Archivio tag | argento

Review Borchie per Nail Art Born Pretty Store

Ciao Ragazze!

Oggi vi recensisco 2 dei prodotti che ho ricevuto da Born Pretty Store, di cui vi avevo parlato in questo articolo.

Si tratta delle loro borchie per Nail Art: io ho potuto testarne ben due modelli, quelle tradizionali tonde e quelle punk, a spuntoni.

Inizio col parlarvi di quelle tradizionali.

Nonostante la forma si classica, io ho deciso di provare una fantasia davvero particolare, infatti generalmente se pensiamo alle borchie pensiamo ai punk ed al metallo; ebbene invece io ho deciso di prendere delle borchie più bon ton, infatti sono nere con dei pois bianchi, e sono molto piccoline e discrete, il diametro che io ho scelto infatti è di 2 mm. POTETE ACQUISTARLE QUI.
Con queste borchie ho realizzato per voi due differenti Accent Manicure, le potete vedere nella foto:

Nail Art con Borchie Bon Ton di Born Pretty Store, by Elrien87

Sono davvero molto carine e discrete, soprattutto se usate sul nero. Mi piacciono un sacco!
Riguardo alla fase di testing: io le ho applicate usando come colla lo smalto trasparente ed ho provato la durata con e senza il top coat sopra. Senza il top coat sopra, durano circa un giorno o due, poi si staccano e si perdono in giro. Il vantaggio di non applicare il top coat? Se non le perdete in giro, potrete riutilizzarle, senza doverle pulire con l’acetone, inoltre vi risparmiate il problema delle bolle d’aria che a volte si formano vicino alle decorazioni 3D, quando si passa il top coat sopra di esse.
Con il top coat invece non avrete nessun problema, dureranno anche 7 giorni. Lo svantaggio è che spesso è difficile pulirle, quindi probabilmente sarà un utilizzo “usa e getta”, inoltre mi raccomando, fate attenzione alle bolle d’aria!
In ogni caso io vi consiglio di inglobarle e sigillarle sempre col top coat, altrimenti la vostra nail art si rovinerà, quindi mi raccomando: usate il top coat!!! 😀
Queste borchie sono promosse al 100%!!! Sono bellissime, facili da usare e durano a lungo (se mettete il top coat), inoltre data la dimensione ridotta, sono molto adatte alle unghie naturali, anche se sono corte! 😉 Sono curiosa di provare anche gli altri modelli disponibili, e penso che in futuro lo farò! Se lo fate voi, fatemi sapere la vostra opinione, mi raccomando!

Adesso invece passiamo alle borchie punk.

Queste che ho scelto sono quelle tradizionali punk, ovvero quando penso a borchie, penso proprio agli spike che hanno i metallari, quindi ho scelto queste belle appuntite ed argentate. Anche loro sono piccoline (2mm di diamentro e 2,5mm di altezza) quindi sono adattissime alle unghie naturali. POTETE ACQUISTARLE QUI.
Personalmente non avevo mai visto in giro delle borchie fatte in questo modo, quindi durante la fase di testing ero più interessata a capire se fossero un prodotto adatto alla nail art, più che a creare qualcosa di originale (tra l’altro mi è venuta in mente una bellissima idea, per una nail art e spero di poterla realizzare presto! 😉 ) quindi questa prima prova è stata più che altro è stata per me una valutazione qualitativa:

Nail Art con Borchie Punk di Born Pretty Store, by Elrien87

Anche queste borchie sono veramente bellissime!!! Per quanto io non ami per niente il punk, devo dire che queste borchie mi piacciono moltissimo!!! Però qualche problemino di portabilità ce l’hanno… innanzi tutto, pungono veramente moltissimo, quindi fate attenzione a non infilarvi le unghie negli occhi, e mi raccomando se avete a che fare con bambini ve le sconsiglio!
Secondariamente… io le ho provate con lo smalto trasparente come colla, ma non ho provato ad inglobarle nel top coat, perchè secondo me è difficile passare il top coat in un modo dignitoso senza creare striature con delle decorazioni così tanto sporgenti. Le ho applicate la sera ed al mattino ne erano sopravvisute solo 4 su 6, poi mi sono preparata per andare in ufficio, e quando sono arrivata lì ne avevo solo 2 su 6. Dopo poco me ne era rimasta solo una, e molto prima della pausa pranzo le avevo giù perse tutte… in conclusione, direi che lo smalto trasparente non è assolutamente indicato per incollarle, e purtroppo inglobarle nel top coat è troppo complesso. Secondo me quindi la cosa migliore per usarle sulle unghie naturali credo che sia incollarle utilizzando la colla per unghie. Lo farò e vi terrò aggiornate.
Quindi, anche se estiticamente sono splendide, dati questi problemi di portabilità, queste borchiette non ve le consiglio al 100%.

Ad ogni modo sul sito Born Pretty Store, potrete trovare moltissime altre tipologie di borchiette per unghie, alcune mai viste prima in nessun altro store, quindi io vi consiglio vivamente di farvi un giro nel loro! 😉
Inoltre vi ricordo che se foste interessate a fare qualche acquisto, con il mio codice ELRIX31, avrete diritto ad uno sconto del 10%! 😀

ELRIX31 - Codice Sconto Born Pretty Store by Elrien87

Voi avete mai acquistato da loro? Cose ne pensate di queste borchie, e del mio modo di utilizzarle? Fatemi sapere! 😀

Nail Art – Christmas Stylish Frozen

Eccomi qua con la mia seconda proposta di nail art a tema natalizio per quest’anno!
Anche questa l’ho realizzata per un concorso ma stavolta è ancora in corso! Sto parlando di quello indetto dalla YouTubers DolceOrsetta!
Ecco la mia proposta:
Nail Art Christmas Stylish Frozen Concorso DolceOrsetta

E questo è il materiale usato:

Occorrente Nail Art Christmas Stylish Frozen DolceOrsetta

E questo è il procedimento:

  1. Ho steso la base Kiko su tutte le unghie ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Su medi ed anulari ho steso lo smalto blu di Kiko ed ho aspettato che si asciugasse.
  3. Su pollici, indici e mignoli ho steso lo smalto argento di Pupa ed ho aspettato che si asciugasse.
  4. Sempre su queste dita ho steso il top coat glitterato di Kiko, avendo cura di distribuire bene le stelline, aiutandomi ove necessario con il dotter.
  5. Per ogni unghia blu ho tagliato tre pezzi di striping, uno più lungo degli altri da posizionare in verticale, non perfettamente al centro, e due più corti da posizionare in orizzonale come da foto di cui sopra; anche per questi passaggi mi sono aiutata con in dotter per fissare il primo punto del nastro. Se necessario tagliate gli eccessi con le forbicine (se usate quelle curve sarà molto più facile essere precisi).
  6. Sempre su queste unghie ho passato il top coat di SinfulColors.
  7. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)
  8. Stessa cosa per le gocce asciuga smalto, vanno usate tra una passata e l’altra di smalto, e/o alla fine della nail art, se si desidera velocizzare i tempi di attesa.

Rimozione: per le dita gliterate è necessario il metodo della carta stagnola, per le altre dita invece basterà il normalissimo solvente. 😉

A me questa nail art piace molto, la trovo natalizia, elegante e semplice da realizzare ma decisamente d’effetto!. Voi che cosa ne pensate? Fatemelo sapere! ;D

 

Tag – Nail Polish Guide for Christmas!

