Archivi

Genere Horror – il mio preferito!

Oggi un post un po’ diverso dal solito… vi parlo un po’ di me e di quello che mi piace! 😉

Chi mi segue sa già che adoro libri, film e serie TV… ed in particolare mi piace molto il genere horror, soprattutto per i film! Eh già! I film horror sono senza dubbio i miei preferiti… e per quello che mi riguarda ho sempre un sotto-genere per ogni occasione!!!
Ma non tutti li conoscono, spesso la gente quando sente horror lo snobba pensando a scene cruente, zero trama e tanto sangue… l’horror è anche questo, ma non solo questo. Molti lo snobbano, o non lo conoscono bene… per questo motivo ho deciso che oggi ve lo illusterò! 😉
L’argomento è decisamente vasto, quindi per questa volta mi limiterò ai miei sotto-generi preferiti, ma se a qualcuno interessasse saperne di più non si faccia scrupoli a chiedere! 😉

Ad ogni modo, eccoli:

Commedia horror: è un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di elementi di commedia nera e horror leggero o splatter. Si distingue dall humour nero per storia e argomenti, se infatti nel primo non vengono mai trattati argomenti di orrore ma puramente sarcastici e ironici, in questo genere l’horror comico è alla base della storia. Generalmente rientrano in questa categoria i B-Movie.
Il mio consiglio? Benvenuti a Zombieland (USA – Zombieland – di Ruben Fleischer, 2009).

Horror psicologico: Generalmente coincide con gli horror orientali, (anche se ad essere sinceri anche qui è stato creato un sottogenere… ad esempio, quelli giapponesi vengono chiamati J-Horror, mentre quelli coreani K-Horror); la sostanziale differenza da un normale horror è che non è ciò che vedi a metterti paura, ma spesso proprio ciò che non vedi! La tensione, ed il terrore non sono causati da scene forti, ma dall’intensità della trama, che insinua dubbi nel tuo cervello e spesso ti lascia scosso anche dopo i titoli di coda.
…Perché non è il film in sè.. ma la storia che ti rimane dentro!
Il mio consiglio? Two Sisters (Corea del Sud – Janghwa, Hongryeon – di Ji-woon Kim, 2003).

Slasher: Il genere denominato slasher (dall’inglese “To slash”, ferire profondamente con un’arma affilata) si riferisce a quel gruppo di film horror in cui il protagonista indiscusso è un maniaco omicida (spesso mascherato) che dà la caccia ad un gruppo di persone (spesso giovani) in uno spazio più o meno delimitato, utilizzando in genere armi da taglio per ucciderli in modo cruento. A mio avviso sono quelli più esilaranti!
Il mio consiglio? Halloween – La notte delle streghe (USA – Halloween – di John Carpenter, 1978).

Splatter: Il genere splatter, noto anche come gore, è basato sull’estremo realismo degli effetti speciali, che descrivono lo schizzare del sangue (“To splat”, in inglese) o la lacerazione dei corpi umani, con conseguente fuoriuscita di interiora. Spesso dal realismo si è passati all’esagerazione, allo scopo di disgustare o anche di far ridere gli spettatori.
Possiamo trovare un ulteriore sottogenere, nato negli anni 2000, il Torture porn: Vengono etichettati sotto questo nome film nei quali sono presenti quattro elementi caratteristici: mutilazioni, nudità, sadismo e tortura. Un altro fattore che li distingue dagli splatter classici è il bilancio di produzione relativamente basso e una distribuzione cinematografica limitata se comparata al genere nativo.
Diciamo che il film puramente splatter sanno essere anche molto esilaranti (certo dipende sempre dal film), mentre i Torture Porn è raro che lo siano, in genere sono molto più forti e violenti, e personalmente è difficile ridere.
Il mio consiglio? Splatters – Gli schizzacervelli (USA – Braindead – di Peter Jackson, 1992). – Splatter
Il mio consiglio? Hostel (USA – Hostel – di Eli Roth, 2005). – Torture Porn

Thriller-Horror: E’ un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di ritmi veloci, dalla suspense, e dai temi psicologici presentati. Le trame solitamente vedono l’utilizzo dell’antagonista sotto forma di serial killer e deviato mentale. I thriller possono essere definiti con lo stato d’animo primario che essi suscitano: eccitazione e paura. Un film thriller sfocia nel genere horror se è elevato il contenuto splatter o slasher.
Il mio consiglio? Profondo Rosso (ITA – di Dario Argento, 1975).

