Archivio tag | luna

Review My Nail Design – Uscita 9

Ehm ehm… mi scuso moltissimo per l’enorme ritardo di questo post, dato che il fascicolo che andrò a recensirvi oggi era in edicola a metà giugno… ma anche stavolta, ho deciso di scriverlo comunque perché so che si possono comprare gli arretrati!

Vi avevo già parlato di quest’opera in questo post, e vi avevo già recensito l’uscita numero 5.
Oggi vi parlerò dell’uscita 9, che ho comprato perché ero desiderosa di provare il soft stamping 😉

Questo è il numero in questione:

My Nail Design uscita 9

Questo numero contiene uno smalto marca Sabrina Azzi (che non contiene Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccetta da 5ml ed un disco di soft stamping, dello stesso brand.
Gli articoli contenuti nel fascicolo sono i seguenti: una panoramica generale sugli strumenti base che permettono a tutte, anche alle principianti, di facilitarsi il lavoro per realizzare le nail art, una guida per utilizzare il soft stamping, 3 tutorial di nail art, delle ricette naturali per realizzare in casa diverse maschere di bellezza sfruttando le proprietà degli agrumi, e dei consigli per prevenire i funghi alle unghie dei piedi.

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti in questa uscita:

My Nail Design nona uscita smalto e disco soft stamping

  • Smalto Oro: è uno smalto dal finish mirror o specchiato, quindi lascia qualche striatura purtroppo, come tutti gli smalti con questo finish, ma non sono evidenti come altri in mio possesso. Il colore mi piace, è un oro chiaro.
  • Disco per Soft Stamping: è il primo disco di soft stamping che io abbia mai provato in assoluto, ma devo dire che mi ci sono trovata bene. I soggetti sono carini e portabili.
    In questa foto (per cui ringrazio Magnumina, che mi ha evitato di scattarla, facendomi risparmiare tempo 😀 ) potrete vederne il retro più nel dettaglio:

Disco Soft Stamping Sabrina Azzi uscita 9

Per una guida dettagliata su come usarlo, vi rimando alla mia GUIDA SULLO STAMPING. Prossimamente pubblicherò una nail art realizzata con questo disco, nei commenti troverete il link che vi rimanderà a lei 😉

In conclusione devo dire che sono soddisfatta di questo acquisto. Sinceramente non ho idea dei costi dei dischi di soft stamping, perché per ora non ne sono molto informata, ad ogni modo € 5,99 per il soft stamping ed uno smalto non mi sembrano una cifra eccessiva, soprattutto considerato che il soft stamping funziona bene. 😉

Voi cosa ne pensate? Qualcuna di voi l’ha acquistata, oppure ha intenzione di ordinarla? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D

Review My Nail Design – Uscita 5

Ehm ehm… mi scuso per l’enorme ritardo di questo post, dato che il fascicolo che andrò a recensirvi oggi era in edicola dal 22 aprile al 5 maggio… ma ho deciso di scriverlo comunque perché so che si possono comprare gli arretrati!

Vi avevo già parlato di quest’opera in questo post, e vi avevo detto che probabilmente non avrei comprato altri numeri… però mia zia, del tutto ignara di ogni cosa, sapendo che mi piacciono gli smalti, l’ha visto in edicola ed ha voluto regalarmelo… ❤ Grazie Zia Mimma!!! ;D

Questo è il numero in questione:

My Nail Design uscita 5

Questo numero contiene 2 smalti marca Sabrina Azzi (che non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccette da 5ml l’uno, degli stickers per nail art ed un kit per lo stamping.
Il fascicolo è molto più interessante del primo a mio avviso: ci sono 3 diversi tipi di nail art, spiega diverse tecniche per ottere colori di smalti personalizzati, tra cui la Franken Polish, spiega come usare li olii essenziali per la manicure e quali scegliere e perché, e da consigli per la pedicure.

