Archivio | ottobre 2015

My Nail Care – Lime per unghie

Buongiorno ragazze!
Oggi dopo tanto tempo mi vedete di nuovo alle prese con un post della mia rubrica My Nail Care. Per tutte le informazioni su questa rubrica, vi rimando a questo post, ad ogni modo, riassunto brevemente si tratta di questo:

Esiste il look “acqua e sapone” anche per le nostre unghie? Ebbene sì!
Con questa mia nuova rubrica desidero quindi mostrarvi, articolo per articolo, i vari strumenti per avere delle belle unghie anche senza smalto. Cercherò di procedere per gradi, illustrandovi tutto nel dettaglio e poi probabilmente inserirò anche qualche tecnica base anche con l’ausilio degli smalti.

Oggi finalmente riesco a pubblicare un articolo che ho preparato nella mia testa moltissimo tempo fa XD (certo che dovrei iniziare a smettere di farmi le bozze solo in testa ahahah XD)

e finalmente riuscirò a parlarvi delle lime per unghie! Inizamo con un’overview di tutti i prodotti di questa tipologia in mio possesso:

Lime & Buffer - Elrien87

C’è molto da dire su questo argomento, quindi procediamo per gradi.

Le Lime

Le lime per unghie si distinguono per due fattori, il materiale di cui sono fatte, e la dimensione della grana.
Partiamo da quest’ultima che è una cosa di fondamentale importanza anche se un po’ meno conosciuta.

Il numero della grana delle lime indica quanto sono grosse le particelle che la rendono ruvida, per questo motivo più piccolo è e più accorcerà le vostre unghie velocemente e sarà aggressiva, mentre più grande è, più sarà utile solo per le piccole rifiniture.

Generalmente le lime a grana grossa, quindi col numero piccolo, sono indicate solo per chi ha le unghie ricostruite, perché altrimenti la limatura sarà aggressiva; se però le vostre unghie sono sane, io vi consiglio vivamente di usare quelle quando dovete accorciarle molto, perché come penso saprete, le unghie non andrebbero mai tagliate, ma sempre limate, perchè tagliandole si rischia di danneggiarle e spezzarle. Ovviamente però tagliare le unghie è una cosa decisamente più rapida, rispetto a limarle, starete pensando voi… ebbene… non proprio! Se usate la giusta lima infatti sarà un’operazione abbastanza rapida e soprattutto avrete molto più controllo sulla forma che le vostre unghie prenderanno!

Il vero problema è che in moltissime lime in commercio, non è indicato lo spessore della grana, il che a mio avviso è un po’ una tragedia, in quanto la reputo un’informazione essenziale. Fra tutte le lime che ho, infatti conosco la grana solo di 4 di esse, tutte in cartone, le seguenti:

Lime Kiko e Trebosi con grana Elrien87

  • Trebosi – Lima a banana
    Lima fucsia neon con grana 180.
  • Kiko Nail File 02 – Medium
    Lima con doppia grana, dal lato con le scritte è 180, mentre dall’altro lato è 240.
  • Trebosi – Lima fantasia
    Lima con grana 200.
  • Kiko Nail File 03 – Fine
    Lima con doppia grana, dal lato con le scritte è 240, mentre dall’altro lato è 280.

Secondo la mia esperienza quindi la grana 180 va bene per accorciare le unghie naturali, anche se la lima a banana bianca che vedete nell’overview ha una grana ancora più spessa e mi trovo bene comunque. Putroppo di quella lima, come di tante altre in mio possesso, non so davvero nulla, quindi io vi consiglio vivamente d’ora in poi di comprare lime solo se la grana è indicata. Cofrontandole poi con quelle che già possedete, riuscirete a farvi una vaga idea dello spessore della grana.

Ovviamente questo non sarà sempre possibile però se le lime sono in cartone, perché le lime in cartone sono soggette ad usura, quindi una lima consumata, indipendentemente dalla sua grana, risulterà liscia al tatto. Per questo motivo, ricordatevi sempre di sostituire regolarmente le vostre lime in cartone!

A questo punto quindi possiamo spostarci sui materiali.

Esistono lime di diverse materiali ed anche lime ibride. Le lime più comuni sono quelle in cartone, di cui abbiamo già parlato, quello di metallo e quelle di vetro. Ci sono anche le lime di legno e di plastica.

Le lime di metallo sono poco flessibili, mentre quelle di vetro non lo sono affatto. Le lime di metallo sono adatte ad unghie robuste, mentre quelle di vetro sono molto più delicate ed adatte a qualsiasi tipo di unghie. Generalmente queste lime non badano alla grana perché la differenza la facciamo noi, in base a quanta pressione applichiamo durante l’utilizzo. La cosa bella di queste lime è che sono per sempre! Indipendetemente dall’utilizzo che ne fate non si usurano, inoltre sono labili e disinfettabili, quindi anche più persone possono utilizzare la stessa lima 🙂 (ricordatevi invece che le lime in cartone sono strettamente personali!)

