Archivio tag | DeAgostini

Divergent Trilogy

A quasi 6 mesi dal il mio primo post sulla lettura, riesco finalmente a scriverne un secondo!

In questi mesi ho letto molti libri, purtroppo però scrivere gli articoli su di loro è sempre impegnativo… vorrei parlarvi molto di più di questo mio interesse!!!

Come sapete adoro le saghe… ma vanno bene anche le trilogie! XD Più o meno il concetto è quello! XD

Oggi quindi vi parlerò di una delle ultime trilogie da me lette, che ho amato profondamente, dalla prima all’ultima riga! Sto parlando di Divergent, di Veronica Roth.

State tranquilli per gli spoiler perché ne farò solo nella parte finale… e vi avviserò prima!!!

Iniziamo come al solito dalla parte estetica XD infatti come ormai ben sapete un’altra cosa che adoro dei libri, oltre al loro contenuto è la forma. Ecco come si presenta questa trilogia sul mio scaffale:

Divergent Trilogy - Trilogia di Divergent - Veronica Roth

Un punto alla DeAgostini! 3 libri sullo stesso stile, con le pagine dello stesso spessore (eh già, non sempre capita purtroppo) dai dorsi accattivanti, colorati e sbrilluccicosi, con dettagli che non rappresentano nulla se non si ha letto il libro, ma pieni di significato nel caso contrario. Bravi!

Queste invece sono le copertine:

Divergent Trilogy Italy Cover - Trilogia di Divergent Copertine Italiane- Veronica Roth

Anche qui hanno fatto proprio un bel lavoro! Molto belle le copertine e significative, colorate, diverse ma tutte sullo stesso stile! Non sono tutte prime edizioni le mie purtroppo, ma devo dire che almeno con le prime ristampe non hanno fatto casini, lasciando tutto sullo stesso stile. Meno male che ogni tanto ci azzeccano 😉

Ancora non sono disponibili in italia in edizione economica, quindi siete ancora in tempo per accaparrarvi quella bella ;D

Volete confrontarle con le copertine originali? Beh, fortunatamente non è necessario 😀 a parte la lingua in cui è scritto il sottotiolo, le copertine sono identiche. EVVIVA!!! ;D

Le copertine diverse che potete trovare in giro, sono quelle dell’edizione britannica
Divergent Trilogy UK Cover - Trilogia di Divergent Copertine Britanniche- Veronica Roth

(che personalmente non mi piacciono neanche un po’, fatemi sapere il vostro parere) quelle delle ristampe in cofanetti (alcune sono sullo stile di Hunger Games, non le posso vedere), quelle dei formati e-book (era necessario?) ed ovviamente quelli di altri paesi stranieri, ma nulla degno di nota. Vi ho messo quelle inglesi solo perché vorrei sapere la vostra opinione. Ad ogni modo in italia per ora sono dispobibili solo le edizioni identiche alle mie 😉

Bene, appurtato questo fatto, che mi ha resa molto felice, passiamo ai contenuti:

Questa trilogia Young-adult appartiene al genere distopico… “come Hunger Games?” starete pensando …ebbene sì. Anche se spero che il vostro pensiero in realtà sia stato “come 1984?” 😀

Dovete sapere che io amo la distopia… da molto prima che andasse di moda XD credo che un mio commento su FB possa riassumere molto bene ciò che penso a riguardo:

Da quando ho letto 1984 ho capito che i romanzi distopici sono superlativi. Adesso la distopia è di moda, come qualche anno fa lo erano i vampiri. Tuttavia la trilogia di Divergent di Veronica Roth si innalza su tutte le altre. Consigliato!!!

