Archivio tag | Belle

Campioncini di profumo – Parte Terza

Ed eccoci arrivati alla terza ed ultima (per ora! Prima o poi mi capiteranno tra le mani nuovi campioncini! XD) parte della mie review sui campioncini di profumo.

Qui potete trovare la Prima Parte e la Seconda parte.

Nello scorso post vi avevo detto che in questo articolo avrei recensito solo 2 profumi, dato che quelli iniziali erano 8… ed invece no, sono tre anche questa volta! XD Il nuovo arrivato per ovvi motivi verrà messo in coda e non in ordine alfabetico per Brand come gli altri 8 😉

Ad ogni modo, eccoli qua:
Campioncini di Profumo
Ma vediamoli più nel dettaglio:

Narciso Rodriguez for her – Eau de Toilette

Un classico moderno, per lei che seduce con la purezza, la grazia e finezza. Il muschio, il cuore del profumo, è ingentilito da una sintesi di note floreali e di ambra dolce. Sensuale e coinvolgente, per lei è la femminilità nella sua forma più potente.

Narciso Rodriguez ha creato 4 fragranze di questa serie: l’eau, l’eau de parfum, l’eau de parfum intense, e l’eau de toilette… io vi parlerò di quest’ultima:
Narciso Rodriguez for Her - Eau de Toilette

“For her” è un raro esempio di una fragranza di uno stilista che si affaccia per la prima volta nel mondo della profumeria e che riscuote un enorme successo. Si tratta, infatti, del primo profumo dello stilista americano con origini cubane, entrato nel mondo della moda nel 1997. Narciso Rodiguez con “For her” trasferisce alla fragranza quel tocco di eleganza e raffinatezza tipici del suo stile, riuscendo, con questo straordinario mix, a donare un omaggio alle donne, sua vera fonte di ispirazione.

Seduzione ammaliante, dal cuore pulsante di muschio esotico. For Her Eau de Toilette di Narciso Rodriguez è un’esperienza olfattiva profonda, ma armoniosa e soave, che irradia la donna di grazia seducente. L’aroma di muschio egiziano vibra nel preludio di fiore d’arancio e osmanto, nel cuore d’amberlino e vaniglia, nel fondo legnoso.

Note di Testa: Osmanto.

Note di Cuore: Muschio.

Note di Fondo: Ambra, Patchouli, Vetiver

Formati disponibili: Vapo. 30 ml (€ 50,50) Vapo. 50 ml (€ 68,90), Vapo. 100 ml (€ 97,00).

Narciso Rodriguez for her - Eau de Toilette

Cosa ne penso io? Personalmente mi piace questa fragranza è molto intensa e fiorita, ed è persistente. La reputo più da donna che da ragazza, in ogni modo, buona 😉
Voto: 7.5

FREEDOM – Eau de Toilette

Beh, innanzitutto è importante precisare una cosa: a differenza di tutti gli altri profumi da me finora recensiti, questo è un profumo maschile. Ora io mi chiedo, cara commessa della profumeria… perché??? Voglio dire… se io compro un profumo, o un dopobarba da uomo, per il mio ragazzo, tu credi che poi tornando a casa gli dica “ehi guarda casualmente oggi in profumeria mi hanno dato dei campioni da uomo, così sai, perché si sono confuse…” …credo che mi lascerebbe immediatamente se venissi scambiata per un uomo! XD Fosse come una volta, che venivamo riempite dai campioncini… ormai devi implorarle per farti dare qualcosa! Cioè è troppo palese che abbia comprato qualcosa per lui, così poi la copertura salta. Se invece aspetto il giorno giusto, gli do il profumo e poi gli do anche il campioncino non va bene… sono uomini, si confondono… devono mettere il profumo regalato oppure quello omaggiato? Perché se indossano l’omaggiato allora poi non hanno apprezzato il nostro regalo, se indossano il regalo allora poi non hanno la mente aperta a nuovi orizzonti… XD e sì noi a volte sappiamo essere parecchio strane XD Comunque parliamoci sinceramente: gli uomini dei campioncini omaggio non se ne fanno nulla!!! Dateli tutti a noi! XD
Va beh, chiudiamo questa parentesi, un campioncino omaggio del resto serve come sempre per valutare o meno l’acquisto del prodotto… e siccome è raro che un uomo si vada a scegliere un profumo ne parlerò ugualmente, nella speranza che possa essere d’aiuto a qualcuna di noi per i regali! 😉