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti in questa uscita:

My Nail Design quinta uscita smalti

  • Base effetto mat: mi piace moltissimo! Opacizza veramente! Le basi mat inoltre serveno a far durare di più lo smalto, e a mio avviso questa fa veramente il suo lavoro! E non è tutto! Anche se sulla boccetta non è indicato (nella rivista però sì) è ideale anche come top coat effetto mat. Mi piace davvero molto come opacizza gli smalti colorati, molto consigliata! ;D
  • Smalto Urban Blue: anche questo mi piace parecchio, il colore è bellissimo, coprente in una passate e si stende senza difficoltà! 😉
  • Stickers Argentati: Non ho ancora avuto modo di provarli ma a prima vista sembrano proprio ciò che devono essere. Alcuni sono davvero molto lunghi quindi se non avete le unghie adeguate consiglio di tagliarli con molta precisione con delle forbicine affilate, in modo da insinuarsi tra i contorni del tribale e accorciare lo sticker senza rovinare il disegno, ma creandone due 😉

My Nail Design - Kit Stamping uscita 5

  • Timbro: E’ un normale timbro per stamping, funziona. Io sono stata sfortunata, perché anche se da questa foto non si vede, aveva un bozzo di silicone sul bordo, l’ho dovuto grattare via col taglierino… certo evito di usare la parte grattata per far rimanere su lo smalto, anche perché penso che non si trasferirebbe molto bene, ma per fortuna è solo sul una piccola parte del bordo. Devo dire che a me ogni volta capita il fascicolo con qualcosa di difettoso! XD
  • Scraper: E’ un normale raschietto, con la parte per raschiare in metallo, e funziona molto bene. Non graffia eccessivamente il plate 😉
  • Plate A01: E’ una piastra per stamping, non è di quelle della migliore qualità, però funziona. Ne ho provate decisamente di peggiori. La sua qualità è all’incirca come quelle Essence. I suoi disegni sono per la maggior parte floreali e molto carini 😉

Un giorno vi farò un post sullo stamping, come quello che vi ho fatto sul fimo, sempre se vi interessa! 😉

In conclusione devo dire che questo numero non mi ha per niente deluso, e anche se € 5,99 non sono così pochi, in questo caso, considerando la quantità e la qualità della roba che contiene ci possono stare ;D Sarà anche perché è stato un regalo, però io sono molto contenta di questa uscita ;D

Voi cosa ne pensate? Qualcuna di voi l’ha acquistata, oppure ha intenzione di ordinarla? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D

The Caster Chronicles

Finalmente riesco a scrivere il mio primo post su una delle mie più grandi passioni: la lettura!

Come sapete adoro le saghe, quindi ho intenzione di inaugurare questa categoria, con una di esse! 😉 Inizio quindi dall’ultima saga che ho finito di leggere (ma tranquilli, ne ho già iniziata un’altra XD) sperando di essere abbastanza fresca di particolari 😉

State tranquilli per gli spoiler perché in questo post non ne farò, ma semplicemente vi presenterò l’opera, iniziando dalla parte estetica XD infatti come già detto un’altra cosa che adoro dei libri, oltre al loro contenuto è la forma. Ecco come si presenta questa saga sul mio scaffale:

The Caster Chronicles - Beautiful Creatures Saga - La sedicesima luna Saga

Ebbene sì… prima nota dolente!
Infatti questi quattro libri fanno parte di 3 edizioni diverse purtroppo, ma per lo meno sono tutti rilegati con sovracoperta 😉 Ma procediamo con ordine:

Questa saga Young-adult appartiene al genere fantasy, più precisamente ai sottogeneri paranormal romance, urban fantasy e dark fantasy, ed è stata scritta dal duo formato dalle statunitensi Kami Garcia e Margaret Stohl. E’ composta da 4 romanzi e da un racconto. Il racconto è dispobile solo in formato digitale, per cui il termine corretto per definirlo è e-novella.
In italia è edita dalla Mondadori e non ho gradito la traduzione dei titoli dall’inglese, a mio avviso tolgono loro spessore. Ad ogni modo ecco la composizione della saga (a sinistra titolo originale ed anno di uscita americano, mentre a destra il titolo tradotto e l’anno di uscita italiano):

  • Beautiful Creatures, 2009 – La Sedicesima Luna, 2010
  • Beautiful Darkness, 2010 – La Diciassettesima Luna, 2011
  • Dream Dark: A Beautiful Creatures Story, agosto 2011 – Sogni di Tenebra, gennaio 2013 (e-novella)
  • Beautiful Chaos, ottobre 2011 – La Diciottesima Luna, 2012
  • Beautiful Redemption, 2012 – La diciannovesima luna, giugno 2013

Queste sono le copertine originali:
The Caster Chronicles - Beautiful Creatures Saga - La sedicesima luna Saga - Edizioni Originali

