, ma leggevo moltissimo dalla biblioteca, col tempo mi sono resa conto di non ricordare più non solo il contenuto, ma nemmeno il titolo di molti libri da me letti, perchè non vedondoli ogni giorno in libreria la mia mente li aveva rimossi, per questo adesso tendo a comprare tutto. Per questo motivo non amo gli e-book, non vedendoli esposti avrei paura di dimenticarmi di loro. Riconosco che siano utili in molte situazioni, soprattutto in treno, ma in spiaggia risulterebbero a mio avviso ugualmente inutili, perché non rischierei di distruggere un tablet. Ovviamente io non presto i miei libri, mai. Non è per cattiveria… è che ho un problema mentale, e lo riconosco XD. Ovviamente però preferisco possedere un libro rilegato ma sgualcito, piuttosto che uno in brossura in perfette condizioni…. tanto sappiamo tutti che dopo aver letto un libro in brossura si formerà un’incavo sul dorso, è inevitabile. Comunque se compro un libro nuovo deve essere perfetto, se il libro si rovina con l’usura, benché io ci stia attenta, non vado in paranoia, perché comunque mi piace che siano un po’ vissuti; il problema è che troppo spesso nelle librerie i libri sono in vendita tutti maltrattati, è una cosa che non sopporto. A volte nei supermercati sono messi meglio che in libreria, e sono pure un po’ scontati. Il mio sogno è un giorno di avere una casa con un locale biblioteca… sarebbe fantastico!
  3. Voglio andare in California, più precisamente a Los Angeles, per vedere queste cose:
    – Disneyland, il primo parco divertimenti della Disney, inaugurato personalmente da Walt Disney nel 1955, ubicato ad Anaheim, nella periferia di Los Angeles.
    – Hollywood, soprattutto la Walk of Fame ed in particolare il piazzale del TCL Chinese Theatre.
    – Beverly Hills, giusto per rifarmi gli occhi guardando a che tipo di lusso è abituata a vivere certa gente, ritornando poi su questo pianeta con la consapevolezza che purtroppo la normalità è la mia vita e non certo la loro, e aprendo dibattiti filosofici con me stessa su questo argomento (in cui ora non mi dilungo perché ci potrei scrivere un libro! XD)
  4. Soffro il mal d’auto, motivo per il quale mi siedo sempre davanti in autobus, pullman o in automobile, ma sulle giostre, stile Gardaland o Disneyland per l’appunto, fortunatamente non ho problemi in merito 😉
  5. Ho le occhiaie da quando ero bambina, e se dormissi un anno di fila al mio risveglio le troverei ancora lì… se potessi fare qualcosa per eliminarle definitivamente sarei davvero felice! Per ora sto cercando di fare tutto ciò che è in mio potere con il make up per tentare di attenuarle, perché non sono mai riuscita a coprire al 100%, quindi se qualcuna di voi ha idee, consigli su prodotti, terapie, ecc, me lo faccia pure sapere, sono aperta a tutto! Ho seguito tutti i consigli di Clio in merito ma ancora non ci sono riuscita, sto pensado di farei provini per la sua trasmissione su Real Time, anche se andare a New York per partecipare a Clio Make Up la vedo un po’ dura, e Make Up Time con Clio in genere si occupa di occasioni speciali più che di trucchi specifici… Purtroppo non conosco altri Make Artist a cui poter chiedere informazioni in merito.
  6. Il mio segno zodiacale è il LEONE e mi rispecchio molto nelle descrizioni generiche del segno. Inoltre mi piace l’astrologo Paolo Fox, e ritengo che tutto quello che dica sia sempre vero, ho avuto modo di verificarlo più e più volte… quindi si può dire che “credo nell’oroscopo” però solo in quello fatto da gente seria (e molto spesso non è così purtroppo).
  7. Non sopporto la Apple come status symbol, nè la loro politica aziendale proprietaria. Amo Google perché è il suo esatto contrario e ritengo che le politiche open source siano nettamente migliori di quelle proprietarie. Ritengo che un’apparecchiatura debba essere scelta per le sue caratteristiche tecniche e non perché ha una mela morsicata sul retro. Inoltre sono profondamente infastidita dal fatto che si trovino dei bumper splendidi per gli iPhone praticamente ovunque ;-P (comunque se si cerca bene ce ne sono tanti kawaii anche per gli altri smartphone! 😉 )