Irresistibile e senza tempo, Freedom for Him di Tommy Hilfiger ha una profumazione pulita e frizzante con la fresca nota agrumata che caratterizza la nostra gamma di profumi. Il profumo perfetto per qualsiasi momento della giornata.

Tommy Hilfiger ha anche creato una variante di questo profumo, il Freedom Sport, (sempre eau de toilette), ma io oggi vi parlerò della fragranza principale:
Tommy Hilfiger Freedom - Eau de Toilette

Fedele alla tradizione del marchio Tommy Hilfiger, Freedom si ispira al mare aperto e alle possibilità evocate da un orizzonte sconfinato. La fragranza cattura la sensazione di libertà racchiudendo lo spirito carpe diem in una bottiglia. Creato per l’uomo che ama vivere alla grande e sogna ancor più grandiosamente, Freedom personifica il carisma e la seducente sicurezza di un uomo, sia che diriga un reparto in azienda o che comandi una nave in mare aperto. L’uomo che indossa Freedom Tommy Hilfiger è un gentleman dallo spirito ribelle che non programma il suo futuro, ma lo crea. Vive di spontaneità e prende ispirazione dalla bellezza della natura che lo circonda.

Note di Testa: Note verdi, Basilico, Violetta, Ginepro, Salvia sclarea.

Note di Cuore: Pepe bianco, Zenzero, Fiori di arancio, Coriandolo, Sale.

Note di Fondo: Vetiver, Legno galleggiante, Legno di Sandalo.

Formati disponibili: Vapo. 30 ml (€ 36,95), Vapo. 50 ml (€ 47,95), Vapo. 100 ml (€ 62,95).

Tommy Hilfiger Freedom - Eau de Toilette
Cosa ne penso io? E’ una classica fragranza maschile… proprio standard, di quelle che ti vengono in mente quando pensi ad un profumo da uomo. E’ buona ma non è nulla di eccezionale 😉
Voto: 7.5

La vie est belle – Eau de Parfum

Una firma olfattiva unica, creata in esclusiva per Lancôme da tre dei più importanti profumieri francesi.

Lancôme Paris ha creato per questa fragranza un’Eau de Toilette e due Eau de Parfume: la versione tradizionale e la variante Légère. Oggi io vi parlerò dell’Eau de Parfum tradizionale:
La Vie Est Belle - Lancome Lancôme

La vie est belle è un’espressione francese che significa “la vita è bella”. Una filosofia di vita e di felicità, una dichiarazione universale alla bellezza della vita.

Questa fragranza è definita fiorita-fruttata e per la prima volta, i grandi profumieri francesi Olivier Polge, Dominique Ropion e Anne Flipo hanno unito i loro talenti per creare questa fragranza «quintessenziale» la cui scrittura si compone di soli 63 ingredienti affinchè ognuno possa pienamente esprimersi.
Il loro scopo era quello di dar vita al primo iris goloso più femminile che mai. Osare liberamente dei codici per meglio inventare una scrittura olfattiva difficilmente classificabile, tra luce e ombra. Si è trattato di un esercizio molto complesso che ha richiesto non meno di 5521 versioni e tre anni di lavoro prima che nascessero l’anima e la luce: l’equilibrio perfetto tra estetica, potenza e persistenza. Un equilibrio tanto semplice quanto ricco, che unisce la nobiltà rara dell’iris, la profondità sconvolgente del patchouli, la deliziosa regressione di un accordo goloso.
Questo profumo contiene quasi il 50% in più di ingredienti naturali (la «concreta» di iris ha un rendimento molto debole. Richiede infatti più di nove mesi di riposo in incubatrice affinchè si manifestino tutti i suoi aromi), un dosaggio non più comune tra le fragranze moderne.