A mio avvisso Hunger Games è una bella trilogia (è bello più che altro il primo libro, perché se devo essere sincera avrei masticato l’autrice per come ha deciso di concludere la sua opera, ma questo è un altro post… eventualmente XD) ed ovviamente mi è piaciuta essendo distopica… Ma divergent… ❤ che dire, se vi è piaciuto Hunger Games e 1984, questa la adorerete ;D

L’autrice si chiama Veronica Roth e la trilogia è composta dai seguenti libri:

  • Divergent, 3 maggio 2011 (in Italia 22 marzo 2012)
  • Insurgent, 1 maggio 2012 (in Italia 30 maggio 2013)
  • Allegiant, 22 ottobre 2013 (in Italia 18 marzo 2014)

Un altro punto per la DeAgostini, che come avete capito è la casa editrice italiana: Non hanno tradotto i titoli dei libri… ed anche in questa scelta hanno fatto decisamente bene! ;D

Ma come spesso accade quando si parla di best seller in tempi moderni, le trilogie diventano “saghe”… perchè escono le e-novella! Ma stavolta le cose sono state fatte in grande, perché addirittura è uscita un e-novella, che raccoglie altre e-novella! (esisterà un nome tecnico più preciso per questo genere di cose? Nel caso scusatemi, ma io non lo conosco! XD) L’8 luglio 2014 negli stati uniti è stato pubblicato

  • Four: A Divergent Story Collection, che raccoglie appunto 4 e-novella, più precisamente
    • The Transfer: A Divergent Story (3 settembre 2013)
    • The Initiate: A Divergent Story (8 luglio 2014)
    • The Son: A Divergent Story (8 luglio 2014)
    • The Traitor: A Divergent Story (8 luglio 2014)

Questi racconti sono dei prequel di Divergent, che come avrete potuto intuire parlano di Tobias. In italia lo aspettiamo per gennaio 2015, e sarà

  • Quattro: Una raccolta di storie di Divergent e conterrà
    • Il trasfazione
    • L’iniziato
    • Il figlio
    • Il traditore
    • e probabilmente un’altra e-novella uscita negli stati uniti il 23 aprile 2012, dal titolo Tobias racconta la scena del lancio del coltello (Free Four: Tobias Tells the Divergent Knife-Throwing Scene)… ovviamente questa non è un prequel, ma solo un “cambio di punto di vista”.

Le e-novella non finiscono qui! Ne esiste un’altra, ancora inedita in Italia che è

  • The World of Divergent: The Path to Allegiant (24 settembre 2013)

ed è ambientata tra Insurgent ed Allegiant.

Hanno anche fatto il film tratto dal primo libro (e usciranno anche gli altri), mi è piaciuto il film, è diverso in alcuni punti come spesso accade, ma nonostante questo è molto bello… ma questo sarà eventualmente, un altro post XD

Quindi… dopo avervi raccontato tutto quello che c’è dietro a questi libri, direi che è finalmente arrivato il momento di darvi la mia opinione personale.

CONSIGLIATISSIMA!!! Veramente, mi è piaciuta molto!!! Il genere distopico alla fine della storia ha sempre lo stesso significato dietro… ma qui è molto meno apparente, la società immaginata non è così orribile come spesso accade… sinceramente, mentre leggevo, avrei voluto vivere là!!! (Sopratutto di questi tempi che non c’è lavoro XD) certo, ha i suoi lati negativi, ma nulla in confronto alle altre distopie che ci sono in giro xD. Praticamente il mondo è diviso in fazioni (5 per l’esattezza) ed ognuno rientra in una di queste tipologie, e già a 16 anni trova il suo posto ed il suo ruolo nel mondo, ed è utile! Le fazioni sono davvero affascinanti da leggere e questo futuro è molto curioso… è proprio divertente da scoprire! Nei romanzi non manca l’azione, il pericolo, le disgrazie e l’amore… ha tutto ciò che deve avere! Mi è proprio piaciuto tantissimo!!!

Se non avete letto i libri, fermatevi qua, se invece li avete letti, andate pure avanti! ;D ATTENZIONE!!! PERICOLO SPOILER!!!

Allora iniziamo da Tris… in genere l’eroina è sempre scema, e spesso si ha voglia di picchiarla… è anche questo il caso? A volte sì… ma nel complesso no. Infondo Tris mi piace davvero, bisogna ricordare che ha solo 16 anni… è veramente coraggiosa ed altruista, nonostante quello che dice lei… ed alla fine lo dimostra chiaramente. Che tristezza!!! Quanti pianti!!! Povero Tobias!!! Tuttosommato sono felice che sia successo… ha reso questo libro ancora più indimenticabile… e quanto romanticismo nei capitoli finali, prima della sua prematura dipartita… Anche se…. l’ultimo libro è un po’ spoiler… a parte che il continuo cambio di punto di vista è davvero fastidiosissimo, essendo le storia narrata sempre in prima persona… ad ogni modo, quando per 2 libri narra sempre solo un protagonista, e nell’ultimo i narratori sono due, la cosa puzza un po’. Effettivamente avevo pensato che si dividessero, questo era sicuro… ma che finisse così no, mi ha spiazzata, sono sincera.