Inoltre amo anche i film sui mostri classici (vampiri, lupi mannari, zombie, ghoul) e quelli sui fantasmi.

Provo invece un assoluto e totale senso di disgusto per i Tentacle Rape, che alcuna gente associa al cinema horror di animazione. Io invece mi dissocio nella maniera più assoluta da qualsiasi cosa che li riguardi!

Locandine Horror

Le commedie horror, gli slasher e gli splatter, sono favolosi, perché fanno morire dalle risate!!! Gli horror psicologici ed i torture porn creano decisamente tanta tanta inquietudine. Le storie di mostri e fantasmi sono ciò che sono… ovvero favole macabre, e spesso gotiche. I thriller-horror sono il mix giusto tra trama, tensione, paura e sangue.

E’ importantissimo lo stato d’animo con il quale si guarda un film horror, per poterlo apprezzare o disprezzare a pieno! Dopo averne guardati un po’, saprete associare il sottogenere giusto, al momento perfetto! ^_^

Ovviamente per ridere davanti ad un film horror dovete sempre tenere a mente una cosa: E’ solo un film! Se provate empatia per i personaggi, è decisamente la fine del divertimento, a meno che non siate mostri insensibili! 😉 Con questo non condanno le persone sensibili (io sono la prima ad esserlo) ma per guardare un horror bisogna “scollegare” quel cavo del cervello, e rendersi semplicemente conto di quanto siano ridicole alcune scene! 😉

Qual è il vostro genere cinematografico preferito? Avete visto qualcuno di questi film? Fatemi sapere le vostre opinioni! ;D

Annunci

FILM – Transcendence, 2014 di Wally Pfister

L’altra sera sono andata al cinema, ed ho visto questo film:
Locandina Italiana Transcendence 2014 Wally Pfister USA fantascienza

Il film è di genere fantascientifico ed ha un cast non indifferente, eppure il riscontro del pubblico e della critica non è dei più favorevoli… ed io mi chiedo: perché??? A mio avviso è davvero un bel film, con una trama ed una morale interessante ed inaspettata.

Inizialmente sembra il classico film distopico, molto di moda di questi tempi, che ci vuole raccontare come l’umanità abbia sfiorato l’apocallise e sia poi riuscita a salvarsi, sebbene abbia riportato danni non indifferenti (primi 30 secondi del film)… poi inizia il film vero e proprio… ed è sorprendente!

Secondo me chi lo critica non l’ha capito, non ci sono altre spiegazioni!!!

Ha una trama con interessanti spunti riflessivi, classico di quei film che dopo che li hai visti ti fanno pensare… e se non lo fai, non hai capito a cosa hai assistito. Ovvio!

 

ATTENZIONE: PERICOLO SPOILER!!!

(oltre che di questo film anche de “L’esercito delle 12 scimmie”)

Un misto tra Blade Runner ed Io Robot, inizialmente sembra quella classica storia che vuole dimostrare che l’uomo è ovviamente superiore alle macchine da lui stesso create, perché solo l’uomo è dotato di umanità, e se un intelligenza artificiale mostrasse dei segni di empatia, sarebbe un disastro per il pianeta, per svariati motivi, quindi sembra essere abbastanza in contrasto con la morale di film come “l’uomo bicetenario” ed “A.I. – Intelligenza artificiale”.
In questo film poi un gruppo di terroristi anti-tecnologici vuole far capire al nostro pianeta che il progresso porterà solo alla distruzione della nostra razza con effetti devastanti ed apocalisse… Avete presente Jeffrey Goines (Brad Pitt), il capo dell’esercito delle 12 scimmie? Ecco, lui è decisamente più sano di mente di Bree (Kate Mara), la vera cattiva di questo film! (Che poi la parte della stronza la fa proprio bene, ti viene voglia di prenderla a pesci in faccia, sia qui che in American Horror Story XD) La differenza sostanziale è che Jeffrey per tutta la durata del film sembra un povero pazzo che distruggerà davvero il pianeta, mentre lei sembra colei che vuole salvarlo… o almeno probabilmente alla maggior parte della gente sembrerà così… ma io l’ho odiata dall’inizio! A parte che se non avesse ucciso nessuno, non sarebbe successo niente…
In ogni caso come ripeteranno più volte nel film “l’uomo ha paura di ciò che non conosce”… assolutamente vero, ed io aggiungerei che comunque all’uomo non interessa vivere in un posto migliore, l’importante per lui è solo lamentarsi!
Nel momento in cui una mente umana riesce ad espandersi in modo quasi illimitato è normale che le priorità ed i pensieri che aveva un tempo saranno diversi da quelli formulati dopo… è come dire che un adulto si occupa di problemi più seri rispetto ad un bambino, e che i bambini sono la parte migliore dell’umanità perché i loro desideri principali sono i rapporti umani, per questo motivo sono molto più umani di noi.