BeaNails del blog UNGHIESMALTATE98 ha ideato questo grazioso tag, in cui ognuna di noi è invitata a consigliare i colori più appropriati di smalti per le festività natalizie:
Nail Polish Guide For Christmas Tag

Ed io sono felice di rispondere! ;D

Secondo me i colori del Natale sono il rosso, il verde e l’oro, oppure il blu e l’argento. Per questo motivo ho selezionato per voi, dai miei oltre 130 smalti (sì, lo so, devo darmi una regolata!), tre di loro, per ognuno di questi colori:

Smalti Natalizi - Nail Polish Guide for Christmas Tag

Smalti Rossi

Smalti Natalizi Rossi - Christmas Xmas Red Nail Polish

  1. Kiko Sun Pearl 430 – rosso con oro shimmer
  2. Rimmel London Salon Pro with Lycra 323 – Riviera Red
  3. Kiko Laser 432 – Fluent Red

Lo smalto numero 1 è uno smalto shimmer a mio avviso super adatto al Natale, per via dei colori in esso contenuti, infatti l’anno scorso l’ho usato per una nail art natalizia, che potete rivedere cliccando QUI. Il 2 è un crème di una tonalità di rosso pieno, davvero adeguato, per saperne di più cliccate sul link. Il 3 invece è uno smalto iridescente, tono su tono, per chi vuole usare “solo uno smalto” senza rinunciare al tocco di originalità.

Smalti Oro

Smalti Natalizi Oro - Christmas Xmas Gold Nail Polish

  1. Pupa Art Base Taupe – Nail Art Kit City Safari n. 27
  2. Sabrina Azzi – Oro Metallico
  3. Kiko Fancy Top Coat  658 – Oro Rosa

Lo smalto numero 4 è uno smalto shimmer, oro scuro, quasi tendente al bronzo; abbinato nel modo giusto sa essere spettacolare! In numero 5 al contrario è un oro molto chiaro, quasi giallo. Purtroppo lascia qualche striatura ed è perfetto con un top coat mat. Il numero 6 invece è fantastico per le feste di Natale! E’ composto da pagliuzze dorate e sa rendere speciale ogni altro smalto!

Smalti Verdi

Smalti Natalizi Verdi - Christmas Xmas Green Nail Polish

  1. Kiko Celebration 423 – Verde acqua shimmer
  2. deBBY colorPLAY 169 – Verde shimmer
  3. Kiko Sun Pearl 428 – Verde con oro shimmer

Per i verdi ho optato per 3 smalti dal finish shimmer, perché secondo me il verde “troppo semplice” non fa abbastanza Natale! XD Il numero 7 purtroppo non è molto comprente ma con più passate si può anche usare da solo. Se invece preferite usare “la mutanda” lo smalto che si appresta perfettamente a questo scopo è il 343, sempre di Kiko, color Verde Primavera. Lo smalto numero 8 invece è più comprente ed intenso, del classico verde di Natale, un’ottima scelta! Per finire lo smalto numero 9, è della stessa tipologia del numero 1, e lo trovo magnifico! Il verde è un po’ più particolare, però è sempre molto adatto.

Smalti Argento

Smalti Natalizi Argento - Christmas Xmas Silver Nail Polish

  1. Kiko Mirror 616 – argento
  2. Pupa Holographic 30 – argento
  3. Sinful Colors 923 – Queen of Beauty

Lo smalto numero 10 ha il finish mirror, perfetto da usare per lo stamping. Il numero 11 è un bellissimo smalto olografico argento coprente in una passata anche da solo, è spettacolare! Il 12 invece è uno smalto glitter ed è perfetto per impreziosire qualsiasi tipo di nail art.

Smalti Blu

Smalti Natalizi Blu - Christmas Xmas Blue Nail Polish

  1. Kiko Fancy Top Coat  664 – Zaffiro
  2. Sabrina Azzi – Urban Blue
  3. Kiko 300 – Blu shimmer

Il 12 è uno smalto glitter con tanto di stelline… davvero fantastico per le festività! Il 13 è uno smalto crème blu molto scuro, davvero elegante (questi ultimi due usati in coppia poi li trovo spettacolari! Giudicate pure voi da QUESTA nail art), mentre il 14 è uno smalto shimmer che mi piace parecchio, di una tonalità di blu molto adatta per l’occasione.