Spero di non avervi annoiato troppo! 😉

Questi sono i 15 blog che desidero nominare:

Spero che vi faccia piacere, e che accettiate il premio! 😉

Annunci

Smalti Pupa Special Effect – Underwater

Pupa in questi giorni ha fatto uscire 5 nuove edizioni limitate, composte da 6 smalti ciascuna. Ve le mostrerò una alla volta, ed ho deciso di iniziare da quella che secondo me è la più bella! 😉
Pupa Underwater
Vengono definiti smalti dall’effetto 3D multicolore, ma vediamoli un po’ più nel dettaglio 😉

Speciale smalto dalla rivoluzionaria texture arricchita con esclusivi mini e maxi glitter in rilievo. Unghie dal delicato effetto 3D e dal finish brillante multicolore per un nail look chic e scintillante.
Il maxi applicatore piatto big brush con 440 setole dal taglio arrotondato, garantisce un prelievo e un rilascio ottimale del colore per una stesura semplice e veloce in un solo gesto.

Disponibile in 6 colori ispirati ai riflessi dell’acqua:

001 Pink Underwater 001 – Underwater Pink
Swatch 001 Pink Underwater
002 Red Underwater 002 – Underwater Red
Swatch 002 Red Underwater
003 Violet Underwater 003 – Underwater Violet
Swatch 003 Violet Underwater
004 Blue Undewater 004 – Underwater Blue
Swatch 004 Blue Undewater
005 Green Undewater 005 – Underwater Green
Swatch 005 Green Undewater
006 Gold Underwater 006 – Underwater Gold
Swatch 006 Gold Underwater

Oggetivamente il rosa non mi sembra per niente rosa, a vederlo così lo definirei argento, il rosso invece, quello sì che a mio avviso è rosa! Non trovate anche voi?

Ogni boccetta contiene 5 ml di prodotto per un costo di € 6,00.

Io non li ho provati e non ho idea della coprenza, nè di tutto il resto, però tra quelli delle nuove collezioni Pupa sono la categoria che mi attira di più, in particolare il mio preferito è lo 003 – Violet.

E con questo è tutto. Voi cosa ne pensate di questa nuova linea? Avete già acquistato qualche prodotto? Fatemelo sapere! ;D

Review Rimmel London Salon Pro with Lycra

Come sapete, recentemente ho scoperto questa linea di smalti effetto gel, ed in questo topic vi ho fatto lo swatch del rosso, il primo che ho acquistato.

Ho trovato da Upim un’interessantissima promozione, in cui questi smalti, venduti da loro ad un prezzo di € 6,90, sono adesso scontati a € 2,00. Ovviamente non ho potuto non approfittarne!!!

Purtroppo non sono rimasti moltissimi colori, ed alcuni di essi, davvero splendidi, li possedevo già, anche se di altri brand. Per cui ho comprato questi 4:
Rimmel London Salon Pro with Lycra

Come già detto, questi smalti effetto gel promettono una durata di 10 giorni, la resistenza agli urti, ed il colore che non sbiadisce… e mantengono la promessa!!! Inoltre hanno una coprenza è ottima, un pennello veramente fanstico, largo, piatto e pieno di setole… per non parlare della consistenza… davvero perfetta!

La gamma ne contiene 66, 11 dei quali sono stati creati da Kate Moss, li potete riconoscere perché nello spazio normalmente vuoto c’è scritto Kate in corsivo e vi è disegnato un cuoricino.