Ma ora passiamo alle lime ibride, ovvero quelle di legno o di plastica. Questa tipologia di materiali non è intesa per la parte superficiale dell’unghia, che generalmente è sempre in cartone, ma per “l’anima” della lima, in modo da renderla più o meno flessibile o resistente, per comodità di utilizzo. Le 4 lime che vi ho mostrato prima infatti sono tutte ibride, 3 di loro hanno un’anima di plastica, mentre la Kiko Nail File 03 – Fine è di legno. Lo strato superficiale, quello della lima vera e propria, invece è in cartone.
Quindi in realtà esistono solo 3 materiali per le lime vere e proprie, il resto è solo un fattore di forma e comodità.

Quindi che differenza c’è tra una lima dritta o una a banana? Assolutamente nessuna, stessa cosa vale per le lime con impugnatura, alla fine è solo un fatto di vostra comodità personale, durante l’utilizzo.

Ovvimente le lime ibride con l’anima in plastica sono molto più comode da utilizzare delle vecchie lime 100% in cartone, ma per quello che riguarda la forma e l’impugnatura, state tranquille, la vera differenza non esiste 😉

Spero di avervi chiarito le idee sulle lime! 😉

Per evitare di rendere questo articolo troppo lungo, dettagliato e noioso, ho deciso che vi parlerò dei buffer e delle lime multi-funzionali nel prossimo articolo di questa rubrica.

Voi quali lime utlizzate? Quali sono le vostre tipologie preferite? Fatemi sapere tutto nei commenti! 😉

Annunci

Review Top Coat Essence – Better Than Gel Nails

Ciao ragazze!!!

Eccomi nuovamente con una review che voglio scrivere da parecchio tempo!!! 😉

Sto parlando di questo top coat di Essence, il Better than gel nails:

Review Top Coat Essence Better Than Gel Nails by Elrien87

che è stato vittima di pettegolezzi in quanto girava voce che avessero smesso di produrlo e le nails addicted avevano iniziato a farne scorte infinite! …Ebbene, le vostre scorte non serviranno, perché a questo top coat era stato solo cambiato il packaging e probabilmente anche la formula, per rendere l’effetto ancora più glossato! 😉

Questa è la descrizione ufficiale dell’azienda:

Lo step finale per una manicure davvero glossy: lo smalto sigillante dal gel-look! la formula speciale sigilla il tuo smalto e regala unghie estremamente brillante.

E’ uno smalto 4-free e la confezione contiene 10ml di prodotto, lo smalto ha un PAO di 24 mesi ed il suo prezzo è di € 2,99.

La Essence, come potete notare, lo descrivere come uno smalto “effetto gel”, però non è così perché questo smalto non presenta le tipiche caratteristiche (sia in pregi che in difetti) dei top coat di questa tipologia, che vi avevo descritto in questo post.

Io infatti ho deciso di soprannominarlo “effetto semi-permanente” essendo un finish davvero gloss, che però non dona spessore all’unghia, e confrontandolo con alcune amiche che usano il semipermanente ho notato che l’effetto è davvero simile! 🙂

Questo top coat dunque è molto particolare, ma adesso passiamo alla review vera e propria in cui sì, vi illustrerò i suoi pregi, ma anche i difetti.

Partiamo come al solito dai difetti: il problema principale di questo smalto, è che tende a sollevarsi, ma davvero moltissimo! Per cercare che questo accada il meno possibile è bene usare un base coat (cosa che in ogni modo io vi consiglio SEMPRE di fare) prima dello smalto, assicurandosi di prendere bene tutta l’unghia, e poi stare bene attenti a non finire sulle pelle quando lo si stende. Però nonostante le accortezze, potrebbero comunque verificarsi situazioni simili:

Essence Better Than Gel Nails Review by Elrien87

E’ proprio un gran peccato 😦
L’altro difetto che ho riscontrato in questo smalto, è il packaging: la boccetta nera sinceramente è odiosa, non si riesce a capire quanto prodotto ci rimane, e per me è un grande svantaggio, e fonte di scomodità!
Tuttavia questa cosa ha un lato positivo per chi non conserva sempre i suoi smalti al buio (nonostante bisognerebbe sempre farlo per aumentarne la durata): essendo scura la confezione, lo smalto resisterà più a lungo al passare del tempo 😉