Cosa ne pensate degli smalti che ho scelto per voi? Spero che vi piacciano, per me sono perfetti! ;D
Invito tutte voi che mi leggete a rispondere a questo tag, se non avete così tanti smalti ne basta uno per categoria, o addirittura solo uno, dipende dalle vostre disponibilità! 😉

In particolare io ho deciso di taggare: l’Angolo Degli Smalti, Hellenyna Tra Le Nuvole, La Ciffa Reloaded, Valerie, A Girls Delights.

Per chi non ha un blog, può rispondere nei commenti scrivendo il nome del suo smalto preferito per questo Natale 2014! 😉

Genere Horror – il mio preferito!

Oggi un post un po’ diverso dal solito… vi parlo un po’ di me e di quello che mi piace! 😉

Chi mi segue sa già che adoro libri, film e serie TV… ed in particolare mi piace molto il genere horror, soprattutto per i film! Eh già! I film horror sono senza dubbio i miei preferiti… e per quello che mi riguarda ho sempre un sotto-genere per ogni occasione!!!
Ma non tutti li conoscono, spesso la gente quando sente horror lo snobba pensando a scene cruente, zero trama e tanto sangue… l’horror è anche questo, ma non solo questo. Molti lo snobbano, o non lo conoscono bene… per questo motivo ho deciso che oggi ve lo illusterò! 😉
L’argomento è decisamente vasto, quindi per questa volta mi limiterò ai miei sotto-generi preferiti, ma se a qualcuno interessasse saperne di più non si faccia scrupoli a chiedere! 😉

Ad ogni modo, eccoli:

Commedia horror: è un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di elementi di commedia nera e horror leggero o splatter. Si distingue dall humour nero per storia e argomenti, se infatti nel primo non vengono mai trattati argomenti di orrore ma puramente sarcastici e ironici, in questo genere l’horror comico è alla base della storia. Generalmente rientrano in questa categoria i B-Movie.
Il mio consiglio? Benvenuti a Zombieland (USA – Zombieland – di Ruben Fleischer, 2009).

Horror psicologico: Generalmente coincide con gli horror orientali, (anche se ad essere sinceri anche qui è stato creato un sottogenere… ad esempio, quelli giapponesi vengono chiamati J-Horror, mentre quelli coreani K-Horror); la sostanziale differenza da un normale horror è che non è ciò che vedi a metterti paura, ma spesso proprio ciò che non vedi! La tensione, ed il terrore non sono causati da scene forti, ma dall’intensità della trama, che insinua dubbi nel tuo cervello e spesso ti lascia scosso anche dopo i titoli di coda.
…Perché non è il film in sè.. ma la storia che ti rimane dentro!
Il mio consiglio? Two Sisters (Corea del Sud – Janghwa, Hongryeon – di Ji-woon Kim, 2003).

Slasher: Il genere denominato slasher (dall’inglese “To slash”, ferire profondamente con un’arma affilata) si riferisce a quel gruppo di film horror in cui il protagonista indiscusso è un maniaco omicida (spesso mascherato) che dà la caccia ad un gruppo di persone (spesso giovani) in uno spazio più o meno delimitato, utilizzando in genere armi da taglio per ucciderli in modo cruento. A mio avviso sono quelli più esilaranti!
Il mio consiglio? Halloween – La notte delle streghe (USA – Halloween – di John Carpenter, 1978).