La morale distopica: sì è vero, alla fine è SEMPRE la stessa solfa, ma qui mi piace di più… non abbiamo il solito grande fratello dove una piccola cerchia di persone vive benissimo, e la maggioranza malissimo. La cosa è più contenuta, e sinceramente le persone che vivono dentro gli esperimenti vivono molto meglio rispetto al mondo fuori… cioè a parte Janine che va fuori di testa… vivere con le fazione è davvero una figata!!! Certo, la fazione prima del sangue è oggettivamente un po’ troppo esagerato, ed incasellarsi per forza in qualcosa, senza possibilità di cambiamento, è difficile, ma allo stesso tempo ti da una sensazione di sicurezza. Soprattutto contando che c’è un test attitudinale in grado di rivelare la tua vera natura, nessuno ti obbliga a vivere una vita per ciò che non sei… a meno che effettivamente tu non sia divergente, ed allora il mondo ti sta stretto. Certo poi la storia degli esclusi è ovviamente orribile… avrebbero dovuto prelevarli e mandarli fuori… tanto all’80% sono divergenti, e quindi per loro geneticamente puri.

L’essere umano che continua a combattere se stesso per non sentirsi in colpa di quello che è capace di fare è bello, perché è veritiero… è proprio un problema ATTUALE della nostra società… continuamo a cercare capri espiatori a cui dare la colpa delle nostre azioni… mi piace tanto come l’autrice ci fa vedere questo lato di noi stessi.

…insomma… mi è piaciuto proprio tanto, non vedo l’ora di vedere i prossimi film! ;D

Qualcuno di voi ha letto questa saga? Mi piacerebbe moltissimo discuterne!

Per cui invito chi non l’ha letta a stare lontano dai commenti, per evitare di incappare in qualche spoiler, e chi l’ha letta di commentare, commentare e commentare!!!

Uno dei motivi per cui ho deciso di aprire il blog è proprio per poter discutere di libri con altre persone che li hanno letti… quindi spero tanto che lo facciate!!! 😀 😀 😀

 

Review My Nail Design – Uscita 9

Ehm ehm… mi scuso moltissimo per l’enorme ritardo di questo post, dato che il fascicolo che andrò a recensirvi oggi era in edicola a metà giugno… ma anche stavolta, ho deciso di scriverlo comunque perché so che si possono comprare gli arretrati!

Vi avevo già parlato di quest’opera in questo post, e vi avevo già recensito l’uscita numero 5.
Oggi vi parlerò dell’uscita 9, che ho comprato perché ero desiderosa di provare il soft stamping 😉

Questo è il numero in questione:

My Nail Design uscita 9

Questo numero contiene uno smalto marca Sabrina Azzi (che non contiene Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccetta da 5ml ed un disco di soft stamping, dello stesso brand.
Gli articoli contenuti nel fascicolo sono i seguenti: una panoramica generale sugli strumenti base che permettono a tutte, anche alle principianti, di facilitarsi il lavoro per realizzare le nail art, una guida per utilizzare il soft stamping, 3 tutorial di nail art, delle ricette naturali per realizzare in casa diverse maschere di bellezza sfruttando le proprietà degli agrumi, e dei consigli per prevenire i funghi alle unghie dei piedi.

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti in questa uscita:

My Nail Design nona uscita smalto e disco soft stamping

  • Smalto Oro: è uno smalto dal finish mirror o specchiato, quindi lascia qualche striatura purtroppo, come tutti gli smalti con questo finish, ma non sono evidenti come altri in mio possesso. Il colore mi piace, è un oro chiaro.
  • Disco per Soft Stamping: è il primo disco di soft stamping che io abbia mai provato in assoluto, ma devo dire che mi ci sono trovata bene. I soggetti sono carini e portabili.
    In questa foto (per cui ringrazio Magnumina, che mi ha evitato di scattarla, facendomi risparmiare tempo 😀 ) potrete vederne il retro più nel dettaglio:

Disco Soft Stamping Sabrina Azzi uscita 9

Per una guida dettagliata su come usarlo, vi rimando alla mia GUIDA SULLO STAMPING. Prossimamente pubblicherò una nail art realizzata con questo disco, nei commenti troverete il link che vi rimanderà a lei 😉

In conclusione devo dire che sono soddisfatta di questo acquisto. Sinceramente non ho idea dei costi dei dischi di soft stamping, perché per ora non ne sono molto informata, ad ogni modo € 5,99 per il soft stamping ed uno smalto non mi sembrano una cifra eccessiva, soprattutto considerato che il soft stamping funziona bene. 😉

Voi cosa ne pensate? Qualcuna di voi l’ha acquistata, oppure ha intenzione di ordinarla? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D

Review My Nail Design – Uscita 5

Ehm ehm… mi scuso per l’enorme ritardo di questo post, dato che il fascicolo che andrò a recensirvi oggi era in edicola dal 22 aprile al 5 maggio… ma ho deciso di scriverlo comunque perché so che si possono comprare gli arretrati!

Vi avevo già parlato di quest’opera in questo post, e vi avevo detto che probabilmente non avrei comprato altri numeri… però mia zia, del tutto ignara di ogni cosa, sapendo che mi piacciono gli smalti, l’ha visto in edicola ed ha voluto regalarmelo… ❤ Grazie Zia Mimma!!! ;D

Questo è il numero in questione:

My Nail Design uscita 5

Questo numero contiene 2 smalti marca Sabrina Azzi (che non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccette da 5ml l’uno, degli stickers per nail art ed un kit per lo stamping.
Il fascicolo è molto più interessante del primo a mio avviso: ci sono 3 diversi tipi di nail art, spiega diverse tecniche per ottere colori di smalti personalizzati, tra cui la Franken Polish, spiega come usare li olii essenziali per la manicure e quali scegliere e perché, e da consigli per la pedicure.

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti in questa uscita:

My Nail Design quinta uscita smalti

  • Base effetto mat: mi piace moltissimo! Opacizza veramente! Le basi mat inoltre serveno a far durare di più lo smalto, e a mio avviso questa fa veramente il suo lavoro! E non è tutto! Anche se sulla boccetta non è indicato (nella rivista però sì) è ideale anche come top coat effetto mat. Mi piace davvero molto come opacizza gli smalti colorati, molto consigliata! ;D
  • Smalto Urban Blue: anche questo mi piace parecchio, il colore è bellissimo, coprente in una passate e si stende senza difficoltà! 😉
  • Stickers Argentati: Non ho ancora avuto modo di provarli ma a prima vista sembrano proprio ciò che devono essere. Alcuni sono davvero molto lunghi quindi se non avete le unghie adeguate consiglio di tagliarli con molta precisione con delle forbicine affilate, in modo da insinuarsi tra i contorni del tribale e accorciare lo sticker senza rovinare il disegno, ma creandone due 😉

My Nail Design - Kit Stamping uscita 5

  • Timbro: E’ un normale timbro per stamping, funziona. Io sono stata sfortunata, perché anche se da questa foto non si vede, aveva un bozzo di silicone sul bordo, l’ho dovuto grattare via col taglierino… certo evito di usare la parte grattata per far rimanere su lo smalto, anche perché penso che non si trasferirebbe molto bene, ma per fortuna è solo sul una piccola parte del bordo. Devo dire che a me ogni volta capita il fascicolo con qualcosa di difettoso! XD
  • Scraper: E’ un normale raschietto, con la parte per raschiare in metallo, e funziona molto bene. Non graffia eccessivamente il plate 😉
  • Plate A01: E’ una piastra per stamping, non è di quelle della migliore qualità, però funziona. Ne ho provate decisamente di peggiori. La sua qualità è all’incirca come quelle Essence. I suoi disegni sono per la maggior parte floreali e molto carini 😉

Un giorno vi farò un post sullo stamping, come quello che vi ho fatto sul fimo, sempre se vi interessa! 😉

In conclusione devo dire che questo numero non mi ha per niente deluso, e anche se € 5,99 non sono così pochi, in questo caso, considerando la quantità e la qualità della roba che contiene ci possono stare ;D Sarà anche perché è stato un regalo, però io sono molto contenta di questa uscita ;D

Voi cosa ne pensate? Qualcuna di voi l’ha acquistata, oppure ha intenzione di ordinarla? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D

Review My Nail Design – DeAgostini

Probabilmente avrete visto la pubblicità in TV di quest’opera in fascicoli che da questi giorni uscirà in edico a cadenza quindicinale. Io l’ho scoperta ieri grazie al blog di Laura ed ho deciso di comprare il primo fascicolo.