Note di Testa: Pera, Mirtillo

Note di Cuore: Iris Pallida, Gelsomino di Sambac, Fiori d’Arancio della Tunisia

Note di FondoPatchouli d’Indonesia, Fava Tonka, Vaniglia, Pralina

Formati disponibili: Vapo. 30 ml (€ 49,95), Vapo. 50 ml (€ 68,95), Vapo. 75 ml (€ 95,95).

Lancôme Paris La vie est belle - Eau de Parfum

Cosa ne penso io? Allora, intanto vi racconto la storia buffa di come ho avuto il campioncino! XD Ero in giro con mia cugina Daniela, e stavamo chiaccerando di cosmesi… ad un certo punto ha aperto la borsa per farmi annusare un campioncino di profumo che le avevano dato… le lo stava spruzzando in giro per finirlo, perché a suo avviso puzzava un sacco e voleva deriderlo con me… ma… quando l’ho annusato… mi è piacuto!!! XD E così me l’ha regalato, anche se ormai era quasi agli sgoccioli! XD Ad ogni modo la sua espressione quando le ho detto che secondo me non puzzava è stata fantastica!!! XD
Comunque che dire, amo i profumi dolci! Oltretutto possiedo già una fragranza fiorita fruttata, il Digital Reality di Kiko ed effettivamente trovo che siano simili… il Digital Reality è più forte ed intenso, questo invece lo trovo un po’ più fresco.
Voto: 8

Vi ricordo ovviamente che i voti sono semplicemente un mio gusto personale 😉

Ed anche per questo post è tutto, immagino che ce ne saranno altri in futuro, ma dovrete prima darmi il tempo di raccogliere nuovi campioncini per voi! ;D

Annunci

FILM – La Bella e la Bestia, 2014 di Christophe Gans

Ieri sera sono andata al cinema, ed ho visto questo film:
Locandina Italiana La Bella e La Bestia 2014 Christophe Gans Francia fiabesco

Il film è ispirato all’omonima fiaba popolare francesce di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, edita nel 1756, ma differisce da essa in diversi punti, creando una nuova versione della fiaba. E questo mi è piaciuto, perché fare un film di una classica fiaba, che sia uguale alla fiaba originale in tutto e per tutto, non è una grande idea. Allo stesso modo è anche sempre un rischio, perché se la storia viene stravolta troppo, il film diventa pessimo. Un’altra cosa a suo favore è che non ha nulla in comune neanche con il film di animazione della Disney, e sono lieta di questa cosa perché vedere la stessa storia in stile film, anziché cartone animato, non sarebbe stato il massimo.

Devo dire che le modifiche della storia originale mi sono piaciute, anche se alcuni punti della trama sono stati trascurati, quindi vedi succedere delle cose e ti chiedi: “ma???” o “perché???”. Essendo una fiaba romantica, ci sia aspetta del romanticismo da questo film… invece no. Eh già. ‘-.-
…e poi il finale troppo moralista non è per nulla adatto al genere di fiaba!!!

Vi spiego meglio nel dettaglio:

ATTENZIONE: PERICOLO SPOILER!!!