Come saprete però benché una determinata linea abbia certe caretteristiche, purtroppo non sempre tutti i colori le soddisfano a pieno, e testandone uno solo non si può avere una visuale generale per tutti i prodotti, quindi adesso vi parlerò nel dettaglio di questi 4 che ho comprato, quello che penso del rosso, ve l’ho già detto nel post sopracitato! 😉
Procederò come da foto, da sinistra verso destra:

  • 431 – Stormy Skies: Tutto quello che vi ho detto del rosso, vale anche per questo colore. Perfetto! 😉 Inoltre questa particolare sfumatura di grigio a mio avviso è molto bella ;D
  • 500 – Peppermint: Questo colore mi piace davvero tanto! E’ un colore chiaro quindi la coprenza non è perfetta in una sola passata, ma con 2 non ci sono problemi, raggiunge davvero un colore pieno!
  • 620 – Someone Like Blue: Ahi Ahi Ahi… la prima nota dolente! Il colore è molto bello, ma nonostante quello che dice la boccetta, non reputo che il suo finish sia effetto gel, infatti è più metallico… e qual è il problema? Purtroppo rimangono delle striature una volta steso 😦 😦 😦 uffa. Peccato! Fortuna che è coprente e che il pennello è largo, in questo modo si può stendere in una sola passata e ridurre il problema delle striature al minimo, per cui vi sconsiglio di acquistare gli smalti con questo finish di questa linea. La cosa positiva è che si possono riconoscere senza problemi anche solo dalla boccetta, perché hanno dei riflessi metallici iridescenti. Avendolo pagato 2 euro, l’acquisto comunque non mi dispiace, ma se l’avessi pagato a prezzo intero ci sarei rimasta decisamente male!
  • 623 – Bethnal Green: Bellissima tonalità di verde! Questo smalto oltre ad avere un finish effetto gel, ha anche un finish shimmer dorato! Veramente bello! Soprattutto perchè una tipologia non preclude l’altra. Anche questo colore è chiaro, quindi servono 2 passate per avere una comprenza ottimale.

Che dire? In generale questa linea si conferma ottima, tranne per qualche tonalità (dico qualche perché ipotizzo che ce ne siano altre dal finish metallico).
La coprenza si riconferma ottima per tutti i colori, anche per quelli che per essere chiari sono stupefacenti! In molte linee i colori chiari, hanno una coprenza decente in 3 passate, invece per questi ne bastano due per essere perfetti.
Vi ricordo inoltre che la quantità è davvero abbondante, ben 12 ml per ogni boccetta! Ovviamente l’unica nota dolente è il prezzo di listino, ovvero € 9,50, ma si può trovare spesso a meno, e poi quando capitano offerte simili, non si può proprio resistere!!!

Posso quindi confermare la mia prima impressione, questa linea è davvero valida e molto bella! ;D Ve la consiglio! ;D

Per finire vi lascio gli swatch sulle tips di questi 4 colori:

Swatch Rimmel London Salon Pro with Lycra

Purtroppo l’ordine non è lo stesso di prima, in questa foto potete vedere da sinistra verso destra il 623, il 500, il 620 ed il 431.

Presto vi mostrerò delle nail art realizzate con questi smalti 😉 Voi ne possedete qualcuno? Li avete provati? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere! ;D

Il FIMO per Nail Art

Per realizzare delle Nail Art, le decorazioni per unghie sono sicuramente un accessorio fondamentale!

Per questo motivo ho deciso di creare una nuova rubrica, nella quale ve ne parlerò meglio! Ho deciso di iniziare approfondendo sul fimo 😉

Questo è tutto quello in mio possesso:
Fimo per nail artMa che cos’è il fimo???

Il Fimo è una pasta sintetica facilmente modellabile e termoindurente, utilizzabile per la creazione di piccoli oggetti. La sua consistenza lo rende adatto ad essere trasformato in oggetti rotondi, in fogli sottili o tagliato a strisce con un coltello. Non secca all’aria ma può essere indurito cuocendolo in un comune forno.

Per cui la pasta di fimo viene utilizzata dagli artisti per creare piccoli oggetti e gioielli, questo è un’esempio di soggetti realizzati in fimo (trovata su google immagini):
soggetti in fimo

Secondo me gli artisti che lavorano col fimo sono davvero fantastici, anche perché in genere fanno tutti soggetti coloratissimi e kawaii… entrambe cose che adoro! 😉

Ma torniamo a noi. Il fimo che si utilizza per realizzare le nail art credo proprio che sia fatto a macchina e non da artigiani… perché è veramente piccolissimo e non credo che si possa realizzare manualmente… ma se qualcuno è in grado di farlo, sarei molto lieta se mi spiegasse come 😉
In ogni caso, quando viene creato, per ovvi motivi di semplicità, viene realizzato in barrette, ognuna delle quali ha una lunghezza di 5 cm.

