Archivi

Ricetta – Torta Meringata all’Ananas

Ho passato l’esame di cui vi avevo parlato, motivo per cui si festeggia!!! E cosa c’è di meglio di una torta per festeggiare???

Questa l’ho dedicata al mio caro amico Fabrizio, senza il quale probabilmente non ci sarebbe stato nulla da festeggiare! 😉 So che lui ama la torta all’ananas, in particolare quella che fa sua mamma… ma non sapendo come sua madre faccia la torta all’ananas, e sicura che una riproduzione non è mai buona come l’originale, ho deciso di cucinare per lui la mia ricetta, e di condividerla con voi! 😉

Ananas Meringato - Torta Meringata all'Ananas

INGREDIENTI: (per una torta da 8 persone):

per il pan di spagna:

  • 5 uova
  • 180 g di zucchero semolato
  • 180 g di farina 00
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • burro e farina per lo stampo rotondo da 26 cm di diametro

per la bagna:

  • 1 dl di acqua
  • 50 g di zucchero semolato
  • la scorza di un limone non trattato
  • 10 gocce di essenza di rum

per la crema:

  • 400 g di polpa di ananas tagliata a dadini
  • 1 dl di latte
  • 3 tuorli
  • 1 uovo
  • 150 g di zucchero semolato
  • 30 g di maizena

per la meringa:

  • 3 albumi
  • 200 g di zucchero a velo

per decorare:

  • ciuffo di ananas
  • piatto ovale

PROCEDIMENTO:

  1. Preparate il pan di spagna:
    1. sbattete energicamente le uova con lo zucchero ed il sale finché il composto non sarà diventanto chiaro e spumoso.
    2. setacciate la farina con la vanillina ed incorporatela delicatamente all’impasto.
    3. trasferite l’impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato e cuocete per 25 minuti a 160° C.
  2. Preparate la bagna:
    1. fate sciogliere lo zucchero nell’acqua.
    2. portate a bollore  l’acqua zuccherata e la scorza di limone in un pentolino su fuoco basso.
    3. raggiunto il bollore aggiungete l’essenza di rum, mescolate e spegnete il fuoco.
  3. Preparate la crema:
    1. frullate l’ananas con il latte, trasferitelo in una casseruolina e portate a bollore.
    2. in una ciotola sbattete i tuorli, l’uovo e lo zucchero, finchè non saranno diventanti chiari e spumosi.
    3. aggiungete al composto di uova la maizena setacciata.
    4. versate a filo il latte con l’ananas dentro al composto di uova, sbattendo energicamente.
    5. trasferite il tutto in una casseruolina e fate addensare la crema su fuoco basso senza smettere di mescolare.
  4. Preparate la meringa:
    1. montate a neve ben ferma gli albumi con lo zucchero a velo.
  5. Perfetto! Adesso che avete tutti i componenti non vi resta che “montare il dolce” XD
  6. Tagliate il pan di spagna a fette verticali, regolari.
  7. Prendete un piatto da portata ovale, e disponete uno strato di fette di pan di spagna in modo da comporre la forma di un ovale.
  8. Spennellate lo strato di pan di spanga così composto con la bagna precedentemente preparata.
  9. Spalmate uno strato di crema sul pan di spagna.
  10. Procedete da punto 7 al punto 9 finché non saranno finiti gli ingredienti, dando alla torta la forma di una cupola ovale.
  11. Queste foto dovrebbero chiarirvi le idee:
    Ricetta step by step ananas meringato - torta meringata all'ananas
    la terza foto l’ho fatta dopo aver spennellato con la bagna il pan di spagna… notate la differenza di colore! Inoltre ricordate di terminare il dolce ricoprendo con la crema! 😉
  12. Bene, ora è il momento della meringa! Con l’aiuto di una tasca da pasticcere con bocca a stella disegnate le “spine” dell’ananas:
    Ricetta step by step ananas meringato - torta meringata all'ananas
  13. Dopo aver ricoperto interamente il dolce, passatelo per 3 minuti sotto il grill a 250° C.
  14. Togliete da forno e dopo aver coperto la base del ciuffo d’ananas con della pellicola da alimenti, inseritelo nel dolce.
  15. Ed il gioco è fatto, ecco a voi la vostra torta a forma di ananas ed al gusto di ananas! 😉

Ecco la torta tagliata, per farvi vedere come rimane all’interno:
Torta Meringata all'Ananas tagliata

Secondo me è troppo carina da questa prospettiva!!! ;D

Trovo che questa torta sia davvero d’effetto, ed è anche molto buona, ovviamente se vi piace l’ananas 😉