Splatter: Il genere splatter, noto anche come gore, è basato sull’estremo realismo degli effetti speciali, che descrivono lo schizzare del sangue (“To splat”, in inglese) o la lacerazione dei corpi umani, con conseguente fuoriuscita di interiora. Spesso dal realismo si è passati all’esagerazione, allo scopo di disgustare o anche di far ridere gli spettatori.
Possiamo trovare un ulteriore sottogenere, nato negli anni 2000, il Torture porn: Vengono etichettati sotto questo nome film nei quali sono presenti quattro elementi caratteristici: mutilazioni, nudità, sadismo e tortura. Un altro fattore che li distingue dagli splatter classici è il bilancio di produzione relativamente basso e una distribuzione cinematografica limitata se comparata al genere nativo.
Diciamo che il film puramente splatter sanno essere anche molto esilaranti (certo dipende sempre dal film), mentre i Torture Porn è raro che lo siano, in genere sono molto più forti e violenti, e personalmente è difficile ridere.
Il mio consiglio? Splatters – Gli schizzacervelli (USA – Braindead – di Peter Jackson, 1992). – Splatter
Il mio consiglio? Hostel (USA – Hostel – di Eli Roth, 2005). – Torture Porn

Thriller-Horror: E’ un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di ritmi veloci, dalla suspense, e dai temi psicologici presentati. Le trame solitamente vedono l’utilizzo dell’antagonista sotto forma di serial killer e deviato mentale. I thriller possono essere definiti con lo stato d’animo primario che essi suscitano: eccitazione e paura. Un film thriller sfocia nel genere horror se è elevato il contenuto splatter o slasher.
Il mio consiglio? Profondo Rosso (ITA – di Dario Argento, 1975).

Inoltre amo anche i film sui mostri classici (vampiri, lupi mannari, zombie, ghoul) e quelli sui fantasmi.

Provo invece un assoluto e totale senso di disgusto per i Tentacle Rape, che alcuna gente associa al cinema horror di animazione. Io invece mi dissocio nella maniera più assoluta da qualsiasi cosa che li riguardi!

Locandine Horror

Le commedie horror, gli slasher e gli splatter, sono favolosi, perché fanno morire dalle risate!!! Gli horror psicologici ed i torture porn creano decisamente tanta tanta inquietudine. Le storie di mostri e fantasmi sono ciò che sono… ovvero favole macabre, e spesso gotiche. I thriller-horror sono il mix giusto tra trama, tensione, paura e sangue.

E’ importantissimo lo stato d’animo con il quale si guarda un film horror, per poterlo apprezzare o disprezzare a pieno! Dopo averne guardati un po’, saprete associare il sottogenere giusto, al momento perfetto! ^_^

Ovviamente per ridere davanti ad un film horror dovete sempre tenere a mente una cosa: E’ solo un film! Se provate empatia per i personaggi, è decisamente la fine del divertimento, a meno che non siate mostri insensibili! 😉 Con questo non condanno le persone sensibili (io sono la prima ad esserlo) ma per guardare un horror bisogna “scollegare” quel cavo del cervello, e rendersi semplicemente conto di quanto siano ridicole alcune scene! 😉

Qual è il vostro genere cinematografico preferito? Avete visto qualcuno di questi film? Fatemi sapere le vostre opinioni! ;D

Review My Nail Design – Uscita 5

Ehm ehm… mi scuso per l’enorme ritardo di questo post, dato che il fascicolo che andrò a recensirvi oggi era in edicola dal 22 aprile al 5 maggio… ma ho deciso di scriverlo comunque perché so che si possono comprare gli arretrati!

Vi avevo già parlato di quest’opera in questo post, e vi avevo detto che probabilmente non avrei comprato altri numeri… però mia zia, del tutto ignara di ogni cosa, sapendo che mi piacciono gli smalti, l’ha visto in edicola ed ha voluto regalarmelo… ❤ Grazie Zia Mimma!!! ;D

Questo è il numero in questione:

My Nail Design uscita 5

Questo numero contiene 2 smalti marca Sabrina Azzi (che non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccette da 5ml l’uno, degli stickers per nail art ed un kit per lo stamping.
Il fascicolo è molto più interessante del primo a mio avviso: ci sono 3 diversi tipi di nail art, spiega diverse tecniche per ottere colori di smalti personalizzati, tra cui la Franken Polish, spiega come usare li olii essenziali per la manicure e quali scegliere e perché, e da consigli per la pedicure.

