Archivio tag | 2014

FILM – La Bella e la Bestia, 2014 di Christophe Gans

Ieri sera sono andata al cinema, ed ho visto questo film:
Locandina Italiana La Bella e La Bestia 2014 Christophe Gans Francia fiabesco

Il film è ispirato all’omonima fiaba popolare francesce di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, edita nel 1756, ma differisce da essa in diversi punti, creando una nuova versione della fiaba. E questo mi è piaciuto, perché fare un film di una classica fiaba, che sia uguale alla fiaba originale in tutto e per tutto, non è una grande idea. Allo stesso modo è anche sempre un rischio, perché se la storia viene stravolta troppo, il film diventa pessimo. Un’altra cosa a suo favore è che non ha nulla in comune neanche con il film di animazione della Disney, e sono lieta di questa cosa perché vedere la stessa storia in stile film, anziché cartone animato, non sarebbe stato il massimo.

Devo dire che le modifiche della storia originale mi sono piaciute, anche se alcuni punti della trama sono stati trascurati, quindi vedi succedere delle cose e ti chiedi: “ma???” o “perché???”. Essendo una fiaba romantica, ci sia aspetta del romanticismo da questo film… invece no. Eh già. ‘-.-
…e poi il finale troppo moralista non è per nulla adatto al genere di fiaba!!!

Vi spiego meglio nel dettaglio:

ATTENZIONE: PERICOLO SPOILER!!!

Un ricco mercante ha 3 figli e 3 figlie, due delle quali sono vanesie e superficiali, mentre l’ultima è la più bella, la più buona, la più sensibile e la più modesta. La loro madre è morta. (E fin qui tutto come nella storia).Il figlio maggiore, nonché erede, invece ha un sacco di debiti perché frequenta loschi figuri. (e qui la cosa si differenzia molto).
A causa di una tempesta le navi del mercante affondano e lui perde tutti i suoi averi, quindi lasciano la loro villa lussiosa in città per andare a vivere in una campagna. (ok).
Una delle navi del padre viene ritrovata con il carico al suo interno e quindi lui parte (ok) con il figlio maggiore (no) per riacquisire le sue ricchezze (sì).
Le figlie maggiori quindi chiedono in dono al padre vestiti e gioielli, in modo che siano pronte al loro rientro in società, mentre la minore, Belle, gli chiede solo una rosa. (ok).
Arrivati a destinazione capiscono che il contenuto della stiva serve giusto a ripagare i debiti che aveva il padre (ok), così il figlio arrabbiato lo insulta a scappa, il padre lo cerca nelle bettole e scopre così dei brutti ceffi che lo stanno anche loro cercando perché ha dei debiti impagati, e vogliono quindi uccidere il padre, che riesce a scappare, senza però trovare suo figlio. (no).
Nel viaggio di ritorno si perde nella foresta innevata, lui ed il suo cavallo stanno per morire di freddo, quando vengono salvati trovando un castello pieno di cibo, calore, e bauli pieni di gemme e vestiti (più sì che no), quindi dopo essersi riposato il padre parte per tornare a casa, e si rende conto di avere i regali per le 2 figlie maggiori, ma non la rosa per Belle, così la coglie, scatenando l’ira del padrone di casa, che è una bestia mostruosa, ed a causa del suo furto, vuole farlo prigioniero ma prima gli concede di andare a casa a dare un addio ai suoi figli, dicendogli che se non ritornerà al castello, la bestia ucciderà tutti; così lui va a casa, racconta la storia e Belle scappa per salvare suo padre sostituendosi al suo destino (sì).