Se diamo retta alla teoria dell’evoluzione è normale che prima o poi si passerà ad uno stadio successivo, ma ovviamente le menti umane, profondamente ignoranti, distruttive e prive di una vera morale non vogliono questo, perché il cambiamento li spaventa… è sempre stato così (poverò Galileo) e sarà sempre così!
Certo, di fronte a queste tematiche una persona profondamente religiosa potrebbe avere qualcosa da obbiettare e non è un argomento che voglio affrontare, anche perchè bisogna sempre ricordarsi che rimane FANTASCIENZA il genere di questo film, quindi anche se una parte di queste tematiche in qualche maniera prima o poi potrebbe avere degli approci reali, la maggior parte di ciò che viene rappresentato rimane un viaggio dello sceneggiatore, per cui quello che rimane davvero su cui riflettere è solo una cosa: HOMO HOMINI LUPUS.
E’ così, e così sarà sempre.

La cosa che mi ha scovolto è stata leggere delle critiche che dicevano che in realtà Will Caster (Johnny Depp) era diventato un mostro e che quello che questo film descrive ciò che sta già accadendo… cioè ma allora non avete capito un tubo! E’ palese che in questo film lui è il buono, e come succede nella realtà, chi è buono e cerca di fare del bene, viene sempre fatto fuori, con conseguenti disastri enormi per l’umanità ed il pianeta.

Fine Spoiler 

Insomma, a me questo film è piaciuto davvero e ribadisco che chi non l’ha apprezzato probabilmente non l’ha capito. Oppure non è riuscito a seguirlo e non ha bocciato il soggetto ma la sua realizzazione, ed in questo caso potrei capire perché comunque anche a me è capitato di “bocciare” dei film perché anche se la trama era buona non erano sviluppati bene (che poi magari queste persone sono quelle che definiscono questo film noioso, ma esaltano “2001 – odissea nello spazio” come se fosse il capolavoro numero uno al mondo, superavvincente, solo perché è di Kubrick e tutti dicono che è una pietra miliare della storia del cinema. Io non voglio offendere quel film, ma la gente così, proprio non la sopporto! XD) in ogni caso, io ve lo consiglio, a me è piaciuto molto! 😉

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere! ;D

FILM – La Bella e la Bestia, 2014 di Christophe Gans

Ieri sera sono andata al cinema, ed ho visto questo film:
Locandina Italiana La Bella e La Bestia 2014 Christophe Gans Francia fiabesco

Il film è ispirato all’omonima fiaba popolare francesce di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, edita nel 1756, ma differisce da essa in diversi punti, creando una nuova versione della fiaba. E questo mi è piaciuto, perché fare un film di una classica fiaba, che sia uguale alla fiaba originale in tutto e per tutto, non è una grande idea. Allo stesso modo è anche sempre un rischio, perché se la storia viene stravolta troppo, il film diventa pessimo. Un’altra cosa a suo favore è che non ha nulla in comune neanche con il film di animazione della Disney, e sono lieta di questa cosa perché vedere la stessa storia in stile film, anziché cartone animato, non sarebbe stato il massimo.

Devo dire che le modifiche della storia originale mi sono piaciute, anche se alcuni punti della trama sono stati trascurati, quindi vedi succedere delle cose e ti chiedi: “ma???” o “perché???”. Essendo una fiaba romantica, ci sia aspetta del romanticismo da questo film… invece no. Eh già. ‘-.-
…e poi il finale troppo moralista non è per nulla adatto al genere di fiaba!!!