Ma adesso veniamo ai pregi: ragazze, il finish di questo smalto è davvero spettacolare! Il suo “effetto semi-permanente” lo adoro davvero! Inoltre ha una particolarità quasi unica, è antigraffio!!! Davvero! Incredibile! Questo top coat mi piace moltissimo, nonostante si necessario non andare a toccarsi le unghie per evitare di sollevarlo involontariamente!
Questa cosa però diventa un pregio quando lo abbiniamo ad un base coat peel-off, infatti la rimozione sarà ancora più semplice! 😉

Ma adesso vi mostro questo top coat in azione in queste nail art:

Nail Art Accent Gradient Cayenne by Elrien87

Nail Art Fucsia Foil French by Elrien87

Nail Art Mimosas Yellow French by Elrien87

Per valorizzare a pieno il suo effetto high gloss è necessario utilizzarlo su smalti dal finish cream, oppure effetto gel, altrimenti non rende allo stesso modo, come dimostra questa nail art:

Nail Art Half Glittering Paillettes by Elrien87

Per concludere io penso che questo top coat abbia un fantastico rapporto qualità prezzo! Certo i suoi difetti li ha, ma ha anche dei fantastici pregi, e per quello che costa ne vale sicuramente la pena, quindi il mio voto per questo prodotto è di 9 su 10!

Voi lo conoscete? Lo avete mai provato? Fatemi sapere tutto nei commenti! 😀

21 ottobre 2015, ore 16:00

Ebbene sì, finalmente il gran giorno è arrivato!

Ci sono stati tantissimi fake di questo momento, ma finalmente oggi è quello giusto, e non me lo farò scappare! Quindi adesso pubblico questo post (senza aspettare le 4 di pomeriggio), perché devo correre a prendere un biglietto per Hill Valley, dato che devo assolutamente incontrare il Marty McFly 17enne!!!

Ritorno al Futuro 211015

Per chi di voi non lo sapesse, questa è in assoluto la mia trilogia preferita, e ricordo benissimo che quando scoprii che Michael J. Fox aveva il morbo di Parkinson mi misi a piangere… per fortuna nonostante tutto sta continuando a vivere una vita felice.

Ad ogni modo in questo post vorrei analizzare con voi il futuro immaginato da Robert Zemeckis e vedere cosa si è avverato, e cosa no 😉