Il castello è magico e c’è una fontana di acqua miracolosa, sta le sue mura vivono strani esseri che sono un incrocio tra cani e scimmie. Tutti i giorni la bestia regala a Belle nuovi vestiti e gioielli, mentre lei esplora il castello, ogni sera cenano insieme, litigando sempre. La notte Belle sogna il passato della bestia e scopre che era un nobile principe sposato con un bellissima donna, ma anche un famelico cacciatore, che da anni non riesce a cacciare un cervo d’oro (che poi non ha le corna, quindi è per forza una cerva) ed è diventato la sua ossessione. Finalmente riesce ad ucciderlo e si trasforma in sua moglie, che in realtà era una ninfa dei boschi a cui era stata concessa la forma umana dal padre, perchè voleva conoscere l’amore (non so a voi, ma sembra uguale alla Sirenetta!) quindi suo padre, il dio della foresta, lo maledice per avergli ucciso la figlia, tramutandolo in una bestia finché un’altra donna non saprà amarlo, la figlia invece si trasforma in un magnifico roseto, quello dal quale il padre di Belle aveva rubato la rosa. Ora, io dico, quest’uomo era ossessionato dal cervo, e la moglie lo sapeva, lui parlava solo di quello, aveva fatto apposta delle frecce d’oro per ucciderlo, e stava a caccia giorni interi…. perchè lei non ha deciso di dire a lui la verità??? BAH! Comunque…
Un giorno Belle chiede alla bestia di lasciarla andare a casa perché ne ha nostalgia, lui non vuole, ma lei gli offre un ballo in cambio. I due ballano e lui le chiede se un giorno potrà mai amarla, ma lei si arrabbia, lo insulta e scappa via. Lui senza vestiti ma nella sua forma reale di bestia (dal pelo bianco), la insegue sul lago ghiacciato, la intrappola, e la bacia… ma il ghiaccio si rompe e lei cade, così lui la salva e la porta a casa per curarla. Quando lei si sveglia lui le concede di tornare a casa, dicendole che se lei non sarebbe tornata, lui sarebbe morto di crepacuore.
Quando arriva a casa, il fratello maggiore nota i suoi vestiti sfarzosi ed i suo gioielli, ed assieme ai manigoldi a cui deve dei soldi, ad insaputa di Belle, assalta il castello della bestia, che si difende animando dei golem di pietra. COSA??? PERCHE’??? Da dove vengono??? Contestualizzatemeli!!!
Quando Belle se ne rende conto, corre dalla bestia e lo implora di salvare i suoi fratelli, ed i capo della combricola dei farabutti. Lui le da retta ed il malvivente lo pugnala, Belle ed i suoi fratelli portano la bestia nella vasca d’acqua magica per salvarlo, la bestia in fin di vita chiede a Belle se un giorno avrebbe mai potuto amarlo, lei gli risponde che lo ama già, e l’incantesimo si spezza. Lui diventa un uomo, gli animali strani dei beagle (che erano i cani da caccia del principe prima che venisse trasformato) ed il farabutto una pianta (???). Loro si sposano e fanno 2 figli… e vissero per sempre (perché a quanto pare anche dopo due figli non sono invecchiati nè loro, nè il padre di Belle) in una campagna a coltivare fiori, vestiti come dei contadini, assieme al padre di Belle. Del castello e del suo meraviglioso giardino non si sa più niente, mentre le sorelle hanno avuto matrimoni facoltosi ed ora vivono in città, ed i fratelli vivono anch’essi in città, gestendo una tipografia. COSA??? Ma che fine di fiaba romantica stupida è mai questa??? E’ una fiaba di principesse e finisce che fanno i contadini??? MAH… Non mi sembra tanto sensata come cosa, ok, sicuramente l’amore vale di più dell’aspetto esteriore e della ricchezza, ma è pur sempre una fiaba e la fine è stupida. E poi come hanno fatto ad innamorarsi? Perché lui l’ha baciata con la forza? E poi lei a scoperto la vera storia di lui e gli ha fatto pena??? Umh… bel messaggio che passa!
Mi piace il background della rosa, davvero, è una bella aggiunta! Ma… perchè non spiegare anche le origini dei golem di pietra già che c’erano, è chiedere troppo? Davvero, quei golem non hanno senso! …e poi il fratello maggiore! Secondo me è lui il cattivo della storia, non il furfante farabutto… che poi diventa una pianta??? Ma che punizione è??? Avrei capito se fosse diventato una statua, ma una pianta??? Boh.
E poi il castello??? Non potevano coltivare fiori nel bellissimo, immenso giardino di quell’enorme castello? No. Vivono nella catapecchia in campagna. Insomma, dove andremo a finire se pure le principesse soffrono la crisi??? L’unica cosa bella del finale, è il bacio romanticissimo e passionale che si scambiano, davvero un bellissimo bacio…
Ma i vestiti che indossava prima…
Vestiti Belle film 2014 La Bella e La Bestia

Insomma, se uno si va a guardare una fiaba al cinema, è perché vuole riviverla… fateci sognare e ridateci i vestiti!!!
In ogni caso non è male come film fiabesco, poteva essere migliorato, ma non è una delusione… insomma, 10000 volte meglio di Biancaneve ed il Cacciatore, anche se in effetti non ci vuole tanto, comunque un film buono, non ottimo, ma piacevole da guardare… ci sarebbero volute delle scene d’amore in più, si potevano togliere i cani scimmia che tanto i minion sono più carini, serviva almeno una micro spiegazione per i golem, ed avrebbero dovuto coltivare fiori nel giardino del castello!