Vi spiego meglio nel dettaglio:

ATTENZIONE: PERICOLO SPOILER!!!

Un ricco mercante ha 3 figli e 3 figlie, due delle quali sono vanesie e superficiali, mentre l’ultima è la più bella, la più buona, la più sensibile e la più modesta. La loro madre è morta. (E fin qui tutto come nella storia).Il figlio maggiore, nonché erede, invece ha un sacco di debiti perché frequenta loschi figuri. (e qui la cosa si differenzia molto).
A causa di una tempesta le navi del mercante affondano e lui perde tutti i suoi averi, quindi lasciano la loro villa lussiosa in città per andare a vivere in una campagna. (ok).
Una delle navi del padre viene ritrovata con il carico al suo interno e quindi lui parte (ok) con il figlio maggiore (no) per riacquisire le sue ricchezze (sì).
Le figlie maggiori quindi chiedono in dono al padre vestiti e gioielli, in modo che siano pronte al loro rientro in società, mentre la minore, Belle, gli chiede solo una rosa. (ok).
Arrivati a destinazione capiscono che il contenuto della stiva serve giusto a ripagare i debiti che aveva il padre (ok), così il figlio arrabbiato lo insulta a scappa, il padre lo cerca nelle bettole e scopre così dei brutti ceffi che lo stanno anche loro cercando perché ha dei debiti impagati, e vogliono quindi uccidere il padre, che riesce a scappare, senza però trovare suo figlio. (no).
Nel viaggio di ritorno si perde nella foresta innevata, lui ed il suo cavallo stanno per morire di freddo, quando vengono salvati trovando un castello pieno di cibo, calore, e bauli pieni di gemme e vestiti (più sì che no), quindi dopo essersi riposato il padre parte per tornare a casa, e si rende conto di avere i regali per le 2 figlie maggiori, ma non la rosa per Belle, così la coglie, scatenando l’ira del padrone di casa, che è una bestia mostruosa, ed a causa del suo furto, vuole farlo prigioniero ma prima gli concede di andare a casa a dare un addio ai suoi figli, dicendogli che se non ritornerà al castello, la bestia ucciderà tutti; così lui va a casa, racconta la storia e Belle scappa per salvare suo padre sostituendosi al suo destino (sì).