  • Esiste un marchingegno che può trasformare la spazzatura in energia così potente da essere paragonata a quella nucleare
    magari!!! Sarebbe una figata ed una risposta a molti problemi del pianeta!
  • Macchine volanti;
    mi spiace Rob, non ci siamo ancora arrivati! 😉
  • Servizio metereologico super-efficiente, preciso al secondo;
    …ebbene, anche qui non ci siamo, però a dispetto dell’85, almeno abbiamo delle fasce orarie di meteo molto più ristrette ed attendibili
  • Servizio postale inefficiente;
    …ad essere sincera ho appena visto la pubblicità delle poste italiane quotate in borsa o.O i corrieri sono fantastici nel nostro futuro, lavorano davvero benissimo! Sulle poste invece dobbiamo ancora lavorarci (anche se oggettivamente non posso giudicare il servizio postale americano, non conoscendolo per nulla).
  • Industria chirurgica specializzata in ringiovanimento ed allungamento della vita;
    anche se nel film l’effetto estetico del ringiovanimento è inesistente ad essere sinceri! XD Diciamo che invece qui riguardo alla chirurgia plastica hanno fatto enormi progressi, ed sinceramente a volte, anche se non è ancora una cosa molto comune, si fanno degli interventi preventivi, quindi secondo me questa cosa è abbastanza azzeccata 😉
  • Dispositivo simile ai Google Glasses;
    eh già, anche se non sono occhiali e sembra più una polaroid, ma scansiona quello che vede e lo analizza… ecco insomma, io direi che in questo ci ha preso in pieno 😉
  • Autolacci nelle scarpe;
    ancora non li hanno inventati e sinceramente dubito che lo faranno XD
  • La Nike è ancora leader nel settore scarpe da ginnastica;
    beh… è proprio vero! 😉
  • Funzione Regolazione Taglia automatica negli indumenti;
    anche su questo ho seri dubbi sul fatto che prima o poi lo svilupperanno, anche se in qualche tipo di abbigliamento tecnico potrebbe risultare interessante 😉
  • E’ di moda tra gli adolescenti andare in giro con le fodere delle tasche dei pantaloni di fuori;
    ci sono tante assurde mode adolescenziali, ma questa per fortuna non ha ancora preso piede XD
  • I locali nostalgici esistono ancora, anche se generalmente sono solo brutte imitazioni;
    beh… direi che ci ha preso anche qui, in particolare si riferisce ad un locale per i nostalgici degli anni 80… che come ben sappiamo grazie a FB, sono in ogni angolo! (Che relazione c’è tra una musicassetta ed una matita??? XP)
  • Il sistema giudiziario funziona velocissimamente (in due ore) perché hanno abolito gli avvocati;
    anche questa cosa dubito fotemente che accadrà mai!
  • Sono di moda gli impianti bionici, che hanno surclassato piercing e tatuaggi;
    questa cosa potrebbe accadere, anche se ancora è un po’ presto 😉
  • Alcune auto nel futuro hanno un design simile a quelle realmente inventate, come ad esempio la bugatti veyron e l’honda civic;
    che è stata prodotta dal 2005… mi piace che ci abbiano preso! 😉 (anche se alcune invece sembrano uscite dai Flintstones)
  • Il controllo meccanico delle auto viene fatto dai robot;
    ancora non è così, ma potrebbe succedere… dovrebbero implementare una funzione per cercare di fregarti al momento del pagamento, nei robot però! XD
  • Le pubblicità sono olografiche ed in 3D;
    dopo quello che ho visto ad Expo Milano 2015, direi che poco ci manca;
  • La saga de “lo squalo” è arrivata all’episodio 19;
    e invece si è fermata solo al 4, esattamente dov’era prima che uscisse questo film 😉 avrebbero dovuto scegliere “venerdì 13”, in quel caso ci avrebbero azzeccato visto che la saga ad oggi contiene 12 capitoli, esattamente il doppio da quelli disponibili all’uscita di Ritorno al Futuro – Parte II
  • Nonostante tutto, la gente va ancora in giro senza casco ed il design delle moto, seppur futuristico, è più brutto rispetto a quelle attuali
    per fortuna in questa cosa non ci ha preso per niente 😉
  • I negozi di antiquariato esistono felici e vendono cose tipo vecchi computer, lavalamp e aspirabriciole
    … in Italia invece campano appena a vendono cose tipo i mobili delle nonne morte, peccato. In america però non è così, basta guardare un po’ DMAX! Ad ogni modo i vecchi MAC valgono parecchio, quindi direi che ci ha preso!
  • I camerirei sono televisori robotici (e litigano pure tra di loro, nonostante questo XD);
    anche se ora le ordinazioni le prendono col palmare direi che siamo lontani dalla realtà (per fortuna… litigi a parte!)
  • Il servizio bar è meccanico e super-efficiente direttamente al tavolo;
    ed anche qui non ci siamo per niente!
  • I videogiochi in cui si usano le mani ormai sono sorpassati, perché troppo semplici
    devo dire che l’innovazione tecnologica dei videogames dal 1987 al 2015 a fatto passi da gigante, si pensi al Kinect, però per quando riguarda la realtà virtuale ci stiamo appena arrivando, ancora non è una tecnologia nota e diffusa.. comunque questa punto lo prendo per buono ugualmente! XD
  • Esistono i volopattini (hoverboard) e la Mattel li produce;
    la Mattel non li produce, ma il 5 agosto del 2015 è stato presentato il primo Hoverboard funzionante dalla casa automobilistica Lexus, però funziona solo su superfici metalliche, perché funziona con dei magneti e per ora è ancora immanovrabile, ma ci stanno lavorando. Insomma, questa gliela do buona!
