Archivio tag | nail

Review Base Coat deBBY nailTHERAPY

Ciao ragazze!!!

Oggi vi parlo di questo Base Coat di deBBY:
Base Coat deBBY Nail Therapy

L’ho acquistato da Acqua & Sapone un po’ di tempo fa, non ricordo precisamente il suo prezzo, ma c’erano delle offerte, quindi con pochi euro l’ho portato a casa con me 😉

La boccetta contiene 7,5 ml di prodotto ed ha un PAO a 24 mesi. Ovviamente non contiene nessun ingrediente nocivo nel suo INCI, ma in più ha il calcio, per rinforzarle. E’ quindi un base coat ma anche un trattamento. Questa è la definizione dell’azienda:

Smalto Levigante, Protettivo e Rinforzante:
Crea una base omogenea per l’applicazione dello smalto; protegge dall’ingiallimento dell’unghia; rende l’unghia più forte e resistente.
Utilizzabile anche come top coat.

Diciamo che promette un po’ troppo per quello che è in realtà! Io lo trovo molto simile allo smalto di Kiko 102 – 3 in 1 White, infatti anche questo è un trattamento 3 in 1 e promette più o meno le stesse cose.

Effetto levigante: cosa? No, non ci siamo proprio, sicuramente non è uno smalto filler.

Protettivo e Rinforzante: Su questo invece sono molto più d’accordo, anche perché ha anche il calcio al suo interno, quindi come base coat trattamento rinforzante mi sono trovata bene (anche se ci sono trattamenti più strong in commercio ovviamente), anche perché l’asciugatura è molto rapida, inoltre pennello e formula mi piacciono proprio 🙂

Crea una base omogenea per l’applicazione dello smalto: verissimo!

Protegge dall’ingiallimento dell’unghia: qui bisogna stare attenti! Sì, protegge dall’ingiallimento dell’unghia, come tutti i base coat (questo un po’ di più) nel senso che protegge l’unghia dai pigmenti degli smalti, ad esempio se mettete uno smalto blu poi non vi ritrovate le unghie color puffo, ma se state cercando uno smalto sbiancante, allora non è questo quello che fa per voi. Per questo motivo trovo questo smalto molto simile all’altro di Kiko.

Rende l’unghia più forte e resistente: sì, sono d’accordo anche su questo punto.

Utilizzabile anche come top coat: sinceramente lo sconsiglio, intanto perché non mi piacciono molto i prodotti tutto in uno, preferisco prodotti specifici per ogni cosa, sicuramente hanno un’azione più mirata, e funzionano meglio da quel punto di vista. Se lo utilizzate come top coat potrebbe portar via un po’ di colore dallo smalto, all’interno della boccetta, soprattutto se lo usate sui rossi, quindi sinceramente per questo scopo vi consiglio altri smalti, top coat specifici.

In conclusione cosa penso di questo base coat? L’azione protettiva e rinforzante delle unghie c’è, ed ovviamente il suo lavoro primario da base coat, ovvero proteggere dai pigmenti, lo fa. Inoltre l’asciugatura è rapida, quindi è un prodotto che mi piace, anche perché il prezzo è relativamente basso, però comunque promette troppo rispetto a quello che fa in realtà, ed io questa cosa la odio, quindi se dovessi dare un voto da 1 a 10, gli darei un 7, perché le false promesse le odio davvero.

Insomma, se lo trovate scontato vi consiglio di farci un pensierino, ma se cercate qualcosa di più specifico direi che è il caso di puntare su altri prodotti. Comunque io mi sono trovata bene utilizzandolo come base 😉

Voi lo conoscete? Lo avete provato? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!!! ;D

My Nail Care – Lime per unghie

Buongiorno ragazze!
Oggi dopo tanto tempo mi vedete di nuovo alle prese con un post della mia rubrica My Nail Care. Per tutte le informazioni su questa rubrica, vi rimando a questo post, ad ogni modo, riassunto brevemente si tratta di questo:

Esiste il look “acqua e sapone” anche per le nostre unghie? Ebbene sì!
Con questa mia nuova rubrica desidero quindi mostrarvi, articolo per articolo, i vari strumenti per avere delle belle unghie anche senza smalto. Cercherò di procedere per gradi, illustrandovi tutto nel dettaglio e poi probabilmente inserirò anche qualche tecnica base anche con l’ausilio degli smalti.