Un ricco mercante ha 3 figli e 3 figlie, due delle quali sono vanesie e superficiali, mentre l’ultima è la più bella, la più buona, la più sensibile e la più modesta. La loro madre è morta. (E fin qui tutto come nella storia).Il figlio maggiore, nonché erede, invece ha un sacco di debiti perché frequenta loschi figuri. (e qui la cosa si differenzia molto).
A causa di una tempesta le navi del mercante affondano e lui perde tutti i suoi averi, quindi lasciano la loro villa lussiosa in città per andare a vivere in una campagna. (ok).
Una delle navi del padre viene ritrovata con il carico al suo interno e quindi lui parte (ok) con il figlio maggiore (no) per riacquisire le sue ricchezze (sì).
Le figlie maggiori quindi chiedono in dono al padre vestiti e gioielli, in modo che siano pronte al loro rientro in società, mentre la minore, Belle, gli chiede solo una rosa. (ok).
Arrivati a destinazione capiscono che il contenuto della stiva serve giusto a ripagare i debiti che aveva il padre (ok), così il figlio arrabbiato lo insulta a scappa, il padre lo cerca nelle bettole e scopre così dei brutti ceffi che lo stanno anche loro cercando perché ha dei debiti impagati, e vogliono quindi uccidere il padre, che riesce a scappare, senza però trovare suo figlio. (no).
Nel viaggio di ritorno si perde nella foresta innevata, lui ed il suo cavallo stanno per morire di freddo, quando vengono salvati trovando un castello pieno di cibo, calore, e bauli pieni di gemme e vestiti (più sì che no), quindi dopo essersi riposato il padre parte per tornare a casa, e si rende conto di avere i regali per le 2 figlie maggiori, ma non la rosa per Belle, così la coglie, scatenando l’ira del padrone di casa, che è una bestia mostruosa, ed a causa del suo furto, vuole farlo prigioniero ma prima gli concede di andare a casa a dare un addio ai suoi figli, dicendogli che se non ritornerà al castello, la bestia ucciderà tutti; così lui va a casa, racconta la storia e Belle scappa per salvare suo padre sostituendosi al suo destino (sì).