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti in questa uscita:

My Nail Design quinta uscita smalti

  • Base effetto mat: mi piace moltissimo! Opacizza veramente! Le basi mat inoltre serveno a far durare di più lo smalto, e a mio avviso questa fa veramente il suo lavoro! E non è tutto! Anche se sulla boccetta non è indicato (nella rivista però sì) è ideale anche come top coat effetto mat. Mi piace davvero molto come opacizza gli smalti colorati, molto consigliata! ;D
  • Smalto Urban Blue: anche questo mi piace parecchio, il colore è bellissimo, coprente in una passate e si stende senza difficoltà! 😉
  • Stickers Argentati: Non ho ancora avuto modo di provarli ma a prima vista sembrano proprio ciò che devono essere. Alcuni sono davvero molto lunghi quindi se non avete le unghie adeguate consiglio di tagliarli con molta precisione con delle forbicine affilate, in modo da insinuarsi tra i contorni del tribale e accorciare lo sticker senza rovinare il disegno, ma creandone due 😉

My Nail Design - Kit Stamping uscita 5

  • Timbro: E’ un normale timbro per stamping, funziona. Io sono stata sfortunata, perché anche se da questa foto non si vede, aveva un bozzo di silicone sul bordo, l’ho dovuto grattare via col taglierino… certo evito di usare la parte grattata per far rimanere su lo smalto, anche perché penso che non si trasferirebbe molto bene, ma per fortuna è solo sul una piccola parte del bordo. Devo dire che a me ogni volta capita il fascicolo con qualcosa di difettoso! XD
  • Scraper: E’ un normale raschietto, con la parte per raschiare in metallo, e funziona molto bene. Non graffia eccessivamente il plate 😉
  • Plate A01: E’ una piastra per stamping, non è di quelle della migliore qualità, però funziona. Ne ho provate decisamente di peggiori. La sua qualità è all’incirca come quelle Essence. I suoi disegni sono per la maggior parte floreali e molto carini 😉

Un giorno vi farò un post sullo stamping, come quello che vi ho fatto sul fimo, sempre se vi interessa! 😉

In conclusione devo dire che questo numero non mi ha per niente deluso, e anche se € 5,99 non sono così pochi, in questo caso, considerando la quantità e la qualità della roba che contiene ci possono stare ;D Sarà anche perché è stato un regalo, però io sono molto contenta di questa uscita ;D

Voi cosa ne pensate? Qualcuna di voi l’ha acquistata, oppure ha intenzione di ordinarla? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D

Smalti Pupa Special Effect – Mosaic

Come già annunciato, per questa primavera/estate Pupa ha fatto uscire 5 edizioni limitate, composte da 6 smalti ciascuna.
Vi ho già parlato qui della collezione “Underwater”, qui della collezione “Sugar Candy” ed oggi vi mostrerò la Mosaic:
Pupa Mosaic
Vengono definiti smalti dall’effetto mosaico 3D, ma vediamoli un po’ più nel dettaglio 😉

Speciale smalto dall’innovativa texture trasparente cristallina arricchita di maxi paillettes iridescenti e metalliche in 3 diversi formati: irregular, baguette e round.
Unghie dall’effetto mosaico 3D e dal finish ultra brillante multicolore per un esclusivo nail look originale e super glamour.
Il maxi applicatore piatto big brush con 440 setole dal taglio arrotondato, garantisce un prelievo e un rilascio ottimale del colore per una stesura semplice e veloce in un solo gesto.