Ah e poi, l’inizio, in cui una madre racconta la fiaba ai bambini… stranamente il viso della madre non si vede mai… motivo per cui è palese al 100% che la madre sia Belle! Avrebbe avuto più senso una Belle nonna, che non colleghi subito anche se vedi il viso perché è anziana, che racconta la fiaba ai nipoti, un po’ tipo Edward Mani di Forbice… oppure si saltavano direttamente quell’introduzione e facevano prima! XD

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere! ;D

Review Kiko – Nuovi smalti Primavera 2014

Dopo aver lanciato la collezione in edizione limitata per la primavera 2014, Boulervard Rock, adesso Kiko ci mette a disposizione ben 2 nuove collezioni di smalti, e 20 nuovi colori per la linea Quick Dry Nail Lacquer.

Gli smalti Quick Dry non li ho mai provati, proprio perché nessuno di quei colori mi aveva mai ispirato, in ogni caso per chi non li conoscesse vi lascio la descrizione ufficiale del prodotto:

Smalto ad asciugatura extra rapida in 60 referenze colore. Facile e veloce da applicare, Quick Dry rivoluziona i tempi d’attesa dell’asciugatura grazie alla sua speciale formula arricchita con ingredienti in grado di fissare il colore velocemente. La prima passata si asciuga in meno di 60 secondi (dato sostenuto dal 70% di donne sottoposte a test di autovalutazione). La texture, inoltre, contiene un’alta percentuale di pigmenti per un effetto colore immediato. I componenti, inoltre, esaltano la lucentezza del colore e, una volta asciutto, lo smalto ha un finish intensamente brillante. L’applicazione è facile e veloce grazie al maxi pennello piatto che, con il suo elevato numero di setole, facilita il prelievo dello smalto, il suo rilascio graduale sull’unghia e la sua stesura omogenea e senza striature. Quinck Dry è formulato senza l’aggiunta di ingredienti aggressivi. Formato 10 ml – Prezzo € 3,90

Come potete notare la descrizione indica già 60 colori, ma fino a pochissimo tempo fa erano solo 40. Vediamo assieme questi nuovi colori:
Kiko Quick Dry Nail Lacquer nuovi colori

Purtroppo non ho li swatch però posso farvi vedere la foto delle boccette (il bianco è al centro):
Kiko Quick Dry Nail Lacquer boccette nuovi colori
Devo dire che questi colori nuovi sono davvero molto più allegri ed accattivanti ;D e poi rimarranno fissi nella gamma, quindi state tranquille ;D
Personalmente mi piaccino particolarmente l‘842 – Deep Pink, l’847 – Ciclamino e l’854 – Menta.

Passiamo ora alle nuove collezioni, sono entrambe in edizione limitata, come lo erano i mirror e gli sugar mat dello scorso anno, però dato che quelle due serie sono rimaste molto a lungo sugli scaffali, immagino, che succederà anche a queste 😉

La prima di cui voglio parlarvi è la Fancy Top Coat un’idea che a Kiko mancava! Finalmente 10 smalti Top Coat con effetto glitter non particolarmente coprente, per poter dare a qualsiasi Nail Art un tocco luccicante e particolare! ;D Questi smalti non si differenziano solo per colore, ma anche per tipologia di glitter inserita all’intero, mi piacciono molto! Si possono stendere come normali top coat, oppure punteggiando l’unghia ed aiutandosi col dotter per fare in modo che i decori siano posizionati esattamente dove desideriamo.
Kiko Fancy Top Coat

Incredibilmente per la prima volta Kiko fa degli swatch ufficiali… però devo dirlo: Kiko, IMPARA a fare gli swatch! Sono microscopici!!! Già che hai perso tempo a farli provare a qualche ragazza e fargli le foto… purtroppo non si capisce nulla! XD In ogni caso, eccoli:
Fancy Top Coat KikoFancy Top Coat KikoFancy Top Coat KikoFancy Top Coat KikoFancy Top Coat Kiko

Io sono riuscita a swatcharli sullo scotch, quindi ora ve li mostro e ve li descrivo meglio:
Swatch Kiko Fancy Top Coat

Il nome ed il numero sono nello stesso identico ordine da sinistra verso destra dei loro swatch ufficiali.