Barrette di Fimo

Per diventare una decorazione per unghie è necessario tagliarlo: come potete vedere nella foto io uso una lametta apposita, ma se non la possedete, un normale taglierino andrà benissimo.

Se possedete le barrette, potete tagliarle al momento del bisogno, oppure portarvi avanti, e tagliarne un po’ per volta, ovviamente in questo caso però dovrete pensare a dove conservare le fettine di fimo, una volta tagliate.
Io preferisco tagliarle prima se riesco, perché non è proprio una cosa semplicissima da fare, ci vuole un po’ di pratica e pazienza prima di raggiungere il giusto spessore. Sì perché la cosa importante è che siano sottili, in questo modo la nail art risulterà molto più naturale. Se le dovete usare su ricostruzioni col gel, potete anche farle più spesse, tanto andrete a limarle dopo, ma su unghie naturali è molto importante che siano sottili…. ovviamente però c’è il rischio che tagliandole sottili, si spezzino o non si riesca a tagliarle totalmente… non preoccupatevi, è normale! In ogni caso io non butto mai le fette che non vengono perfette, perché a volte per una nail art serve mezza fetta di fimo, o addirittura un quarto, e a mio avviso è uno spreco usare una fetta perfetta per questo scopo (le tengo dentro una scatolina rotonda apposita). Riguardo alle fette troppo spesse cerco di tagliarle in due per evitare di buttarle, anche se è un po’ complesso, e le tengo ferme con una pinzetta per riuscirci…

Questo è un video di una youtubers che fa vedere la sua tecnica per tagliarlo:

La mia è un po’ differente, ma è complicato da spiegare… ci vuole pratica! Chissà, magari un giorno farò un video anche io 😉

Ma dicevamo… se riesco, mi piace tagliare il fimo prima di realizzare le nail art, in modo da poterlo fare con calma… ma poi dove lo tengo??? Ecco la risposta:
scatola fimo nail art 12 scomparti

Se infatti notate nell’immagine con le barrette di fimo ce ne sono 12 più corte davanti, tutte con soggetti floreali… così ho praticamente “montato” la mia scatola di fimo a forma di fiore, eccola:
Scatola fimo 12 fiori floreale scomparti

Se però non ve la sentite di tagliare il fimo a mano, come potete fare? State tranquille, perché lo vendono già affettato! Non so se venga tagliato con dei macchinari o a mano, fatto sta che in commercio si può trovare già affettato! Il problema però è che le fette non sono tutte uguali e a volte se ne trovano di troppo spesse, oppure di spezzate o rovinate, in quello già affettato… però principalmente sono tutte molto sottili, almeno nel mio caso è stato così! Sono tutte sottilissime, davvero perfette, però ce n’era una rovinata ed una grossissima. Un’altra cosa brutta delle ruote è che la quantità è casuale… ad esempio in questa c’è pochissimo lime, ma moltissimo pompelmo rosa…
Ruota di frutta di Fimo nail art

E questo è tutto! …o quasi! Per rispondere alla richiesta di magnumina, ecco dove ho comprato il tutto:

Le barrette di fimo le ho comprate su ebay da un venditore di Hong Kong, sofastshop, 100 barrette più la lametta a circa 6 euro. Lati positivi: il prezzo, davvero imbattibile!!! E la sorpresa, ovvero: “quali soggetti mi capiteranno?” perché sono casuali ed assortiti, ovviamente non si possono scegliere. Lati negativi: il tempo di consegna… e la sorpresa! XD perché alcuni soggetti possono essere brutti, duplicati, o non graditi…

La scatola con 12 scomparti l’ho comprata sul sito marynailshop dove si possono trovare molti altri oggetti per nail art, lì ho comprato anche molte altre decorazioni, il foil ed i pennelli. E’ in Italia, la spedizione e la consegna sono molto rapide e sono decisamente gentili e disponibili, vi consiglio di farci un salto! 😉

La ruota invece mi è stata regalata, quindi non so dirvi nulla in merito, mi spiace!