Nella foto vi mostro, oltre alla prima uscita, il piano dell’opera, ovvero tutto quello che trovere, in aggiunta ai fascicoli, se completerete l’intera collezione:

My Nail Design piano dell'opera

L’offerta lancio è di € 1,99 oltre al prezzo della rivista (Chi o TuStyle) e potrete trovare al suo interno 2 smalti marca Sabrina Azzi (che non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccette da 5ml l’uno, nei colori bianco e rosino/biancastro non coprente, ovvero i classici colori della french manicure. Inoltre sempre per realizzare la french ci sono 10 giude, 10 stencil per 2 cuori, 10 stencil per 2 stelle, 20 adesivi di cuori rossi, 20 adesivi di stelle bianche.

Il prezzo delle uscite successive sarà di € 5,99 e l’intera collezione è composta da 60 uscite… l’opera completa quindi costerà € 355,40 a meno che non usufruiate delle promozioni da abbonamento nelle quali vi invieranno gratuitamente una pochette porta smalti vuota, ed un ventilatore asciuga smalto, inoltre avrete l’opportunità di comprare a €29,90 (+ € 5,90 per le spese di spezizione e consegna) una valigetta beauty in cui contenere tutti gli oggetti della collezione.

I fascicoli sembrano ben fatti, però non saprei perché nel primo numero dice di togliere le guide per la french quando lo smalto si asciuga… invece come tutti i vari stencil è meglio rimuoverle quando lo smalto è ancora bagnato… e non mi sembra un dettaglio indifferente in un’opera il cui scopo dovrebbe essere quello di insegnare la nail art a chi è alle prime armi. Comunque oltre a manicure e nail art (in questo numero si parla solo di french), c’è una sezione dedicata anche alla pedicure, e questa può essere molto interessante 😉

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti nella prima uscita:

My Nail Design prima uscita

  • Smalto bianco: mi piace, lo trovo indicato per la french manicure utilizzato con le guide da un buonissimo risultato 😉
  • Smalto rosato: è di quelli non coprenti come i classici smalti french, ed un rosa tendente al bianco, personalmente è una tonalità che non gradisco ma va a gusti, certe ragazze la amano.
  • Guide: nulla da dire, se utilizzate con lo smalto sotto assolutamente asciutto, e se ben applicate premendo bene ai lati, funzionano a dovere.
  • Stencil: non li ho provati, sono in carta e non plastificati, quindi un po’ più “fuffi” però non credo abbiano problemi, se non si strappano e se aderiscono bene all’unghia. Consiglio di tagliarli in verticale, per dividerli in due parti per un’applicazione migliore.
  • Adesivi a stella: Anche questi non li ho provati, e pure questi sono di carta… credo possano andare, ma esistono sicuramente adesivi migliori.
  • Adesvi a cuore rossi: riuscite a vederli nella foto? Il colore non combacia, quindi se non li colorerò manualmente prima di utilizzarli, saranno inutilizzabili, perché rossi con delle parti bianche sono proprio brutti. In edicola tutti i numeri avevano questo difetto, però magari alcuni numeri non hanno questo problema… Insomma, questi davvero pessimi.

Insomma, il succo è: 2 smalti per french, senza sostanze nocive a € 1,99. Se vi interessano vi consiglio il primo numero. Riguardo l’intera opera invece direi che può andare per le principianti prive di smalti e decori vari, altrimenti se siete già appassionate ed avete già il materiale ve la sconsiglio, anche perché il costo complessivo è notevole. Al massimo può essere un’idea andare in edicola a guardare il numero che uscirà per vedere cosa contiene e valutate poi voi se varrà la pena di acquistarlo. Per la prima uscita non sono pentita, soprattutto per lo smalto bianco, ma non credo proprio che andrò avanti a comprarla.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D