  • Esistono i volopattini a motore per andare sull’acqua;
    Beh, quelli di adesso non vanno neanche sull’asfalto, quindi figuriamoci! XD
  • Funzione programma asciugatura rapida automatica negli indumenti;
    dubito altamente che anche questo verrà inventato prima o poi 😦
  • I Chicago Cubs hanno vinto le Word Series contro i Miami Marlins;
    Non sono ancora finite le word series quest’anno, ed i Cubs non vincono le World Series dal 1908 e non le giocano dal 1945, però quest’anno sono stati eliminati ad un passo dal giocarle, perdendo 1 a 4 contro i New York Mets… peccato! Ad un soffio dalla finale… mi sento quasi di dargliela buona, ma non sarà così! ;P
  • Le nailart sono di moda!
    Ritorno al Futuro 2 NailArtche bello!!! 🙂
  • Esiste la carta antipolvere, anziché le sovracoperte;
    e qua un bruttissimo fail, perché altro che carta antipolvere… quasi non ci sono più i libri di carta! XD
  • Esiste un marchingegno chiamato “addormentatore” con lo scopo di fare addormentare le persone, e funziona a batteria;
    per fortuna nessuna traccia di nulla di simile… almeno che io sappia!
  • La stampa ha dei robot volanti per fare le foto;
    beh… i droni che fanno le foto esistono, anche se generalmente sono per altri motivi, non per la stampa… ad ogni modo questa gliela do buona 😉
  • Esistono dei cestini robotici, anziché gli operatori ecologici;
    per loro fortuna, ancora nessuno gli ruba il lavoro ;P
  • La polizia usa un dispositivo mobile collegato ad un database per riconoscere le impronte digitali delle persone, e funziona istantaneamente;
    vorrei dargliela buona ma non posso, perché se funzionasse instantaneamente rivoluzionerebbe il mondo! Inventerebbero pure il premio nobel per l’informatica, e lo darebbero a chi ha trovato il modo per farlo!
  • Serratura con impronte digitali e case robotiche automatizzate;
    sostanzialmente domotica! Su questo ci ha preso in pieno! 😀 anche se ancora non sono così tanto diffuse purtroppo; però ad esempio i miei amici coreani erano stra sorpresi di usare le chiavi di casa a Dublino, perché in Corea non le usa nessuno…
  • Luci che si azionano con comandi vocali;
    sinceramente non conosco nessuno che le abbia, ma non fatico a credere che esistano, tutte le tecnologie per farlo ci sono già 🙂
  • La polizia ha cappelli con scritte luminose che si muovono;
    che assurda inutilità! Per fortuna loro non l’adottano, ma comunque la tecnologia esiste.
  • Sopra le finestre la gente usa un marchingegno chiamato “videopanorama” per avere belle vedute anche se non è così;
    nulla di simile all’orizzonte
  • Pizza Hut esiste ancora, e fa pizze liofilizzate;
    per fortuna non è vero! Ma fa le pizze con i wurstel nella crosta che buone! Poi va beh, non sono vere pizze, soprattutto per un italiano, ma quella con il pollo, la pancetta e la salsa barbecue mi piace un sacco
  • Per reidratare il cibo liofilizzato si usa un idratatore prodotto dalla Black&Decker, che funziona in pochi secondi;
    ad oggi esiste il microonde intelligente della whirpool, ma nulla di simile all’orizzonte
  • Esiste uno strano dispositivo medico che vola e ti fa stare a testa in giù, si usa contro il mal di schiena;
    …chissà poi con che tecnologia il sangue non ti va alla testa!
  • Si può pagare con le impronte digitali;
    questo potrebbero anche farlo!!! A me sembra un figata! 😉
  • Le TV sono a schermo piatto;
    nulla da obbiettare! ;D
  • Inoltre si possono vedere 6 canali contemporaneamente a scelta, e funzionano a comando vocale;
    Riguardo a questo ci siamo quasi: la TV a comando vocale esiste, ed esistono anche i multicanali, anche se non sono ancora a scelta (che io sappia, magari mi sbaglio però).
  • I cani vengono portati a spasso da droni volanti;
    beh i droni volanti ci sono, ma non sono così intelligenti da portare a spasso il cane, io non mi fiderei… magari potrebbero venire comandati a distanza, ma per ora pilotarli non è semplice come possa sembrare… potrebbe succedere del resto in futuro, non lo escludo 😉
  • Google Glasses per guardare la TV mentre si è a tavola, che ti da anche le notifiche (es “chi sta chiamando al telefono);
    Coi google glasses si potrà fare di tutto, quindi non lo vedo per nulla lontano dalla nostra realtà.
  • Per mangiare la frutta fresca c’è una serra sospesa in casa che si alza e abbassa a comando vocale;
    cioè mangiano i cibi liofilizzati, ma hanno frutta fresca in casa… supponeva che ci fossero problemi con l’agricoltura? Comunque è interessante, rimane sempre il tema dell’Expo di quest’anno… 😉
  • Esiste il videotelefono;
    anche qui, nulla da obbiettare! 😉
  • Mentre parli al videotelefono puoi vedere tutte le informazioni personali del tuo interlocutore;
    beh… qua ci siamo alla grande! (E devo ammettere che questa cosa mi fa un po’ paura)
  • E’ di moda per gli adulti indossare due cravatte, che abbiano un disegno che si completa;
    chissà cosa ne penserebbe Enzo Miccio! 😉
  • In ogni casa c’è un lettore di schede per scansionarle e trasmetterle;
    tecnologia interssante, non la vedo così infattibile o futuristica 😉
  • Ogni appartamento è pieno di Fax;
    … ma anche no! Non gli è proprio venuto in mente che il consumo smodato di carta potesse essere divenuto un problema ambientale?