Infine, come applicarlo sulle unghie? Semplicissimo! E’ sufficiente lo smalto trasparente, più abbondante di quello per i normali strass ed il dotter.

  1. Mettete lo smalto trasparente con l’applicatore, nella zona dell’unghia in cui volete applicare il decoro.
  2. Con il dotter sporco di smalto prendete la fettina di fimo e posizionatela nel punto desiderato.
  3. Stendete il top coat sopra l’intera unghia, inglobando bene il decoro.

Ricordate che dovete sempre applicare il top coat sopra, perché la sua dimensione è molto grande  rispetto alle normali dimensioni delle decorazioni per unghie, e senza il top coat rischia di saltar via, ma se lo mettete non ci sono problemi 😉 col top coat a me non è mai saltato via, senza invece purtroppo sì.

In ogni caso spero di essere stata esaustiva e che questo post sia stato di vostro gradimento. ;D

PS Come promesso a Bea, uno dei prossimi argomenti sarà il foil, ma se avete altre richieste per altri appronfondimenti su decorazioni per unghie o altro, non esitate a chiedere! ;D

Nail Art – Red Ace Hearts

A voi piacciono le carte? Io le adoro! ;D

Non sono certo una giocatrice d’azzardo però!  Ad ogni modo, se lo fossi vorrei sicuramente un tocco di rosso, un colore che porta fortuna, per cui ho realizzato questa Nail Art:

Nail Art Red Ace Heart Asso di cuori rosso

Questo è l’occorrente utilizzato:
Occorrente Nail Art Red Ace Heart Asso di cuori rosso

ed ovviamente la parte più importante, ovvero il fimo a forma di carta, più precisamente, l’asso di cuori:

Fimo Ace of Heart Asso di cuori

ve ne basteranno solo 2 fettine 😉

Ma veniamo al procedimento:

  1. Ho steso la base Kiko su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Ho steso lo smalto rosso effetto gel, su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  3. Adesso passiamo al decoro, ho realizzato solo sugli anulari. Il fimo che ho usato l’ho acquistato in barretta, quindi per utilizzarlo ho dovuto prima tagliarlo, se il vostro fimo è già tagliato, saltate il punto seguente.
  4. Ho tagliato il fimo con l’apposita lama per fimo, facendo molta attenzione perché le fettine risultassero sottili, se fossero troppo spesse infatti l’effetto non sarà molto bello, l’applicazione sarà più complicata, e sarà facile che saltino via. Se avete il fimo in barretta ma non la lametta, vi consiglio di usare un taglierino per tagliarlo. Inizialmente tagliare il fimo sarà un po’ complicato, e molte delle fette tagliate non andranno bene e saranno da buttare: non demoralizzatevi però! Col tempo e la pratica diventerete bravissime ;D
  5. Ho messo una goccia, più abbondante del solito, di smalto strasparente, nell’angolo in cui volevo applicare il decoro (è necessario più smalto, perché il fimo è molto più grosso dei classici brillantini per unghie).
  6. Con l’aiuto del dotter, sporcato di smalto trasparente, ho applicato il fimo.
  7. Dopo averlo pulito, con lo smalto bianco ed il dotter, ho realizzato 3 file di puntini nell’angolo opposto a quello in cui ho applicato il decoro.
  8. Infine ho applicato il top coat Kiko effetto gel su tutte le unghie.
  9. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)

Rimozione: basta il semplicissimo solvente per unghie, ma il fimo farà un po’ di restistenza, quindi dopo aver rimosso lo smalto consiglio di sollevarlo con le dita e staccarlo, e poi riprendere tranquillamente la rimozione col solvente 😉

Cosa ne pensate di questa nail art? Fatemelo sapere! 😉

Campioncini di profumo – Parte Prima

Ieri stavo sistemando il mio make up, perchè ho comprato una cassettiera atta a contenerlo, ed ho trovato un giro diversi campioncini di profumo. Ho deciso di ordinare anche loro, mettendoli dentro il vasetto di una crema viso ormai finita:
Campioncini di Profumo
Non trovate che siano carini? 😉

Ad ogni modo, vorrei parlarvene meglio! 😉

DIOR ADDICT – Eau Délice

“Ho creato questo profumo per vestire ogni donna con una scia di desiderio e per veder sorgere dal suo flacone tutti i miei abiti…” Christian Dior
È così che è nato Miss Dior, un chypre d’eccezione sinonimo di amore ed eleganza assoluta.