Queste invece le copertine delle prime edizioni italiane:

The Caster Chronicles - Beautiful Creatures Saga - La sedicesima luna Saga - Edizioni Italiane

Sono stati abbastanza fedeli ma credo che abbiano fatto un po’ di confusione, ad esempio sui colori degli ultimi 2 libri: credo che sia stato un errore perché adesso le copie de “la diciottesima luna” in commercio hanno il titolo in giallo… immagino quindi che quelle della diciannovesima luna, quando le ristamperanno, avranno il titolo verde, in modo da essere più simili alle edizioni originali.
Ad ogni modo non è l’unica stranezza, infatti le sovracoperte delle prime edizioni dei primi tre libri sono stampate su “carta iridescente” un po’ ruvidina al tatto, con il titolo in rilievo cromato mentre quella dell’ultimo libro è di carta normale, ma ha anch’essa il titolo cromato in rilievo. Il titolo sul dorso di queste prime edizioni è anch’esso cromato, seppure non in rilievo, mentre quello dell’ultimo libro è semplicemente giallo, non cromato.Diciamo che per chi ha comprato sempre le prime edizioni non è una cosa molto carina, anzi! Se fosse stato il mio caso mi sarei decisamente arrabbiata!!!

Ma veniamo alle mie copie:
The Caster Chronicles - Beautiful Creatures Saga - La sedicesima luna Saga - Copertine Edizioni Italiane
Come spesso accade con l’uscita dei film tratti dai libri, rifanno le copertine ai romanzi e danno loro un posto d’onore il libreria, e così è stato per la mia copia de “la sedicesima luna”! Infatti ho scoperto la saga grazie al film, o meglio alla visibilità che i gestori della libreria hanno dato a questi romanzi dopo l’uscita del film, così dopo aver notato una nuova saga (“oddio una nuova saga messa nella sezione young-adult paranormal romance, devo saperne di più senza leggere la trama se no mi spoilero!!!” questo è il mio classico pensiero quando succede una cosa simile XD), mi sono documentata un po’ (molto poco ed indirettamente, lo so, la spoilerphobia è una brutta malattia) ed ho deciso che l’avrei letta. Cosa mi ha spinto a farlo? Principalmente il genere, inoltre hanno tratto un film, il che significa che i romanzi sono dei best seller, e quando un romanzo è un best seller, o la popolazione di lettori si è totalmente rimbambita, o un miliardiario psicopatico ha comprato tutte le copie, oppure è qualcosa che è piaciuto molto un po’ a tutti. Le informazioni aggiuntive sono state: “parla di magia”, e non ho voluto sapere nient’altro, perché per me tutto è spoiler.

Potrò sembrarvi pazza, ma vi assicuro che più di una volta  anche solo sapere il genere di un romanzo è un grosso spoiler… ad esempio sull’onda di una nota saga ci sono in giro diversi romanzi che parlano di angeli o nephilim… ma nel primo libro di quella saga che ha dato il via a tutto, si scopre che il romanzo parla di angeli solo alla fine. Ok che poi ci sono altri 3 libri, però è un peccato rovinarsi il primo, che tra l’altro a mio avviso è il più bello…

ma adesso torniamo a noi:
Il primo libro è così particolare perché è l’edizione uscita dopo il film, tra l’altro è l’unica rilegata reperibile attualmente, se no c’è quella in brossura con l’immagine standard.
Il secondo libro è una prima edizione, purtroppo era un fondo di magazzino, infatti se notate il dorso della sovracoperta è tagliato… ed anche il libro sotto 😦 ma è un graffio superficiale non compromette il libro che in ottime condizioni, se non fosse che manca la prima pagina, quella bianca con scritta la collana… ovvero la pagina più inutile di tutto il libro XD per come la vedo io molto meglio una prima edizione rilegata un po’ rovinata di una perfetta ma in brossura, è anche vero che tra una prima edizione un po’ rovinata, ed una ristampa rilegata esteticamente uguale alla prima edizione, preferisco la ristampa, ma nel mio caso non avevo alternativa, è stato già un miracolo trovare quella copia! ;D infatti ad oggi è reperibile solo la copia in brossura. (Anche se forse cercando bene in rete magari qualche fondo di magazzino rilegato lo trovate 😉 ).
Il terzo libro… come mai non ha la copertina iridescente? Perché quando lo hanno ristampato hanno deciso di cambiare… ed hanno apportato le stesse modifiche che vi ho descritto prima riguardo all’ultimo libro, per questo motivo il terzo ed il quarto libro in mio possesso sono della stessa serie, anche se il terzo è una ristampa, mentre il quarto una prima edizione. Il terzo libro lo potete trovare sia così che in brossura, invece il quarto esiste solo rilegato, perché non è ancora uscita l’edizione economica, ma sicuramente uscirà.