  • 657 – Argento: brilla moltissimo ed è composto da microglitter e paillettes quadrate, ovviamente dal colore argentato.
  • 658 – Oro Rosa: è composto esclusivamente da pagliuzze dorate e rosate (conosciute anche come lurex o flitter).
  • 659 – Lilla: è composto da paillettes esagonali, mini-paillettes esagonali e qualche microglitter, il tutto rosa antico.
  • 660 – Viola Dalia: è composto da microglitter e mini-paillettes esagonali, il tutto color fucsia.
  • 661 – Magenta: è composto da microglitter, mini-paillettes esagonali, paillettes esagonali e cuoricini, il tutto color magenta.
  • 662 – Rosso: è composto esclusivamente da microglitter rossi.
  • 663 – Turchese: anche questo è molto brillante ed è composto da microglitter e paillettes quadrate, color verde acqua.
  • 664 – Zaffiro: è composto da microglitter, mini-paillettes esagonali, paillettes esagonali e stelline, il tutto color zaffiro.
  • 665 – Viola: è composto esclusivamente da pagliuzze viola ed argento (conosciute anche come lurex o flitter).
  • 666 – Nero: è composto da microglitter, paillettes esagonali, e pagliuzze, il tutto color nero. In quantità minore sono presenti anche microglitter, paillettes esagonali, e pagliuzze, il tutto color argento.

Mi piacciono perché sono versatili e si possono realizzare molte nail art fantasiose e luccicanti. I miei colori preferiti sono senza dubbio il 661 – Magenta ed il 664 – Zaffiro.

L’altra cosa che mi piace moltissimo di questi prodotti è che non sono semplici smalti glitterati, ma sono veri e propri top coat, e reggono anche molto bene! Per cui possono essere utilizzati per siglillare le nail art senza il bisogno di stendere un ulteriore strato di smalto sopra di essi! ;D Veramente ottimi!!!

La confezione contiene 11 ml di prodotto, per un prezzo di € 4,90.

Ed infine ecco l’ultima, ma non meno importante, novità di Kiko per questa primavera: gli smalti Cupcake! E per un’amante dei dolci come me, questo nome è una garanzia! ;D Questi smalti contengono granelli multicolore a rilievo dal rilascio pieno, ed hanno un finish mat ad effetto sabbiato tridimensionale. Li trovo divertenti, colorati e spiritosi, ed anche la semplice stesura di questi smalti da soli, sembra una nail art completa!
Kiko Smalti Cupcake

Anche in questo caso la confezione contiene 11 ml di prodotto, per un prezzo di € 4,90; e Kiko ha fatto degli swatch microscopici che voglio mostrarvi:
Smalti Cupcake KikoSmalti Cupcake KikoSmalti Cupcake KikoSmalti Cupcake KikoSmalti Cupcake Kiko

Stavolta si può avere un’idea leggermente migliore… ma non di molto! XD Questi sono gli swatch che ho fatto io sullo scotch:
Swatch Kiko Smalti Cupcake

anche in questo caso il nome ed il numero sono nello stesso identico ordine da sinistra verso destra dei loro swatch ufficiali, questa volta però non necessitano di particolari descrizioni, quello che vi posso dire è che lo smalto albicocca ha una consistenza diversa da tutti gli altri, non tanto al tatto quanto, nella stesura, non mi è piaciuta, non so dirvi perché, ma mi ha fatto proprio una brutta impressione. Gli smalti pesca ed anice hanno lo stesso effetto tono su tono, anche se su quello anice rende decisamente meglio. Gli altri invece sono tutti simili, cambiano solo i colori 😉

I miei preferiti sono: gelsomino, anice, menta e pistacchio… è fantastico, sembra di ordinare il gelato! XD

Voi cosa ne pensate di questi nuovi smalti? Ne avete già acquistato qualcuno? Fatemelo sapere! ;D

Review Essence Limited Edition Primavera 2014

Per questa primavera 2014 Essence ci riempie di novità!!! In questo post inizierò a parlarvi delle edizioni limitate in uscita in questo perido:

Collezione Bloom me up, dispobibile in edizione limitata nel periodo di marzo-aprile 2014:
Essence Blow me up - Primavera 2014

Pronta per sbocciare? La primavera si preannuncia giocosa e romantica e allo stesso tempo modaiola e cool!