Christian Dior ha quindi creato 3 fragranze di Eau de Toilette (eau délice, eau fraîche, eau sensuelle) ed una fragranza di Eau de Parfum. Io possiedo il campioncino di Eau de Toilette Eau Délice:
Dior Addict

Un fresco profumo floreale e fruttato che mette l’acquolina in bocca. Eau Délice si apre con le note dolci e acidule dei Mirtilli Rossi, sprigionando una fragranza intensa e delicata. Il fresco cuore floreale vede sbocciare il meraviglioso e raro Ylang Ylang delle Comore per lasciare il posto al fondo di Muschi Bianchi che donano densità, persistenza e morbidezza.

Una fragranza che affascina, facile da vivere, facile da amare.

Note di Testa: Mirtilli Rossi – I Mirtilli rossi, con il loro profumo pungente, dolce e acidulo, conferiscono a Dior Addict Eau Délice una deliziosa dolcezza.

Note di Cuore: Ylang Ylang delle Comore – Coltivati a Mayotte, nell’arcipelago delle Comore, i fiori freschi di Ylang-Ylang vengono distillati con vapore acqueo per produrre un’essenza utilizzata in profumeria nella composizione di diverse fragranze. L’Ylang-Ylang sublima Dior Addict Eau Délice con fresche note floreali, donando pienezza, seduzione ed eleganza alla composizione.

Note di Fondo: Muschi Bianchi – I Muschi Bianchi donano un effetto cotone, ovattato e puro allo stesso tempo, una sensazione di avvolgente morbidezza.

Formati disponibili: Vapo. 20 ml (€ 43,95), Vapo. 50 ml (€ 63,95), Vapo. 100 ml (€ 90,95).

Dior Addict Eau Délice

Cosa ne penso io? Mi piace, ma non è tra i miei preferiti. E’ dolce, ed io amo i profumi dolci, ma non è di quelli dalla dolcezza nauseante (anche se credo che per me la dolcezza nauseante non esista XD), è più acido, comunque molto buono. Sarei curiosa di provare anche le altre fragranze.
Voto: 8.

MISS DIOR Chérie – Eau de Toilette

Grazie ad un delicato connubio di freschezza, audacia e sensualità, le fragranze Dior Addict celebrano la gioia di vivere, l’arte della seduzione e della libertà. Per Christian Dior sono un autentico inno alla giovinezza, “il privilegio di avere l’età della spensieratezza, l’età in cui puoi ballare a qualsiasi ora e a qualsiasi costo e vivere amori frivoli e leggeri…”

Miss Dior è stato il primo profumo ad essere creato e commercializzato dalla casa di moda francese Dior, nel 1947 ed arrivò nei negozi contemporaneamente alla sua linea di abbigliamento legata al suo concetto di New Look, e pertanto finì per esservi associato. A rafforzare questa associazione ci pensarono anche i manifesti pubblicitari, in cui il profumo era associato al disegno di una donna vestita con un pantaloni e giacca. Miss Dior deve il suo nome a Catherine Dior, la sorella di Christian Dior.
Nel 2005, in occasione del centesimo anniversario della nascita di Christian Dior, è stato prodotto Miss Dior Chérie, una versione più moderna del classico Miss Dior, destinato ad un pubblico più giovane. Nel 2007 è stato prodotto Miss Dior Chérie Eau de Toilette, e nel 2008 sono uscite 3 nuove distinte edizioni del profumo: Miss Dior Chérie Blooming Bouquet, Miss Dior Chérie Eau de Printemps e Miss Dior Chérie L’Eau. Attualmente sul mercato ne esistono 5 edizioni: Miss Dior – Le Parfum, Miss Dior – Eau de Parfum, Miss Dior – Eau de Toilette, Miss Dior – Blooming Bouquet e Miss Dior – Extrait de Parfum.
Miss Dior