Disponibile in 6 colori super trendy e brillanti:

001 Silver Mosaic 001 – Mosaic Silver
Swatch 001 Silver Mosaic
002 Gold Mosaic 002 – Mosaic Gold
Swatch 002 Gold Mosaic
003 Pink Mosaic 003 – Mosaic Pink
Swatch 003 Pink Mosaic
004 Red Mosaic 004 – Mosaic Red
Swatch 004 Red Mosaic
005 Blue Mosaic 005 – Mosaic Blue
Swatch 005 Blue Mosaic
006 Green Mosaic 006 – Mosaic Green
Swatch 006 Green Mosaic

Ogni boccetta contiene 5 ml di prodotto per un costo di € 6,00.

Sono sullo stesso stile dei Fancy Top Coad di Kiko, ma ognuno di questi smalti si differenzia dall’altro solo per il colore, non anche per la qualità di glitter.
Quindi sono totalmente trasparenti, non ho idea di quante passate abbiano fatto per fare li swatch ufficiali, ma se pensate di indossarli da soli, avete sbagliato tipo di smalto! Questi infatti sono molto indicati per arricchiere ed impreziosire le vostre nail art, donando loro dei punti luce. Tra l’altro è consigliabile stenderli “picchiettando”, anziché trascinando l’applicatore, come per gli altri smalti, in questo modo rilascerete sicuramente più paillettes sulle vostre unghie 😉

Io non ho avuto modo di provarli, ma se sono come quelli Kiko, o come gli altri smalti con paillettes presenti sul mercato, il top coat non dovrebbe essere necessario, perché le paillettes sono come i glitter… molto resistenti!!! Io metto il top coat solo se le paillettes sono troppo grandi e l’effetto ruvido mi turba. Un’altro motivo per cui mettere il top coat è per evitare che si impiglino nelle calze (o in altri tessuti delicati), rischiando di smagliarle. A mio avviso quindi l’effetto 3D di questo smalto è un po’ sopravvalutato, perché anche mettendo il top coat non è  che l’effetto finale si rovina, come capita con altri tipi di finish 😉 …insomma, più che 3D li definirei ULTRA BRILLANTI! 😉 Ricordate però che vanno usati per impreziosire una nail art, non da soli, perché non sono abbastanza coprenti!!!
Infine per quanto riguarda la rimozione dovrete sicuramente usare il metodo della carta stagnola 😉

Se devo scegliere il mio preferito tra questi voto per lo 006 – Green, ma sono tutti molto utili se amate rendere le vostre nail art brillanti usando le paillettes! 😀

E con questo è tutto. Voi cosa ne pensate di questa nuova linea? Avete già acquistato qualche prodotto? Fatemelo sapere! ;D

Tre nuovi piccoli amici!

Ieri sono stata all’Upim, e non ho saputo resistere ai saldi! Quindi vi presento 3 nuovi smalti: deBBY 207 - Rimmel 150 - SinfulColors 923

  • deBBY colorPLAY 207

Smalto della linea cream di deBBY, ovvero la colorPLAY. La deBBY è una linea di prodotti che fa parte del marchio Deborah Group, il cui brand più famoso è la Deborah Milano; è quindi un’azienda italiana, anche se gli smalti in questione vengono prodotti in Francia. Gli smalti di questa serie contengono 7.5 ml di prodotto e costano € 3,90, ma a causa saldi l’ho pagato € 2,00. Il sito è fatto maluccio a mio avviso, ma credo che i colori disponibili siano circa una sessantina, questo in particolare fa parte degli arancioni, ma come tutti questi smalti non ha un suo colore personale, è il 207:

Debby 207 Lo definirei un color ibisco. Questo smalto è coprente anche in una passata, il pennellino è molto sottile. Tutti gli smalti di questa linea non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide.