Oggi finalmente riesco a pubblicare un articolo che ho preparato nella mia testa moltissimo tempo fa XD (certo che dovrei iniziare a smettere di farmi le bozze solo in testa ahahah XD)

e finalmente riuscirò a parlarvi delle lime per unghie! Inizamo con un’overview di tutti i prodotti di questa tipologia in mio possesso:

Lime & Buffer - Elrien87

C’è molto da dire su questo argomento, quindi procediamo per gradi.

Le Lime

Le lime per unghie si distinguono per due fattori, il materiale di cui sono fatte, e la dimensione della grana.
Partiamo da quest’ultima che è una cosa di fondamentale importanza anche se un po’ meno conosciuta.

Il numero della grana delle lime indica quanto sono grosse le particelle che la rendono ruvida, per questo motivo più piccolo è e più accorcerà le vostre unghie velocemente e sarà aggressiva, mentre più grande è, più sarà utile solo per le piccole rifiniture.

Generalmente le lime a grana grossa, quindi col numero piccolo, sono indicate solo per chi ha le unghie ricostruite, perché altrimenti la limatura sarà aggressiva; se però le vostre unghie sono sane, io vi consiglio vivamente di usare quelle quando dovete accorciarle molto, perché come penso saprete, le unghie non andrebbero mai tagliate, ma sempre limate, perchè tagliandole si rischia di danneggiarle e spezzarle. Ovviamente però tagliare le unghie è una cosa decisamente più rapida, rispetto a limarle, starete pensando voi… ebbene… non proprio! Se usate la giusta lima infatti sarà un’operazione abbastanza rapida e soprattutto avrete molto più controllo sulla forma che le vostre unghie prenderanno!

Il vero problema è che in moltissime lime in commercio, non è indicato lo spessore della grana, il che a mio avviso è un po’ una tragedia, in quanto la reputo un’informazione essenziale. Fra tutte le lime che ho, infatti conosco la grana solo di 4 di esse, tutte in cartone, le seguenti:

Lime Kiko e Trebosi con grana Elrien87

  • Trebosi – Lima a banana
    Lima fucsia neon con grana 180.
  • Kiko Nail File 02 – Medium
    Lima con doppia grana, dal lato con le scritte è 180, mentre dall’altro lato è 240.
  • Trebosi – Lima fantasia
    Lima con grana 200.
  • Kiko Nail File 03 – Fine
    Lima con doppia grana, dal lato con le scritte è 240, mentre dall’altro lato è 280.

Secondo la mia esperienza quindi la grana 180 va bene per accorciare le unghie naturali, anche se la lima a banana bianca che vedete nell’overview ha una grana ancora più spessa e mi trovo bene comunque. Putroppo di quella lima, come di tante altre in mio possesso, non so davvero nulla, quindi io vi consiglio vivamente d’ora in poi di comprare lime solo se la grana è indicata. Cofrontandole poi con quelle che già possedete, riuscirete a farvi una vaga idea dello spessore della grana.

Ovviamente questo non sarà sempre possibile però se le lime sono in cartone, perché le lime in cartone sono soggette ad usura, quindi una lima consumata, indipendentemente dalla sua grana, risulterà liscia al tatto. Per questo motivo, ricordatevi sempre di sostituire regolarmente le vostre lime in cartone!

A questo punto quindi possiamo spostarci sui materiali.

Esistono lime di diverse materiali ed anche lime ibride. Le lime più comuni sono quelle in cartone, di cui abbiamo già parlato, quello di metallo e quelle di vetro. Ci sono anche le lime di legno e di plastica.

Le lime di metallo sono poco flessibili, mentre quelle di vetro non lo sono affatto. Le lime di metallo sono adatte ad unghie robuste, mentre quelle di vetro sono molto più delicate ed adatte a qualsiasi tipo di unghie. Generalmente queste lime non badano alla grana perché la differenza la facciamo noi, in base a quanta pressione applichiamo durante l’utilizzo. La cosa bella di queste lime è che sono per sempre! Indipendetemente dall’utilizzo che ne fate non si usurano, inoltre sono labili e disinfettabili, quindi anche più persone possono utilizzare la stessa lima 🙂 (ricordatevi invece che le lime in cartone sono strettamente personali!)