Quella che ho io quindi è sicuramente un’edizione limitata, e stando a ciò che c’è scritto sul campioncino dovrebbe essere quella del 2007. Purtroppo non sono riuscita a trovare in giro le note olfattive di questo profumo, il massimo che ho trovato, stando a wikipedia, è la sua composizione: bergamotto calabrese, essenza di arancio, fresia, mughetto e patchouli.
Miss Dior Chérie eau de toilette
Cosa ne penso io? E’ un profumo molto fresco e buono (veramente buono!), ma troppo leggero e delicato per i miei gusti (si sente troppo poco purtroppo). Sicuramente estivo, molto bello anche il package, peccato che ormai sia introvabile. Immagino però, stando alle note olfattive, che non sia troppo distante dalla versione classica di Miss Dior – Eau de Toilette
Voto: 7.5.

ELIE SAAB – Le Parfum

Un Eau de Parfum per una donna fulgida e radiosa. Come un abito Haute Couture ricavato da una stoffa preziosa, l’Eau de Parfum celebra lo spelndore e la luminosità di una femminilità fulgida. Il flacone, autentico gioiello di vetro e luce, riflette all’infinito le sfumature color miele dorato del profumo.

Questo stilista libanese ha una linea composta da 4 profumi, ma quello di cui vi parlerò oggi è stato il suo primo profumo:
Elie Saab - Le Parfum

Una fragranza floreale e solare con note di legno aromatico, nata come un’ode alla luce. Un profumo radioso, voluttuoso e dalla scia avvolgente.

Note di Testa: Fiori d’Arancio – Per un’abbagliante intensità.

Note di Cuore: Gelsomino – Questo fiore sontuoso, emana una sensualità profonda.

Note di Fondo: Legno di Cedro e Miele di Rosa – Donano a questo profumo un’aroma irresistibile.

Formati disponibili: Vapo. 30 ml (€ 51,00), Vapo. 50 ml (€ 76,50), Vapo. 90 ml (€ 104,00).

Elie Saab - Le Parfum - Eau de Parfum

Cosa ne penso io? Il package è molto bello, ma la frangranza non mi entusiasma. Personalmente non mi dice nulla.
Voto: 5.

Direi che per oggi può bastare così coi profumi, prossimamente continuerò parlandovi anche degli altri.
Comunque voi conoscete questi profumi? Ne avete qualcuno? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere! ;D

Nail Polish Obsession Tag

Sono stata taggata da UnghieSmaltate98 in questo post tag:
Nail Polish Obssession Tag

Ed ovviamente ho intenzione di rispondere 😉

1. Qual è il tuo brand preferito di smalti?
Sicuramente Kiko.
E’ la marca di cui possiedo più smalti (ad oggi ne ho 58).  Il motivo? Principalmente mi sono avvicinata a questa marca grazie alle offerte che continuano a fare (la prima che ho visto, circa 2 anni fa) è stata 11 ml di prodotto per € 2,50 ma ne hanno fatte addirittura di migliori!), ma non mi sono fermata qui. Hanno una vastissima gamma di colori, continuano a far uscire nuovi smalti dai finish decisamente particolari, i pennelli Kiko mi piacciono davvero molto, hanno una lunghezza, un’ampiezza ed una consistenza con cui mi trovo molto bene. L’unica cosa negativa è che non tutti i colori hanno una buona comprenza, però con un po’ di pazienza (ovvero 3 passate) si possono ottenere ottimi risultati da ogni colore. Un’altra cosa negativa sono i tempi di asciugatura… purtroppo un po’ lenti, perché gli smalti sono abbastanza liquidi (ma anche qui dipende dai colori), questa però a mio avviso non è una cosa negativa, gli smalti troppo densi infatti sono più difficili da stendere perché è difficile farlo senza lasciare striature, soprattutto se si tratta di ritocchini. In ogni caso è senza ombra di dubbio la miglior marca in rapporto qualità/prezzo che io abbia mai provato. Ovviamente ci vuole pazienza per ottimizzare il rapporto qualità prezzo (anche se in ogni caso il prezzo intero massimo per 11 ml di prodotto è di € 4,90)! Siccome so che fanno sempre i saldi, cerco di evitare (se ci riesco) di comprare nuovi smalti nel momento in cui escono, ma cerco di aspettare i saldi, in cui si trovano gli stessi prodotti a € 2,50, € 1,50 o addirittura € 1,00. E’ vero, in questo modo spesso non ho le unghie “di tendenza” nel momento opportuno… ma siccome ho seri problemi di shopping compulsivo, quando si tratta di smalti, è meglio cercare di controllarsi! In ogni caso io non mi limito praticamente mai ad indossare semplicemente uno smalto in maniera standard, quindi i problemi di “moda” non mi toccano poi così tanto XD