E’ composta da 3 ombretti compatti, una matita occhi duo illuminante, 2 rossetti, 2 blush in stick, una cipria illuminante, una bustina con 5 applicatori per ombretto, 6 pennelli make up, una pochette per contenerli, un piegaciglia, una fascia per capelli, 4 smalti, e degli sticker per nail art! Analizziamo come al solito ciò che riguarda le unghie!

Questi sono i nuovi smalti dai colori brillanti e l’effetto perlato (come gli altri smalti Essence non contengono sostanze nocive):

Smalti Essence Blow Me Up Primavera 2014

Da sinistra verso destra abbiamo: 01 blow my mint (verde menta), 02 lovely lavender (violet tulip), 03 blooming tender (albicocca), 04 chaising lacy (rosa fragola). 8 ml di prodotto per un prezzo di € 1,79.

Infine abbiamo i nail sticker, che applicati sul margine libero dovrebbero ricreare una french manicure effetto pizzo, a un costo di € 1,49. Eccoli:
Essence Blow me up stickers tips french manicure pizzo primavera 2014

Ma non finisce qui! Come saprete lo scorso settembre è stata lanciata la collezione essence gel nails at home, che offriva una gamma di prodotti, tra cui una lampada LED per poter realizzare in casa una perfetta manicure col semipermanente. Il sistema Gel Nails at Home permette infinita scelta perché si può realizzare con tutti gli smalti tradizionali Essence, ovvero la linea Colour & Go, la rimozione è semplice perché avviene tramite il peel-off. (Io però personalmente non l’ho mai provata).

Per un perido limitato, da marzo ad aprile 2014, questa collezione si arricchisce di nuovi prodotti!

Essence Gel Nails at Home Limited Edition Primavera 2014

Possiamo infatti trovare 2 starter kit gel nails at home: si può scegliere tra lo starter kit natural french look oppure lo starter kit look colorato.
Essence Gel Nails at Home Starter Kit.jpg

  • Contenuto dello starter kit natural french look: primer unghie, base in gel peel-off, detergente unghie, top coat in gel per french.
  • Contenuto dello starter kit look colorato: primer unghie, base in gel peel-off, detergente unghie, top coat in gel trasparente

E siccome questo sistema viene utilizzato con gli smalti Colour & Go, hanno fatto uscire anche 4 nuovi colori:
smalti Colour & Go Essence Gel Nails at Home Limited Edition Primavera 2014

Ma ora veniamo alla notizia migliore, ovvero il nuovo prodotto, in uscita a marzo come quelli sopracitati, ma che NON sarà un’edizione limitata, ma arracchirà per sempre la collezione, ovvero la nuova mini lampada LED con presa usb:
Mini LED Lamp USB Essence Gel Nails at Home Limited Edition Primavera 2014

Ritengo che sia una cosa davvero particolare!!! Sicuramente è super pratica perchè grazie alla spina USB integrata, non c’è più bisogno della presa della corrente. E’ sufficiente collegare la lampada a un PC o, con un adattatore, ad uno smartphone e funzionerà. Servono solo 10 secondi per unghia, in quanto la lampada agisce solo su un’unghia per volta. E’ ideale da utilizzare quando si è in viaggio o in vacanza. Il suo prezzo è d € 24,99.

Ci sono altre novità per questa serie, in uscita a fine mese che resteranno sempre ad arricchirla, quindi non saranno in edizione limitata, ovvero: l’olio per unghie 3 in uno, lo spingi cuticole, il bastoncino correttore per smalto unghie in gel, e ben 5 top coat con effetti speciali e :

Essence Novità Gel Nails at Home

Tutti i vecchi prodotti di questa collezione rimarranno, tranne la lampada LED, che verrà sostituita con questa nuova mini lampada USB. Se volete maggiori informazioni sugli 8 prodotti qua sopra, non esitate a chiedermelo!

Io purtroppo non sono una da semipermanente, siccome mi piace creare sempre nuove nail art, mi annoio un po’ a tenere lo smalto per 10 giorni di fila, però mi sono informata, perché nella vita non si sa mai ;D
Devo dire che gli smalti della Bloom me up sono tutti molto belli, penso che almeno uno me lo accaparrerò XD. Voi invece cosa pensate dei prodotti che vi ho appena mostrato?