Ma ora passiamo alle lime ibride, ovvero quelle di legno o di plastica. Questa tipologia di materiali non è intesa per la parte superficiale dell’unghia, che generalmente è sempre in cartone, ma per “l’anima” della lima, in modo da renderla più o meno flessibile o resistente, per comodità di utilizzo. Le 4 lime che vi ho mostrato prima infatti sono tutte ibride, 3 di loro hanno un’anima di plastica, mentre la Kiko Nail File 03 – Fine è di legno. Lo strato superficiale, quello della lima vera e propria, invece è in cartone.
Quindi in realtà esistono solo 3 materiali per le lime vere e proprie, il resto è solo un fattore di forma e comodità.

Quindi che differenza c’è tra una lima dritta o una a banana? Assolutamente nessuna, stessa cosa vale per le lime con impugnatura, alla fine è solo un fatto di vostra comodità personale, durante l’utilizzo.

Ovvimente le lime ibride con l’anima in plastica sono molto più comode da utilizzare delle vecchie lime 100% in cartone, ma per quello che riguarda la forma e l’impugnatura, state tranquille, la vera differenza non esiste 😉

Spero di avervi chiarito le idee sulle lime! 😉

Per evitare di rendere questo articolo troppo lungo, dettagliato e noioso, ho deciso che vi parlerò dei buffer e delle lime multi-funzionali nel prossimo articolo di questa rubrica.

Voi quali lime utlizzate? Quali sono le vostre tipologie preferite? Fatemi sapere tutto nei commenti! 😉

Review Top Coat Essence – Better Than Gel Nails

Ciao ragazze!!!

Eccomi nuovamente con una review che voglio scrivere da parecchio tempo!!! 😉

Sto parlando di questo top coat di Essence, il Better than gel nails:

Review Top Coat Essence Better Than Gel Nails by Elrien87

che è stato vittima di pettegolezzi in quanto girava voce che avessero smesso di produrlo e le nails addicted avevano iniziato a farne scorte infinite! …Ebbene, le vostre scorte non serviranno, perché a questo top coat era stato solo cambiato il packaging e probabilmente anche la formula, per rendere l’effetto ancora più glossato! 😉

Questa è la descrizione ufficiale dell’azienda:

Lo step finale per una manicure davvero glossy: lo smalto sigillante dal gel-look! la formula speciale sigilla il tuo smalto e regala unghie estremamente brillante.

E’ uno smalto 4-free e la confezione contiene 10ml di prodotto, lo smalto ha un PAO di 24 mesi ed il suo prezzo è di € 2,99.

La Essence, come potete notare, lo descrivere come uno smalto “effetto gel”, però non è così perché questo smalto non presenta le tipiche caratteristiche (sia in pregi che in difetti) dei top coat di questa tipologia, che vi avevo descritto in questo post.

Io infatti ho deciso di soprannominarlo “effetto semi-permanente” essendo un finish davvero gloss, che però non dona spessore all’unghia, e confrontandolo con alcune amiche che usano il semipermanente ho notato che l’effetto è davvero simile! 🙂

Questo top coat dunque è molto particolare, ma adesso passiamo alla review vera e propria in cui sì, vi illustrerò i suoi pregi, ma anche i difetti.

Partiamo come al solito dai difetti: il problema principale di questo smalto, è che tende a sollevarsi, ma davvero moltissimo! Per cercare che questo accada il meno possibile è bene usare un base coat (cosa che in ogni modo io vi consiglio SEMPRE di fare) prima dello smalto, assicurandosi di prendere bene tutta l’unghia, e poi stare bene attenti a non finire sulle pelle quando lo si stende. Però nonostante le accortezze, potrebbero comunque verificarsi situazioni simili:

Essence Better Than Gel Nails Review by Elrien87

E’ proprio un gran peccato 😦
L’altro difetto che ho riscontrato in questo smalto, è il packaging: la boccetta nera sinceramente è odiosa, non si riesce a capire quanto prodotto ci rimane, e per me è un grande svantaggio, e fonte di scomodità!
Tuttavia questa cosa ha un lato positivo per chi non conserva sempre i suoi smalti al buio (nonostante bisognerebbe sempre farlo per aumentarne la durata): essendo scura la confezione, lo smalto resisterà più a lungo al passare del tempo 😉