2. Glitter si o glitter no?
I glitter mi piacciono molto, l’unica cosa negativa è il fastidio di toglierli, però rendono le nail art sempre molto particolari. In ogni caso con il metodo della carta stagnola ho risolto anche i problemi di rimozione (prima di scoprirlo era davvero un’incubo!), certo è sempre più lungo che con gli smalti normali, anche perché non si possono usare i fast remover, però assolutamente glitter sì! ;D

3. OPI, China Glaze o Essie?
Non ho mai provato nessuna di queste marche perché purtroppo i costi sono troppo elevati per i miei standard, ma se mai li troverò in promozione, sarà un piacere per me testarli 😉

4. Ogni quanto cambi smalto?
Ogni 4 giorni circa, anche se la nail art è ancora perfetta, perché mi stufo a vedere le mie unghie sempre uguali. A volte però capita che io non abbia tempo, quindi arrivo anche a tenere una nail art per 6 giorni, soprattutto se non si è rovinata.

5. Qual è il tuo colore preferito sulle unghie?
Mi piacciono tutti, ma in particolare amo il rosso e tutte le gradazioni di rosa 😉

6. Chiari o scuri? Entrambi, prevalentemente chiari in primavera ed estate, scuri in inverno. (Questa è la risposta che ha dato Bea, e la condivido al 100%).

7. Unghie mat: in o out?
In questo periodo in cui la tendeza assoluta sono gli smalti effetto gel, le unghie mat sono un po’ out, anche se in questa primavera sia Kiko che Pupa hanno lanciato dei prodotti dal finish opaco. In ogni caso a mio avviso niente sulle unghie è out, anche se è passato di moda, l’importante è fare una nail art adeguata! 😉 In ogni caso personalmente non amo molto l’effetto mat, preferisco le unghie lucide, ma ogni tanto per qualche particolare nail art, ci può stare 😉

8. Ti piace la french?
Sì. Quella classica è davvero molto molto molto elegante… ma allo stesso tempo è banale! Mi piace fare variazioni di french, ma il problema è che bisogna avere sempre le unghie lunghe (o come minimo medie) per realizzarle, e questo è un punto a suo sfavore, perché nella vita di tutti i giorni non sempre si riesce a tenere le unghie lunghe, sia perchè a volte si spezzano, sia perché troppo lunghe sono scomode in varie occasioni (ad esempio togliere le lenti a contatto con le unghie lunghe è un’incubo! XD)

9. Colore di smalto preferito d’inverno?
Blu (ma anche tutti i toni del rosso, e quelli metallici)

10. Colore di smalto preferito d’estate?
Giallo (ma in realtà tutti quelli chiari ed allegri, d’estate è bellissimo mettere lo smalto!)

Ed ora che ho finito di rispondere, chi vorrei taggare io? EasiNails, ma è già stata taggata, e come potete notare ha anche già risposto, Un’estetista tra i mulini, che anche lei è già stata taggata, ma ancora non ha risposto, Laura di MyMakeupBox, Roberta di Rori Beauty Space e tutte voi che avete letto quest’articolo ed avete voglia di farlo; se non avete un blog, potete rispondere nei commenti! 😉