Il castello è magico e c’è una fontana di acqua miracolosa, sta le sue mura vivono strani esseri che sono un incrocio tra cani e scimmie. Tutti i giorni la bestia regala a Belle nuovi vestiti e gioielli, mentre lei esplora il castello, ogni sera cenano insieme, litigando sempre. La notte Belle sogna il passato della bestia e scopre che era un nobile principe sposato con un bellissima donna, ma anche un famelico cacciatore, che da anni non riesce a cacciare un cervo d’oro (che poi non ha le corna, quindi è per forza una cerva) ed è diventato la sua ossessione. Finalmente riesce ad ucciderlo e si trasforma in sua moglie, che in realtà era una ninfa dei boschi a cui era stata concessa la forma umana dal padre, perchè voleva conoscere l’amore (non so a voi, ma sembra uguale alla Sirenetta!) quindi suo padre, il dio della foresta, lo maledice per avergli ucciso la figlia, tramutandolo in una bestia finché un’altra donna non saprà amarlo, la figlia invece si trasforma in un magnifico roseto, quello dal quale il padre di Belle aveva rubato la rosa. Ora, io dico, quest’uomo era ossessionato dal cervo, e la moglie lo sapeva, lui parlava solo di quello, aveva fatto apposta delle frecce d’oro per ucciderlo, e stava a caccia giorni interi…. perchè lei non ha deciso di dire a lui la verità??? BAH! Comunque…
Un giorno Belle chiede alla bestia di lasciarla andare a casa perché ne ha nostalgia, lui non vuole, ma lei gli offre un ballo in cambio. I due ballano e lui le chiede se un giorno potrà mai amarla, ma lei si arrabbia, lo insulta e scappa via. Lui senza vestiti ma nella sua forma reale di bestia (dal pelo bianco), la insegue sul lago ghiacciato, la intrappola, e la bacia… ma il ghiaccio si rompe e lei cade, così lui la salva e la porta a casa per curarla. Quando lei si sveglia lui le concede di tornare a casa, dicendole che se lei non sarebbe tornata, lui sarebbe morto di crepacuore.
Quando arriva a casa, il fratello maggiore nota i suoi vestiti sfarzosi ed i suo gioielli, ed assieme ai manigoldi a cui deve dei soldi, ad insaputa di Belle, assalta il castello della bestia, che si difende animando dei golem di pietra. COSA??? PERCHE’??? Da dove vengono??? Contestualizzatemeli!!!
Quando Belle se ne rende conto, corre dalla bestia e lo implora di salvare i suoi fratelli, ed i capo della combricola dei farabutti. Lui le da retta ed il malvivente lo pugnala, Belle ed i suoi fratelli portano la bestia nella vasca d’acqua magica per salvarlo, la bestia in fin di vita chiede a Belle se un giorno avrebbe mai potuto amarlo, lei gli risponde che lo ama già, e l’incantesimo si spezza. Lui diventa un uomo, gli animali strani dei beagle (che erano i cani da caccia del principe prima che venisse trasformato) ed il farabutto una pianta (???). Loro si sposano e fanno 2 figli… e vissero per sempre (perché a quanto pare anche dopo due figli non sono invecchiati nè loro, nè il padre di Belle) in una campagna a coltivare fiori, vestiti come dei contadini, assieme al padre di Belle. Del castello e del suo meraviglioso giardino non si sa più niente, mentre le sorelle hanno avuto matrimoni facoltosi ed ora vivono in città, ed i fratelli vivono anch’essi in città, gestendo una tipografia. COSA??? Ma che fine di fiaba romantica stupida è mai questa??? E’ una fiaba di principesse e finisce che fanno i contadini??? MAH… Non mi sembra tanto sensata come cosa, ok, sicuramente l’amore vale di più dell’aspetto esteriore e della ricchezza, ma è pur sempre una fiaba e la fine è stupida. E poi come hanno fatto ad innamorarsi? Perché lui l’ha baciata con la forza? E poi lei a scoperto la vera storia di lui e gli ha fatto pena??? Umh… bel messaggio che passa!
Mi piace il background della rosa, davvero, è una bella aggiunta! Ma… perchè non spiegare anche le origini dei golem di pietra già che c’erano, è chiedere troppo? Davvero, quei golem non hanno senso! …e poi il fratello maggiore! Secondo me è lui il cattivo della storia, non il furfante farabutto… che poi diventa una pianta??? Ma che punizione è??? Avrei capito se fosse diventato una statua, ma una pianta??? Boh.
E poi il castello??? Non potevano coltivare fiori nel bellissimo, immenso giardino di quell’enorme castello? No. Vivono nella catapecchia in campagna. Insomma, dove andremo a finire se pure le principesse soffrono la crisi??? L’unica cosa bella del finale, è il bacio romanticissimo e passionale che si scambiano, davvero un bellissimo bacio…
Ma i vestiti che indossava prima…
Vestiti Belle film 2014 La Bella e La Bestia

Insomma, se uno si va a guardare una fiaba al cinema, è perché vuole riviverla… fateci sognare e ridateci i vestiti!!!
In ogni caso non è male come film fiabesco, poteva essere migliorato, ma non è una delusione… insomma, 10000 volte meglio di Biancaneve ed il Cacciatore, anche se in effetti non ci vuole tanto, comunque un film buono, non ottimo, ma piacevole da guardare… ci sarebbero volute delle scene d’amore in più, si potevano togliere i cani scimmia che tanto i minion sono più carini, serviva almeno una micro spiegazione per i golem, ed avrebbero dovuto coltivare fiori nel giardino del castello!

Ah e poi, l’inizio, in cui una madre racconta la fiaba ai bambini… stranamente il viso della madre non si vede mai… motivo per cui è palese al 100% che la madre sia Belle! Avrebbe avuto più senso una Belle nonna, che non colleghi subito anche se vedi il viso perché è anziana, che racconta la fiaba ai nipoti, un po’ tipo Edward Mani di Forbice… oppure si saltavano direttamente quell’introduzione e facevano prima! XD

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere! ;D