Spero che questa ricetta vi faccia gola, e di essere stata esaustiva con le spiegazioni 😉

Voi cose ne pensate? Se qualcuno ha intenzione di cucinarla me lo faccia sapere! 😉

Annunci

Ricetta – Torta del Diavolo

Non fatevi intimorire dal nome! Questa torta deve il suo al fatto di essere terribilmente calorica e quindi “peccaminosa”, del resto se vogliamo proprio essere fiscali, ogni qual volta in cui mangiamo del cibo per piacere e non per nutrirci facciamo un peccato di gola… quindi tanto vale peccare per bene! XD

E’ una torta a strati, di origini tipicamente americane, e per questo motivo a volte viene confusa con la red velvet, o la fabulous cake, ma vi assicuro che non sono la stessa torta!!!

Ovviamente come di ogni ricetta ci sono diverse varianti, oggi voglio condividere con voi, la mia 😉
Torta del diavolo

INGREDIENTI: (per una torta a 3 strati di 24 cm di diametro):

per l’impasto:

  • 2,2 dl di latte
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 225 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 50 g di cacao
  • 100 g di burro
  • 250 g di zucchero di canna
  • 3 uova

per la farcia:

  • 180 g di cioccolato fondente
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 dl di panna acida
  • mezzo cucchiaino di sciroppo di glucosio

per decorare:

  • codette di cioccolato
  • scaglie al cacao

PROCEDIMENTO:

  1. Versate il latte in una ciotola, aggiungete il succo di limone e lasciatelo riposare per circa un’ora. (Ok, mi rendo conto che molti di voi penseranno che io sia pazza, che voglia uccidervi, ecc… latte e limone? Non si può mangiare, si sta male, si muore! Ecco… No. Quello che succede è che il latte col limone caglia, quindi diventa più denso (non poi così tanto), ma vi assicuro che non fa male e non si muore, serve semplicemente per variare la densità del latte e creare un’impasto migliore per questo tipo di torta. Quindi state tranquilli 😉 )
  2. Setacciate insieme farina, bicarbonato e cacao.
  3. Imburrare ed infarinare lo stampo rotondo da 24 cm di diametro.
  4. Preriscaldate il forno a 180° C.
  5. Montate insieme il burro ammorbidito, lo zucchero di canna e le uova.
  6. Aggiungete gli ingredienti secchi setacciati.
  7. Versate il latte al composto, aggiungendolo poco alla volta.
  8. Trasferite il composto nello stampo e fate cuocere nel forno preriscaldato a 180° C per circa 30 minuti.
  9. A cottura ultimata lasciate intiepidire, sformatela e lasciatela riposare.
  10. Tagliate la torta in senso orizzontale in modo da ottenerne 3 dischi.
  11. Adesso preparate la farcia facendo scogliere il cioccolato spezzettato a bagnomaria.
  12. Una volta sciolto, toglietelo dal fuoco ma non spegnetelo, servirà ancora.
  13. Fuori dal fuoco aggiungete lo zucchero e la panna acida, poi mescolate bene.
  14. Infine aggiungete il glucosio e mettete ancora il pentolino sul fuoco finché il composto non sarà liscio ed omogeneo.
  15. Con l’aiuto di una spatola, spalmate la farcia sul primo disco, sovrapponete il secondo, spalmate nuovamente la farcia, coprite con l’ultimo disco e ricoprite lo strato superiore con la farcia rimasta.
  16. Per decorare aggiungete le codette e le scaglie a vostro piacere.

Questa torta normalmente sarebbe a 4 strati, ma io preferisco realizzarla con 3. Questa è la foto della torta tagliata, per farvi vedere come rimane all’interno:
Torta del diavolo tagliata

Inoltre non dovrebbe avere nessuna decorazione sopra di essa, in quanto ciò che la caratterizza principalmente è la farcitura “a spatolate” irregolari, tipiche di questa torta. Ma ovviamente come avete potuto notare questa è la mia ricetta, non quella classica. In quella tradizionale infatti il glucosio non andrebbe utilizzato.
Le cose che non potete assolutamente cambiare, per evitare che venga un’altra torta, anzichè una con delle leggere variazioni sul tema sono due: lo zucchero deve essere rigorosamente di canna, e non potete sostituire la panna acida, con della panna normale!