Ma adesso veniamo ai pregi: ragazze, il finish di questo smalto è davvero spettacolare! Il suo “effetto semi-permanente” lo adoro davvero! Inoltre ha una particolarità quasi unica, è antigraffio!!! Davvero! Incredibile! Questo top coat mi piace moltissimo, nonostante si necessario non andare a toccarsi le unghie per evitare di sollevarlo involontariamente!
Questa cosa però diventa un pregio quando lo abbiniamo ad un base coat peel-off, infatti la rimozione sarà ancora più semplice! 😉

Ma adesso vi mostro questo top coat in azione in queste nail art:

Nail Art Accent Gradient Cayenne by Elrien87

Nail Art Fucsia Foil French by Elrien87

Nail Art Mimosas Yellow French by Elrien87

Per valorizzare a pieno il suo effetto high gloss è necessario utilizzarlo su smalti dal finish cream, oppure effetto gel, altrimenti non rende allo stesso modo, come dimostra questa nail art:

Nail Art Half Glittering Paillettes by Elrien87

Per concludere io penso che questo top coat abbia un fantastico rapporto qualità prezzo! Certo i suoi difetti li ha, ma ha anche dei fantastici pregi, e per quello che costa ne vale sicuramente la pena, quindi il mio voto per questo prodotto è di 9 su 10!

Voi lo conoscete? Lo avete mai provato? Fatemi sapere tutto nei commenti! 😀

Colore del Mese: Cognac

Eccoci ad un nuovo post della serie “Colore del Mese“, questa volta nella versione 2.0, in cui anche voi potrete partecipare! ;D

Oggi andremo a scoprire il color Cognac, una sfumatura calda tipica dell’autunno, che ricorda il legno, il colore delle cortecce degli alberi e delle foglie che cadono. Non è difficile capire da dove derivi! 😉 …provate ad indovinare!
3… 2… 1… GONG!
Cognac bicchiere bottiglia - Glass Cognac Bottle

Esatto, bravissime!!! Proprio dall’acquavite francese, ricavata dalla distillazione di vino bianco, ovvero il migliore tra i brandy!

Quello che Pantone intende per color cognac è però abbastanza diverso dal liquore, questa infatti può essere la sua rappresentazione in esadecimale 926d67:
Cognac Color

Come sempre, un colore cambia in base al tessuto su cui viene usato, per questo motivo, come di consueto, vi lascio alle immagini, che sono molto più esaustive quando si tratta di colori:

Cognac Brown Color Marrone Nude Colore
Cognac Brown Color Marrone Nude Colore
Cognac Brown Color Marrone Nude Colore
Cognac Brown Color Marrone Nude Colore
Cognac Brown Color Marrone Nude Colore
Cognac Brown Color Marrone Nude Colore

Vi ricordo, che per sapere quali smalti di questo colore ci offre il mercato, sarà sufficiente consultare il post di UnghieSmaltate98 che vi linkerò alla fine di questo articolo: lei infatti ha raccolto per voi gli smalti di diversi brand, color Cognac.

Per concludere ecco la classifica aggiornata con i punteggi delle partecipanti. Alla fine di questi primi 4 mesi, grazie al sito http://www.random.org genereremo un numero casuale tra 1 e l’ultimo numero di questa lista, ed il nome accando a questo numero sarà quello della fortunata vincitrice! ;D

1. Hellenyna tra le nuvole (f)
2. Hellenyna tra le nuvole (g)
3. Hellenyna tra le nuvole (i)
4. Hellenyna tra le nuvole (j)
5. Hellenyna tra le nuvole (u)
6. Hellenyna tra le nuvole (u)

Vi lascio qui sotto il link al post di Bea! Ci risentiamo il 25 gennaio con le nostre, e vostre, proposte di nail art per il color Cognac!

Evento Colore Del Mese Elrien87 UnghieSmaltate98

Nail Art – Snowy Woods Night

Ed eccomi qui con la terza proposta per le unghie di Natale!

Anche questa volta si tratta del concorso di Madda Fashion, quello ancora in corso. Devo veramente ringraziarla, sia lei, che tutte le ragazze che decidono di darci queste opportunità, perché coi loro concorsi ci spronano sempre a metterci alla prova e questa volta ho osato davvero molto, e non avrei mai creduto di riuscire a fare tanto! Spesso mi demoralizzo ancora prima di iniziare, anche perché, almeno per me che sono alle prime armi, ci metto davvero tantissimo tempo a fare le decorazioni con l’acrilico, però non demordo, anche se non tutti i giorni sono in vena. Come ogni cosa artistica ci vuole l’ispirazione, altrimenti non si va da nessuna parte.