e con questo ho concluso.

Devo dire che questo futuro è abbastanza futuristico ancora oggi, le macchine volanti credo che un giorno esisteranno, ma sarà un giorno davvero lontano, la maggior parte delle cose sono davvero immaginario colletivo fantascientifico, come vestiti robotici, protesi bioniche, robot ovunque, però mi fa davvero piacere che in qualcosa ci abbia preso! (Anche se il volopattino lo hanno inventato solo grazie a questo film XD)

Sarebbe stato fighissimo vedere i cellulari e gli altri dispositivi mobili, oltre ai robot che puliscono la casa e tagliano il prato… ad ogni modo credo fermamente che i google glasses cambieranno la nostra quotidianità, come gli smartphone, ma sarà ancora lunga la cosa per portarli ovunque!

Ad ogni modo questo film è stra-ricco di dettagli e ad oggi rimane ancora uno dei miei preferiti, sarà perché è uscito nel 1987?

Spero che i giovani d’oggi possano comunque apprezzarlo, anche se ormai il futuro è passato… e nella mia vita ho incontrato gente che mi ha detto che non guarda mai film più vecchi del 2000, per principio… che dire? Ci si perde un sacco di cose a porsi delle limitazioni così strane!

A voi piace questo film? Che cosa ne pensate? Vi aspetto nei commenti! ;D

Nail Art – Fluffy Werewolf

Ciao ragazze!

Eccomi di nuovo qui con la seconda proposta Nail Art per quest’halloween 2015! La prima, la potete trovare qui.

Stavolta ho deciso di proporvi qualcosa di un po’ più lungo e complesso, e mi sono voluta ispirare ad uno dei mostri classici: il lupo mannaro.

Nail Art Halloween Fluffy Werewolf - By Elrien87

Per la prima volta sono riuscita a fare una foto su sfondo bianco così bella che sembra finta! XD Spero di continuare così! 😀

Ad ogni modo, questo è il materiale che ho utilizzato:

Occorrente Nail Art Halloween Fluffy Werewolf - By Elrien87

Colori acrilici Citadel:

  • Bianco – 54 Skull White
  • Beige Chiaro – 17 Bleached Bone
  • Giallo – 11 Bad Moon Yellow
  • Rosso – 06 Blood Red
  • Marrone – 19 Vermin Brown
  • Marrone scuro – 13 Bestial Brown
  • Nero –51 Chaos Black

e questo il procedimento:

  1. Come base coat ho usato il Calcium Gel di P2 e l’ho applicato su tutte le unghie.
  2. Su tutte le unghie tranne gli anulari ho applicato il marrone di Kiko.
  3. Sugli anulari ho applicato lo smalto nude contenuto nel Kit Party Queen di Pupa.
  4. Sempre da questo kit ho utilizzato anche la vaschetta ed il penellino per applicare la polvere di velluto marrone, usando lo smalto trasparente come collante, ed aiutandomi anche con il bastoncino per nail art.
  5. Per facilitare la presa del colore acrilico sulla mia unghia, ho opacizzato gli anulari utilizzando il buffer di Kiko Nail File 06 – Glossing Buffer, utilizzando il lato 1, la parte rosa.
  6. Dopo di che mi sono armata di tanta pazienza e con i colori acrilici ho realizzato il volto del lupo mannaro… il tutorial scritto è complicato, quindi vi consiglio di guardare il disegno nella foto e cercare di ricopiarlo. Se per voi è troppo complesso potete realizzarne uno più stilizzato e kawaii 😉
  7. Infine ho messo il top coat mat solo sugli anulari.
  8. Penna correggi smalto e gocce asciuga smalto li ho usati al bisogno.

Rimozione: Sarà sufficiente il normale solvente, e mi raccomando, vi consiglio di mettere la polvere di velluto solo all’ultimo momento, perché putroppo la sua durata è scarsa, circa una giornata, quindi se avete intenzione di indossarla per Halloween, fate bene i conti! 😉

Io ho usato il top coat matt sul colore acrilico, perché in questo modo rimangono meglio i dettagli del disegno, a mio avviso, ma se voi preferite potete usarne uno shine senza problemi 😀

Io sono molto soddisfatta del risultato, e spero tanto che piaccia anche a voi! In particolare mi piace molto l’idea di aver usato il velluto per simulare la pelliccia sulle altre unghie e trovo che adattando il disegno alle vostre capacità sia veramente una cosa d’effetto e non troppo complicata: utilizzando infatti il dotter e pochi tratti di pennello, potrete comunque ottenere dei buoni risultati, anche se non siete delle esperte! 😉

Spero che questa proposta di halloween sia di vostro gradimento, fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti! ;D

Review Samples Profumi – Regine dei Prati, Sexy Amber, Spicebomb

Ed eccoci nuovamente con un post della mia rubrica dedicata alle review sui campioncini di profumo!

I protagonisti di questa puntata sono i seguenti:
campioncini di Profumo Regine dei Prati, Sexy Amber, SpiceBomb
Ma vediamoli più nel dettaglio, sempre in rigoroso ordine alfabetico per  brand:

L’ERBOLARIO – Regine dei Prati – Profumo

La luce è cambiata, l’erba nuova cattura lo sguardo con il suo verde brillante e nella brezza leggera si avvertono lievi, freschi profumi. Non c’è dubbio: dopo il lungo sonno invernale, la Natura lieta si sveglia al richiamo della stagione nuova!