Se dovessi comprarli oggi questi libri li comprerei sicuramente tutti in brossura… è vero che io amo i libri rilegati, però il risparmio su 4 libri non è indifferente (circa 25 euro) e per lo meno avrete la quasi certezza di avere tutti i libri uguali sullo scaffale. (Non essendo ancora uscito l’ultimo libro in brossura purtroppo ad oggi la certezza di averli tutti identici ancora non c’è).

E così vi ho parlato della storia editoriale di questa saga… ma non vi ho detto proprio tutto! Infatti è vero che questa saga è conclusa (il finale è un vero finale, nulla rimane in sospeso, state tranquilli), ma è anche vero che le scrittrici stanno scrivendo un nuovo ciclo per ora composto da un romanzo ed una e-novella. Il romanzo uscirà in lingua inglese il 20 maggio 2014 con il titolo di “Dangerous Creatures”, mentre l’e-novella è già disponibile, ma solo in lingua inglese con il titolo “Beautiful Creatures: Dangerous Dream”. Da quello che ho capito questo secondo ciclo sarà uno spin-off su dei personaggi secondari nel primo ciclo, che in questo diventeranno principali.

Quindi… dopo avervi raccontato tutto quello che c’è dietro a questi libri, direi che è finalmente arrivato il momento di darvi la mia opinione personale.

In questo post vi parlerò solo della saga in generale, ma ho intenzione di scrivere un post per ogni libro, da linkarvi man mano che lo scriverò… a patto che lo faccia davvero! XD

Dunque… la mia opinione su questa saga? Partiamo dal genere, deve piacervi… se vi piace, siete già a buon punto XD Sicuramente non è la più bella saga del genere che c’è in giro, ma ha delle particolarità interessanti, a livello di trama è buona, anche se il finale non è che sia proprio il massimo. Non neanche un finale di quelli che dopo che l’hai letto vuoi bruciare tutti gli altri libri prima, sia ben chiaro! Però diciamo che ci sia aspetta un po’ di più, perché è troppo lineare e prevedibile, però si legge bene. I primi due libri mi sono piaciuti molto, il terzo è un po’ troppo pieno di cose (è anche quello con più pagine) l’avrei snellito.

Riguardo alla scrittura… è scritto in prima persona dal punto di vista del protagonista maschile, vuole palesemente essere simile a twilight ma non si legge ugualmente bene, benché la trama sia più ricca ed avvincente… la scrittura è normale… non è quel genere di romanzo scrittro stra bene in cui non riesci a fermarti, e devi continuare a leggere. La trama è avvincente ma non così tanto come in quei libri scritti da cani ma con una trama così interessante che anche se vorresti parlare con lo scrittore chiedendogli “ma come cavolo scrivi???” non puoi smettere di leggere, anche se devi fare parecchie pause per riprenderti in quei casi, e non riesci a leggere tutto di fila.

Quindi in conclusione… è la normalità. Non è una di quelle saghe che ti cambia la vita, ma neppure pensi di aver buttato il tempo leggendola. Insomma, non sembrerà, ma il mio parere è positivo per questa saga. Mille volte meglio una saga carina scritta normale, di una brutta scritta bene XD

A me nel complesso è piaciuta, anche se avrei voluto un po’ di più. L’e-novella ad oggi non l’ho ancora letta e non so se mai la leggerò. Ad oggi non mi entusiasma particolarmente l’idea di comprare il secondo ciclo, anche se probabilmente lo leggerò, ma almeno inizialmente non credo che lo comprerò.

Non voglio farvi spoiler di alcun tipo, quindi per ora mi fermo qui, ma vorrei approfondire scrivendo un post su ogni libro.

Qualcuno di voi ha letto questa saga? Mi piacerebbe moltissimo discuterne!

Per cui invito chi non l’ha letta a stare lontano dai commenti, per evitare di incappare in qualche spoiler, e chi l’ha letta di commentare, commentare e commentare!!!