Ma bando alle ciance!!! Rullo di tamburi… questa volta la mia proposta è… questa:

Concorso Nail Art Madda Fashion Natale Capodanno 2014 Elrien Elrien87

Questo è il materiale utilizzato:

Occorrente Nail Art Natale Xmas

  • Base Coat Kiko 106 – Ultra Long
  • Smalto Kiko French Manicure 203 – White for Tips
  • Smalto Kiko 295 – Azzurro
  • Smalto Kiko336 – Blu
  • Colore acrilico giallo Citadel – 11 Bad Moon Yellow
  • Colore acrilico blu Citadel – 34 Enchanted Blue
  • Colore acrilico verde Citadel – 39 Snot Green
  • Colore acrilico grigio Citadel – 49 Space Wolves Grey
  • Colore acrilico nero Citadel – 51 Chaos Black
  • Colore acrilico bianco Citadel – 54 Skull White
  • Top Coat Rimmel London – Finishing Touch 3D plumping
  • Penna correggi smalto – Kiko
  • Gocce asciuga smalto – Pupa
  • Pennello per nail art piatto in setole sintetiche
  • Pennello per nail art piatto in setole naturali
  • Pennello per nail art dalla punta corta e sottile
  • Vaschetta
  • Bicchiere d’acqua

Il procedimento è lunghino, quindi la farò breve:

  1. Ho steso la base su tutte le unghie.
  2. Ho mischiato gli smalti tra loro per ottenere diverse gradazioni e li ho stesi come colore di sfondo con il pennello sintetico, tipo come se dovessi realizzare una gradient manicure, ma molto meno evidente, per creare di più un effetto sfumatura che non saltasse troppo all’occhio.
  3. Dopo essermi assicurata che fosse tutto bello asciutto ho usato gli altri pennelli ed i colori acrilici per disegnare il bosco innevato.
  4. Su medio ed anulare ho creato il lago, in modo che fosse diviso tra le due unghie.
  5. Ho completato disegnando le stelle nel cielo e la cometa.
  6. Una volta sicura che tutto fosse perfettamente asciutto ho passato il top coat.
  7. Penna e gocce vanno usate al bisogno. Le gocce le ho usate solo sullo smalto.

E con questo è tutto! Spero tanto che questa nail art vi piaccia, ma soprattutto spero che piaccia a Madda! ;D

My Nail Care – Nail White Pencil

Buongiorno a tutti! Oggi ho deciso di iniziare una nuova rubrica! E’ molto tempo che ce l’ho in mente, e dopo le diverse richieste ho deciso di darle forma!

Come sappiamo l’arte di decorare le unghie nasce con lo scopo di renderle più belle. Inizialmente si dava solo una mano di smalto colorato, poi è venuta la french manicure e adesso ci sbizzarriamo con idee sempre più particolari per rende le nostre unghie originali ed alla moda… Ma torniamo al principio; come in ogni branchia del make up, tutto nasce con lo stesso scopo: nascondere i difetti e farci apparire più belle… per la serie “il trucco c’è, ma non si vede!”
Lo smalto colorato come sappiamo nasconde molti dei nostri difetti, ma se noi volessimo ottenere unghie sane e belle senza dover ricorrere a questa tecnica? Esiste il look “acqua e sapone” anche per le nostre unghie? Ebbene sì! E sebbene sia la tradizionale french manicure a farla da padrona i questo ambito, non esiste solo lei!
Con questa mia nuova rubrica desidero quindi mostrarvi, articolo per articolo, i vari strumenti per avere delle belle unghie anche senza smalto. Cercherò di procedere per gradi, illustrandovi tutto nel dettaglio e poi probabilmente inserirò anche qualche tecnica base anche con l’ausilio degli smalti.

Per questo primo articolo ho deciso di iniziare da un problema comune: Come avere il margine libero bello e bianco? Sembra una cosa banale, ma già con questo piccolo accorgimento le mani cambiano aspetto! Un po’ come quando usiamo il correttore sul nostro viso!