  • Rimmel Cocktail Colour 150 – Cutie Colada

Questo smalto fa parte di una collezione limitata che è uscita la scorsa estate, quindi se li trovate ancora sono le ultime rimanenze. La collezione è composta da 5 colori e sono ispirati ai cocktail:

Rosso = 140 – Hawaiian Punch
Arancione = 120 – Shirley Temple
Verde = 150 – Cutie Colada
Blu = 130 – Apple Berry Smoothie
Viola = 110 – Baby Bellini

Non sono riuscita a resitere al colore, al nome ed al package! Lo smalto afferma di essere ad asciugatura rapida (promette 60 secondi) e coprente in una sola passata. Fandonie!!! Più che per l’asciugatura, che effettivamente è molto rapida, per la coprenza. Questo colore è molto chiaro e poco coprente, anche se con 3 passate si può ottenere un effetto adeguato. E’ uno smalto shimmer.
Viene prodotto nel Regno Unito, la boccetta è da 8 ml ed il suo prezzo pieno è € 4,90, ma con i saldi l’ho acquistato a € 2,00. Il pennello è di quelli piatti e larghi. Purtroppo sugli smalti Rimmel non vengono riportati gli ingredienti, sul sito non sono indicati, ho provato a contattare l’azienda, ma ancora non mi hanno risposto, vi farò sapere. In ogni caso non mi piace questa cosa.
EDIT: mi hanno risposto, mi hanno inviato l’INCI e posso dirvi che questo smalto non contiene sostanze nocive. (Già che c’ero ho chiesto l’INCI di un’altro loro smalto in mio possesso, e neanche su quello erano presenti sostanze nocive, per cui suppogo che i loro prodotti non ne contengano). Inoltre mi hanno detto che in DRUGSTORES e PROFUMERIE si possono trovare i loro INCI su tutti gli espositori, infatti è presente un book che riporta la lista ingredienti di ciascun prodotto, invece negli IPERMERCATI e SUPERMERCATI la lista ingredienti è riportata sul retro del blister di ciascun prodotto, presente sui loro espositori. Io ho detto loro che in drugstores e profumerie, quando viene chiesto l’INCI le commesse spesso dicono “non riesco a trovarlo, deve essere qui da qualche parte”, guardandoti malissimo. Loro mi hanno risposto che in ogni caso per conoscere gli INCI che non sono riportati sulle confezioni devo rivolgermi alle commesse che sono tenute per obbligo legale ad avere e mettere a disposizione le liste. Io mi chiedo… con la carenza di lavoro che c’è di questi tempi, per quale assurdo motivo, alcune commesse non hanno voglia di svolgere il loro lavoro, facendo fare tra l’altro una pessima figura alle aziende produttrici??? Ma soprattutto, se non hanno voglia di cercare le liste, c’è proprio bisogno di guardarti male? Mah…

  • Sinful Colors 923 – Queen of Beauty

La Sinful Colors è una marca Americana, e lo smalto è stato fabbricato lì. Io ne ho sempre sentito parlare benissimo, ma non avevo mai avuto occasione di provarla. Non contengono formaldeide, toloune e DPB, non so se contengono la canfora, perché gli ingredienti sono riportati sotto l’etichetta e non ho voglia di sollevarla, anche perché essendo la canfora contenuta nel basilico, e non essendo io in gravidanza, attualmente è l’ultimo dei miei problemi.

Sinful Colors 923 Queen of Beauty

E’ uno smalto glitter, la confezione contiene 15 ml di prodotto, il suo prezzo pieno è € 3,70, ma coi saldi l’ho pagato € 2,90. Il pennello è standard. Sulla coprenza non posso dirvi molto, perché non è uno smalto “normale” ma è il classico smalto da utilizzare quando si vogliono darei dei punti luce alla nail art, quindi basta passarlo sulla zona che si vuole illuminare e ripetere l’operazione finché sull’unghia non c’è la quantità di glitter desiderata… perchè praticamente altro non è che uno smalto trasparente con tantissimi glitter al suo interno. Posso dirvi quindi che i glitter sono microglitter argentanti e lo smalto ne è veramente pienissimo!!! Con una sola passata si stendono bene sull’intera unghia, ma senza coprire quello che c’è sotto… questo dipende sempre da quante passate date, e quanto abbondanti. In ogni caso, se avete ben chiaro a cosa serve, ve lo stra-consiglio!!!