Uno dei motivi per cui ho deciso di aprire il blog è proprio per poter discutere di libri con altre persone che li hanno letti… quindi spero tanto che lo facciate!!! 😀 😀 😀

 

Review My Nail Design – DeAgostini

Probabilmente avrete visto la pubblicità in TV di quest’opera in fascicoli che da questi giorni uscirà in edico a cadenza quindicinale. Io l’ho scoperta ieri grazie al blog di Laura ed ho deciso di comprare il primo fascicolo.

Nella foto vi mostro, oltre alla prima uscita, il piano dell’opera, ovvero tutto quello che trovere, in aggiunta ai fascicoli, se completerete l’intera collezione:

My Nail Design piano dell'opera

L’offerta lancio è di € 1,99 oltre al prezzo della rivista (Chi o TuStyle) e potrete trovare al suo interno 2 smalti marca Sabrina Azzi (che non contengono Toluene, Canfora, DBP e Formaldeide), in boccette da 5ml l’uno, nei colori bianco e rosino/biancastro non coprente, ovvero i classici colori della french manicure. Inoltre sempre per realizzare la french ci sono 10 giude, 10 stencil per 2 cuori, 10 stencil per 2 stelle, 20 adesivi di cuori rossi, 20 adesivi di stelle bianche.

Il prezzo delle uscite successive sarà di € 5,99 e l’intera collezione è composta da 60 uscite… l’opera completa quindi costerà € 355,40 a meno che non usufruiate delle promozioni da abbonamento nelle quali vi invieranno gratuitamente una pochette porta smalti vuota, ed un ventilatore asciuga smalto, inoltre avrete l’opportunità di comprare a €29,90 (+ € 5,90 per le spese di spezizione e consegna) una valigetta beauty in cui contenere tutti gli oggetti della collezione.

I fascicoli sembrano ben fatti, però non saprei perché nel primo numero dice di togliere le guide per la french quando lo smalto si asciuga… invece come tutti i vari stencil è meglio rimuoverle quando lo smalto è ancora bagnato… e non mi sembra un dettaglio indifferente in un’opera il cui scopo dovrebbe essere quello di insegnare la nail art a chi è alle prime armi. Comunque oltre a manicure e nail art (in questo numero si parla solo di french), c’è una sezione dedicata anche alla pedicure, e questa può essere molto interessante 😉

Ma parliamo nel dettaglio dei prodotti contenuti nella prima uscita:

My Nail Design prima uscita

  • Smalto bianco: mi piace, lo trovo indicato per la french manicure utilizzato con le guide da un buonissimo risultato 😉
  • Smalto rosato: è di quelli non coprenti come i classici smalti french, ed un rosa tendente al bianco, personalmente è una tonalità che non gradisco ma va a gusti, certe ragazze la amano.
  • Guide: nulla da dire, se utilizzate con lo smalto sotto assolutamente asciutto, e se ben applicate premendo bene ai lati, funzionano a dovere.
  • Stencil: non li ho provati, sono in carta e non plastificati, quindi un po’ più “fuffi” però non credo abbiano problemi, se non si strappano e se aderiscono bene all’unghia. Consiglio di tagliarli in verticale, per dividerli in due parti per un’applicazione migliore.
  • Adesivi a stella: Anche questi non li ho provati, e pure questi sono di carta… credo possano andare, ma esistono sicuramente adesivi migliori.
  • Adesvi a cuore rossi: riuscite a vederli nella foto? Il colore non combacia, quindi se non li colorerò manualmente prima di utilizzarli, saranno inutilizzabili, perché rossi con delle parti bianche sono proprio brutti. In edicola tutti i numeri avevano questo difetto, però magari alcuni numeri non hanno questo problema… Insomma, questi davvero pessimi.

Insomma, il succo è: 2 smalti per french, senza sostanze nocive a € 1,99. Se vi interessano vi consiglio il primo numero. Riguardo l’intera opera invece direi che può andare per le principianti prive di smalti e decori vari, altrimenti se siete già appassionate ed avete già il materiale ve la sconsiglio, anche perché il costo complessivo è notevole. Al massimo può essere un’idea andare in edicola a guardare il numero che uscirà per vedere cosa contiene e valutate poi voi se varrà la pena di acquistarlo. Per la prima uscita non sono pentita, soprattutto per lo smalto bianco, ma non credo proprio che andrò avanti a comprarla.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione! ;D