L’erbolario ha creato anche l’acqua profumata rinfrescante per questa fragranza, ma io oggi vi parlerò solo del profumo vero e proprio:
L'ERBOLARIO - Regine dei Prati - Profumo

Ai leggiadri, ariosi sentori della Natura nei giorni del suo risveglio si ispira questa fragranza gentile e suadente. Nella sua essenza si fondono le ingenue note dei fiori dei prati, cui fanno da contraltare boschivi accenti lievissimi e seducenti, rivelando l’infinita bellezza della semplicità.

Note di Testa: Bois de Rose, Verde di Foglia, Bacche rosa , Camomilla

Note di Cuore: Regina dei Prati, Gelsomino, Iris

Note di Fondo: Muschi, Ambra, Legno di Cedro, Vetiver

Formati disponibili: Vapo. 50 ml (€ 21,50).

L'ERBOLARIO - Regine dei Prati - Profumo

Cosa ne penso io? Beh innanzi tutto penso che fare un campionciono da 1 ml di profumo in una bustina, sia un’idea veramente pessima!!! L’applicazione è veramente scomoda, ed anche se è 1 ml (che normalmente si usa minimo 3 volte) si può usare una volta sola, perché è impossibile conservarlo. Ad ogni modo, nonostante ne abbia messo addosso più del mio standard (per non buttarlo), la fragranza è praticamente inesistente. E’ anche buono, ma è veramente troppo leggero! Sostanzialmente inutile, peccato! Se l’avessero fatto molto più intenso e persistente sicuramente il mio giudizio sarebbe stato diverso.
Voto: 4

MICHAEL KORS – Sexy Amber – Eau de Parfum

Sexy è chi la sexy fa. Abbiamo imbottigliato l’essenza del sensual-chic nel nostro Sexy Amber Eau de Parfum, un sontuoso profumo ricco di sfumature che trasuda fascino ad ogni tuo movimento.

Di questa fragranza esiste solo l’eau de Parfum:
MICHAEL KORS - Sexy Amber - Eau de Parfum

Un raggio di luce sulla calda ambra avvolta in legno di sandalo, adagiata su lussureggianti fiori bianchi.  Lussuosa e profondamente seducente.

Note di Testa: Ambra

Note di Cuore: Legno di Sandalo

Note di Fondo: Fiori Bianchi

Formati disponibili: Vapo. 30 ml (€ 51,95), Vapo. 50 ml (€ 72,95), Vapo. 90 ml (€ 93,95).

MICHAEL KORS - Sexy Amber - Eau de Parfum

Cosa ne penso io? Non mi dispiace. Devo dire che mi ricorda lo Chanel n. 5. Lo considero un profumo più da donna che da ragazza.
Voto: 6,5

VICKTOR & ROLF – Spicebomb Extreme – Eau de Parfum

Un nuovo di modo maschile di attrazione l’attenzione: elettrizzante, seducente, in una parola sola… IRRESISTIBILE

Questo marzo 2015 è uscita la nuova versione del profumo maschile Spicebomb di Vicktor&Rolf, ed oggi ve la illustrerò:
VICKTOR & ROLF - Spicebomb Extreme - Eau de Parfum

L’incontro tra due accordi contrastanti è frizzante, virile, deciso, piccante, sexy e avvolgente. L’uomo SPICEBOMB Extreme è il James Dean moderno.

Note di Testa: Bergamotto, Foglie di Cannella, Pepe Nero

Note di Cuore: Lavanda, Cumino, Elemi

Note di Fondo: Iris, Accordi di Tabacco, Cisto Labdano, Vaniglia

Formati disponibili: Vapo. 50 ml (€ 60,80), Vapo. 90 ml (€ 80,50).

VICKTOR & ROLF - Spicebomb Extreme - Eau de Parfum

Cosa ne penso io? Ebbene, ovviamente i profumi maschili non li posso provare su me stessa, quindi le sensazioni sono diverse da quando si indossano, ma per fortuna il mio ragazzo è un ottimo tester, e io posso annussarlo tranquillamente senza sembrare pazza (forse) xD .
Ad ogni modo credo che il packaging a forma di bomba a mano sia favoloso, e davvero molto, molto maschile! E’ piaciuto parecchio anche al mio ragazzo quando ha visto la foto. Poi mi è piaciuto tanto anche il packaging di questo campioncino, perché è in formato vapo, ma è comodo e sicuro da portare in giro per un uomo, può metterlo ad esempio nel portafogli, trovata geniale!