Colore del Mese: Violet Tulip

Ed eccoci finalmente al primo post di questo evento!
Il colore di questo mese è il Violet Tulip, ed io scommento che moltissimi di voi, non l’hanno mai neanche sentito nominare (o meglio, sicuramente non lo conoscete con questo nome)!
E’ uno dei colori di tendenza di questa primavera 2014, ed in effetti io non gli ho mai saputo dare un nome… assomiglia al lilla, però è più sul blu. XD
In realtà non credo neanche che esista un nome in italiano per definire questo colore, se non la traduzione letterale, ovvero viola tulipano, che però deriva dal fiore, ossia il tulipano viola:

Tulipano Viola
E’ un fiore a mio avviso molto bello, il suo significato nel linguaggio dei fiori è “spero che tu possa trovare calma e serenità“. Tuttavia, come potete notare, il colore inteso con il nome “violet tulip” non è lo stesso colore che possiede il fiore omonimo.
In esadecimale uno dei codice per questo colore, può essere questo 8e83bd:
violet tulip

Ovviamente dico può, perché come tutti i colori del mondo, non esiste un unica tinta assoluta, ma ce ne sono diverse, che variano soprattutto in base al materiale su cui vengono applicati.

Vi lascio qualche immagine d’esempio:
Violet Tulip colore Violet Tulip color Violet Tulip color

Tra i miei smalti, ho la fortuna di avere proprio la tonalità giusta! E’ uno smalto di Kiko, il numero 338 (che vi ho swatchato in questo post). Sempre di Kiko, possiedo anche il 330, che è proprio lilla, ma se avete questo, e non avete voglia di comprare uno smalto nuovo, potrete essere comunque di tendenza, dato che il colore è simile. 😉
Kiko Smalto 330 lilla - 338 Violet Tulip
Per gli altri smalti in commercio di questo colore, andate a vedere il topic di UnghieSmaltate98, che vi linkerò alla fine del mio 😉

Ma adesso, passiamo alla Nail Art che voglio proporvi.
Siccome volevo far risaltare il colore dello smalto, dato che il tema della nail art è il Violet Tulip, ho optato per una nail art molto semplice e perfettamente a tema, quindi vi mostro la Violet Flowers:
Nail Art Violet Tulip Violet Flowers

Scusate se la foto è un po’ sfocata, ma ho cercato di far uscire il colore giusto, preoccupandomi meno degli altri dettagli di una buona foto (dato che la prima volta che ci ho provato, come sapete, il colore è uscito diverso da quello che era in realtà).
Questo è l’occorente che serve per realizzarla:

Occorrente Violet Tulip Flowers

Il procedimento è semplicissimo!

  1. Ho steso la base Collistar su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Ho steso 2 passate di violet tulip su tutte le unghie, ed ho aspettato che si asciugasse.
  3. Il fimo che ho usato l’ho acquistato in barretta, quindi per utilizzarlo ho dovuto prima tagliarlo, se il vostro fimo è già tagliato, saltate il punto seguente.
  4. Ho tagliato il fimo con l’apposita lama per fimo, facendo molta attenzione perché le fettine risultassero sottili, se sono troppo spesse infatti l’effetto non è molto bello, l’applicazione è più complicata, ed è facile che saltino via. Se avete il fimo in barretta ma non la lametta, vi consiglio di usare un taglierino per tagliarlo. Inizialmente tagliare il fimo sarà un po’ complicato, e molte delle fette tagliate non andranno bene, e saranno da buttare: non demoralizzatevi però! Col tempo e la pratica diventerete bravissime ;D
  5. Ho messo una goccia, più abbondante del solito, di smalto strasparente, nell’angolo in cui volevo applicare il decoro (è necessario più smalto, perché il fimo è molto più grosso dei classici brillantini per unghie).
  6. Con l’aiuto del dotter, sporcato di smalto trasparente, ho applicato il fimo.
  7. Ho steso su tutte le unghie il top coat Essence.
  8. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)

Rimozione: basta il semplicissimo solvente per unghie, ma il fimo farà un po’ di restistenza, quindi dopo aver rimosso lo smalto consiglio di sollevarlo con le dita e staccarlo, e poi riprendere tranquillamente la rimozione col solvente 😉

Sempre con questo colore, ho realizzato un’altra nail art, la Violet Glitter Flowers, il colore dominante è sempre il Violet Tulip, ma siccome è più coperto, ho pensato che non fosse adatto all’occasione, per lo meno non per il primo post di questo evento, in ogni caso, se siete interessati, andate pure a guardarla 😉

Infine vi lascio con la nail art che ha realizzato Bea, la mia collaboratrice, per leggere il tutorial, cliccate sulla foto:
Colore del mese MARZO 2014 Bea

Spero che vi siate divertiti a leggere questo post, come noi ci siamo divertite a scrivervelo 😉