So che sciroppo di glucosio e panna acida non sono ingredienti molto comuni, io ho utilizzato questi:
Sciroppo di Glucosio Drogheria Carpano e Panna Acida Old el Paso

Lo sciroppo l’ho comprato in drogheria, più precisamente a Varese, da Vercellini. La panna acida invece l’ho trovata da Esselunga ad € 3,99.Se non trovate lo scriroppo, in farmacia vendono il glucosio puro, che è una polvere… ma in genere lo vendono in confezioni da un kg. Invece la panna acida si può anche fare in casa, mescolando a 2 dl di panna fresca qualche goccia di succo di limone, coprendo con la pellicola per alimenti e lasciando riposare in frigo per 12 ore. Però a mio avviso non viene mai buona come quella vera.

In ogni caso, questa torta è davvero buona, e so che vi sembrerà strano ma per essere una torta al cioccolato non è pesante! Non rimane sullo stomaco come può sembrare a prima vista, perché la panna acida è molto leggera a differenza della panna vera 😉

Se amate il cioccolato, ve la consiglio vivamente! ;D

 

Dolcetti di San Valentino

Spero che tutti voi abbiate passato un buon San Valentino (o San Faustino XD).

Oggi voglio parlarvi dei due dolciumi che ho ricevuto, e di quelli che ho realizzato, per questa festività 😉

Per la prima volta, ho ricevuto un tortino di caramelle, che emozione! ;D Eccolo qui:
Tortino di Caramelle di San Valentino

E’ composto da un disco di marshmallow bianco, decorato con palline di zucchero rosa sui lati, ricoperto di caramelle gommose a forma di cuore al gusto fragola nella parte superiore, ma bianche sotto (tipo i famosi coccodrilli), nel secondo strato ritroviamo il disco di marshmallow, più piccolo del precedente, ricoperto da una sola caramella a forma di cuore. Il tutto per 75 g di dolcezza prodotta in Belgio.
Che dire? E’ carinissimo e buonissimo!

Il secondo dolciume arriva direttamente da Düsseldorf, ed anche in questo caso, non ne avevo mai assaggiato uno prima d’ora!
Lecca Lecca di San Valentino

E’ enorme e buonissimo, sa di zucchero filato e limone! Ovviamente è impossibile mangiarlo tutto in una volta, quindi l’ho riposto in un tupperware, dopo averlo ricoperto con un foglio di carta stagnola da entrambi i lati. Il risultato è che non si attaccca, e si riesce ad evitare la morte per diabete! 😉

Infine vi lascio la mia ricetta per dei Muffin al limone, non sono propriamente di San Valentino, anche perché non ho gli stampini per Muffin a forma di cuore, quindi ho usato quelli tradizionali, e quelli a forma di stella, per renderli più speciali. Il tocco di San Valentino è stato una leggera glassa rosa, e gli zuccherini a forma di cuore per decorarli… inizialmente volevo decorarli tutti con i cuoricini… ma si sa, la monotonia non fa parte di me XD
Muffin al Limone di San Valentino
INGREDIENTI (per 10 muffin):

  • 150 g di farina 00
  • 70 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 ml di latte
  • la scorza grattuggiata di un limone
  • 8 g di lievito per dolci
  • un pizzico di bicarbonato di sodio
  • un pizzico di sale
  • aroma di limone q.b.

per la decorazione:

  • 200 g di zucchero
  • 3 cucchiai d’acqua calda
  • poche goccie di colorante alimentare rosso liquido
  • mezza fialetta di aroma di limone
  • decorazioni di zucchero a forma di cuore

PROCEDIMENTO:

  1. Lavorate a crema il burro con lo zucchero, usando la frusta (se usate quelle elettriche, o la planetaria, fate prima).
  2. Aggiungete la scorza del limone, se avete usato un limone siciliano, l’aroma si sentirà tantissimo, quindi l’essenza del limone risulterà superflua, se invece state usando un limone poco profumato, è necessario aggiungerne un po’.  Aggiungete anche il sale, e ripendente a sbattere.
  3. Incorporate l’uovo e lavorate finché la consistenza risulterà liscia, gonfia e omogenea.
  4. In un’altra ciotola setacciate la farina con il lievito, ed il bicarbonato.
  5. Aggiungete al composto cremoso (quello con burro, zucchero, uovo, …) il latte, e poi, a poco a poco, gli ingredienti secchi setacciati.
  6. Suddividete l’impasto negli stampini e cuocete nel forno preriscaldato a 180° C per 20-25 minuti. (Se state usando stampini di silicone, anche meno, ricordate che le cose cotte negli stampi di silicone cuociono più in fretta).
  7. Intanto preparate la glassa sbattendo l’acqua con lo zucchero a velo, e aggiungendo poi l’aroma ed il colorante.
  8. Dopo aver fatto raffreddare i muffin, decorate con la glassa e le decorazioni di zucchero.

Spero che questa ricetta possa essere di vostro gradimento! 😉