Ma adesso parliamo del profumo vero e proprio: la fragranza mi è piacuta, è maschile ma particolare, non è certo banale, gran punto a favore! Purtroppo non è proprio nelle mie corde, ma mi è piaciuto, e a lui è piaciuto più di me. Secondo me per la sua particolarità è un’ottima idea regalo! 🙂
Voto: 7,5

Vi ricordo ovviamente che i voti sono semplicemente un mio gusto personale 😉

Avete qualcuno di questi profumi? Cosa ne pensate? Abbiamo gusti olfattivi simili? Fatemi sapere! ;D

Halloween Party!!!

Ragazze per questo Halloween come proposta make up vi riprongo il make up dell’anno scorso, da Vampira.
Tra l’altro ho anche aggiunto le foto del viso intero, perché in effetti l’ingrandimento occhi è utile per il tutorial ma non si capiva il risultato finale. 🙂
Fatemi sapere cosa ne pensate! 😉

Elrien - Il sole c'è sempre anche quando non si vede!

Ebbene sì, ieri sera ho festeggiato Halloween!!! E’ una festa che adoro, da quando l’ho scoperta ad 8 anni durante la lezione di inglese alle elementari. La maestra diceva che i bambini si travestivano ed andavano di porta in porta a raccattare dolciumi… e perché io non lo facevo??? Trauma infantile!!! XD Così negli anni ho cercato di rimediare come potevo, specializzandomi in preparazioni gastronomiche tematiche 😉

Quindi a questa festa c’erano wurstel a forma di mummia e di dita insanguinate, muffin a forma di ragno, svariate torte salate decorate da Jack O’Lantern, piadine/pipistrello, mele caramellate, caramelle a tema… ed ovviamente la mia torta dolce! (Ammetto che quest’anno non ho fatto tutto io, ci siamo divisi i compiti molto bene, sono fiera dei miei amici, in particolare dell’organizzatore della festa che è riuscito a creare un’atmosfera PERFETTA nel locale adibito! :D) …ma dicevamo… ecco qui la mia torta:

Torta di Halloween Zucca Jack Skeletron - Halloween Cake Pumpkin Jack Skellington - Jack O'Lantern

Quest’anno si…

View original post 775 altre parole

Collaborazione con Beauty Tester!

Buongiorno ragazze, oggi ho da farvi un altro annuncio che mi riempie di gioia: sono diventata una collaboratrice ufficiale del sito BeautyTester!

Logo Beauty TesterSi tratta di un sito che per le beauty addicted secondo me è una vera favola, le iscritte alla community possono infatti scambiarsi consigli di bellezza ed ognuna ha il suo spazio per recensire i cosmetici che preferisce, inoltre ogni mese sarà possibile per loro testare dei prodotti di make up!
Ma adesso vi spiego un po’ meglio come funziona questo sito e partirò dalla parte che sicuramente vi interessa maggiormente, ovvero come poter testare gratuitamente i cosmetici grazie a beautytester!

Ho già detto che ogni mese il sito mette a disposizione per le sue iscritte un certo numero di prodotti, ma questi prodotti non vengono assegnati casualmente tramite una lotteria, bensì verrano premiate le utenti più attive e partecipi alla vita della community! Inoltre per riconoscere e classificare le sue utenti, BeautyTester ha deciso di assegnare loro dei badge: si tratta di carinissime icone che compariranno nel vostro profilo, e sotto al vostro nome nell’area discussioni.

Eh sì, perché dovete sapere che questo sito è diviso in due parti principali: c’è una zona con gli articoli e le review, e un’altra zona che è praticamente un forum, in cui ogni utente può chidere consigli di bellezza o parlare di altri argomenti non pertinenti al beauty (insomma, un po’ tipo Yahoo Answer 😉 ).

Nell’area principale del sito, quella composta da review ed articoli, potrete invece trovare un sacco di informazioni utili: consigli di bellezza, novità in fatto di sconti e iniziative sul make up (coupon per ricevere campioni omaggio, voucher, codici sconto), ricette per i cosmetici fai da te, le nuove collezioni delle case cosmetiche, tutorial, trucchi per make up e capelli, insomma, un vero paradiso per tutte noi! …e poi ovviamente il cuore del sito: le review scritte dalle utenti! Che tu sia una blogger oppure no, avrai un tuo spazio personale su Beauty Tester! Questo ad esempio è il mio:

Elrien87 - I miei Articoli su Beauty Tester

cliccate sull’immagine per leggere i miei articoli scritti per loro 😉

Io l’ho scoperto da poco tempo, ma in questi mesi ho già potuto testare uno smalto di Mac (che ho utilizzato per realizzare questa nail art), uno smalto di Avril ed un palette di ombretti di So Susan.

Sono veramente felice di essere diventata una loro collaboratrice ufficiale, e consiglio a tutte voi di iscrivervi: sicuramente è un’opportunità da non perdere! 😀

Se avete bisogno di ulteriori domande e delucidazioni su badge o quant’altro, resto a vostra disposizione! 😀