Il castello è magico e c’è una fontana di acqua miracolosa, sta le sue mura vivono strani esseri che sono un incrocio tra cani e scimmie. Tutti i giorni la bestia regala a Belle nuovi vestiti e gioielli, mentre lei esplora il castello, ogni sera cenano insieme, litigando sempre. La notte Belle sogna il passato della bestia e scopre che era un nobile principe sposato con un bellissima donna, ma anche un famelico cacciatore, che da anni non riesce a cacciare un cervo d’oro (che poi non ha le corna, quindi è per forza una cerva) ed è diventato la sua ossessione. Finalmente riesce ad ucciderlo e si trasforma in sua moglie, che in realtà era una ninfa dei boschi a cui era stata concessa la forma umana dal padre, perchè voleva conoscere l’amore (non so a voi, ma sembra uguale alla Sirenetta!) quindi suo padre, il dio della foresta, lo maledice per avergli ucciso la figlia, tramutandolo in una bestia finché un’altra donna non saprà amarlo, la figlia invece si trasforma in un magnifico roseto, quello dal quale il padre di Belle aveva rubato la rosa. Ora, io dico, quest’uomo era ossessionato dal cervo, e la moglie lo sapeva, lui parlava solo di quello, aveva fatto apposta delle frecce d’oro per ucciderlo, e stava a caccia giorni interi…. perchè lei non ha deciso di dire a lui la verità??? BAH! Comunque…
Un giorno Belle chiede alla bestia di lasciarla andare a casa perché ne ha nostalgia, lui non vuole, ma lei gli offre un ballo in cambio. I due ballano e lui le chiede se un giorno potrà mai amarla, ma lei si arrabbia, lo insulta e scappa via. Lui senza vestiti ma nella sua forma reale di bestia (dal pelo bianco), la insegue sul lago ghiacciato, la intrappola, e la bacia… ma il ghiaccio si rompe e lei cade, così lui la salva e la porta a casa per curarla. Quando lei si sveglia lui le concede di tornare a casa, dicendole che se lei non sarebbe tornata, lui sarebbe morto di crepacuore.
Quando arriva a casa, il fratello maggiore nota i suoi vestiti sfarzosi ed i suo gioielli, ed assieme ai manigoldi a cui deve dei soldi, ad insaputa di Belle, assalta il castello della bestia, che si difende animando dei golem di pietra. COSA??? PERCHE’??? Da dove vengono??? Contestualizzatemeli!!!
Quando Belle se ne rende conto, corre dalla bestia e lo implora di salvare i suoi fratelli, ed i capo della combricola dei farabutti. Lui le da retta ed il malvivente lo pugnala, Belle ed i suoi fratelli portano la bestia nella vasca d’acqua magica per salvarlo, la bestia in fin di vita chiede a Belle se un giorno avrebbe mai potuto amarlo, lei gli risponde che lo ama già, e l’incantesimo si spezza. Lui diventa un uomo, gli animali strani dei beagle (che erano i cani da caccia del principe prima che venisse trasformato) ed il farabutto una pianta (???). Loro si sposano e fanno 2 figli… e vissero per sempre (perché a quanto pare anche dopo due figli non sono invecchiati nè loro, nè il padre di Belle) in una campagna a coltivare fiori, vestiti come dei contadini, assieme al padre di Belle. Del castello e del suo meraviglioso giardino non si sa più niente, mentre le sorelle hanno avuto matrimoni facoltosi ed ora vivono in città, ed i fratelli vivono anch’essi in città, gestendo una tipografia. COSA??? Ma che fine di fiaba romantica stupida è mai questa??? E’ una fiaba di principesse e finisce che fanno i contadini??? MAH… Non mi sembra tanto sensata come cosa, ok, sicuramente l’amore vale di più dell’aspetto esteriore e della ricchezza, ma è pur sempre una fiaba e la fine è stupida. E poi come hanno fatto ad innamorarsi? Perché lui l’ha baciata con la forza? E poi lei a scoperto la vera storia di lui e gli ha fatto pena??? Umh… bel messaggio che passa!
Mi piace il background della rosa, davvero, è una bella aggiunta! Ma… perchè non spiegare anche le origini dei golem di pietra già che c’erano, è chiedere troppo? Davvero, quei golem non hanno senso! …e poi il fratello maggiore! Secondo me è lui il cattivo della storia, non il furfante farabutto… che poi diventa una pianta??? Ma che punizione è??? Avrei capito se fosse diventato una statua, ma una pianta??? Boh.
E poi il castello??? Non potevano coltivare fiori nel bellissimo, immenso giardino di quell’enorme castello? No. Vivono nella catapecchia in campagna. Insomma, dove andremo a finire se pure le principesse soffrono la crisi??? L’unica cosa bella del finale, è il bacio romanticissimo e passionale che si scambiano, davvero un bellissimo bacio…
Ma i vestiti che indossava prima…
Vestiti Belle film 2014 La Bella e La Bestia

Insomma, se uno si va a guardare una fiaba al cinema, è perché vuole riviverla… fateci sognare e ridateci i vestiti!!!
In ogni caso non è male come film fiabesco, poteva essere migliorato, ma non è una delusione… insomma, 10000 volte meglio di Biancaneve ed il Cacciatore, anche se in effetti non ci vuole tanto, comunque un film buono, non ottimo, ma piacevole da guardare… ci sarebbero volute delle scene d’amore in più, si potevano togliere i cani scimmia che tanto i minion sono più carini, serviva almeno una micro spiegazione per i golem, ed avrebbero dovuto coltivare fiori nel giardino del castello!

Ah e poi, l’inizio, in cui una madre racconta la fiaba ai bambini… stranamente il viso della madre non si vede mai… motivo per cui è palese al 100% che la madre sia Belle! Avrebbe avuto più senso una Belle nonna, che non colleghi subito anche se vedi il viso perché è anziana, che racconta la fiaba ai nipoti, un po’ tipo Edward Mani di Forbice… oppure si saltavano direttamente quell’introduzione e facevano prima! XD

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere! ;D