Innanzi tutto dovete sapere che il colore delle vostre unghie naturali cambia da persona a persona. Ci sono ragazze (ed ovviamente anche ragazzi) che naturalmente hanno il margine libero dell’unghia bianchissimo, senza dover fare niente, c’è chi ce l’ha più giallognolo, e chi ce l’ha traslucido… poi c’è chi ce l’ha diverso in base alle dita. Ovviamente in estetica la mancanza di simmetria è un difetto di per se, inoltre il margine libero traslucido è il più distante dalla “normalità”, ovvero quello bello bianco, per cui in questo articolo vi illustreò come correggere il difetto del margine libero traslucido.

Sono sicura che non tutte avranno questo problema, chi ha le unghie naturalmente bianche può anche smettere di leggere, ma di sicuro può interessare anche a chi le ha bianco sporco o leggermente gialline.

Io purtroppo faccio parte di quelle ragazze che non hanno le unghie bianchissime, ma tra tutti i difetti che potevano toccarmi, sinceramente questo non mi crea particolari problemi (anche se a 12-13 anni ero molto affranta da tutto ciò), tra l’altro ho alcune unghie “normali” mentre altre sono traslucide (il medio e l’indice)… ma bando alle ciance, vediamo qual è lo strumento che può venirci in soccorso in questo caso!

Signore e signori, vi presento la classica e spesso bistrattata Matita Bianca per Unghie!

Oriflame Nail White Pencil

Io possiedo questa di Oriflame che mi è stata regalata tempo fa. Devo essere sicera, non è un brand che conosco moltissimo, ma mi ci trovo bene. Ad ogni modo so che quasi tutti i brand offrondo questo prodotto (Essence, Kiko, Rimmel London, ecc…)
Il tappo come potete notare ha una forma molto particolare, ed è fondamentale che sia così! Inoltre vi ricordo che una qualsiasi matita cosmetica bianca non è indicata per svolgere lo stesso compito, ne serve una apposita per unghie!

Come si usa?

  1. Regolate e limate le vostre unghie, lavate bene le vostre mani, ed applicate la vostra crema idratante.
  2. Con la matita chiusa, passate il tappo sotto il margine libero, in modo da eliminare tutti i corpuscoli che non dovrebbero esserci.
  3. Aprite la matita e andate a colorare il retro del vostro margine libero, applicandola in orizzontale, stando bene attente a passare il più vicino possibile al letto ungueale, senza però premere troppo e rischiare di farvi male.
  4. Una volta che siete passati su tutte le unghie, rimuovete l’eccesso di povere bianca che si sarà depositata ai bordi delle vostre dita, ed il gioco è fatto!

In questa foto vi mostro le mie mani; su quella sinistra ho passato la matita mentre su quella destra no. Guardate quanta differenza con solo questo semplice passaggio:
Matita bianca per unghie applicata Nail White Pencil Application
E per la prima volta ecco a voi anche le mie unghie al naturale, alla faccia di chi dice che lo smalto le rovina!
Lo smalto, come qualsiasi altra cosa, può rovinare le vostre unghie, ma con dei semplici accorgimenti durante la vostra manicure potrete evitare questo spiacevole inconveniente! E spero con questi miei post di riuscire ad aiutarvi a scoprire come fare!

Riguardo alla durata ovviamente è inferiore a quella di uno smalto! Quando ho le unghie naturali io la passo tutti i giorni. Ogni volta che vi laverete le mani andrà un po’ via, quindi potrete sempre dare un ritocchino 😉 ad ogni modo non va via del tutto, è abbastanza resistente, un giorno intero dovrebbe tenere ;D

Spero che questa rubrica risulti di vostro interesse, e se avete domande o richieste particolari non esitate a scrivere commenti!

Nail Art – Christmas Stylish Frozen

Eccomi qua con la mia seconda proposta di nail art a tema natalizio per quest’anno!
Anche questa l’ho realizzata per un concorso ma stavolta è ancora in corso! Sto parlando di quello indetto dalla YouTubers DolceOrsetta!
Ecco la mia proposta:
Nail Art Christmas Stylish Frozen Concorso DolceOrsetta

E questo è il materiale usato:

Occorrente Nail Art Christmas Stylish Frozen DolceOrsetta

E questo è il procedimento:

  1. Ho steso la base Kiko su tutte le unghie ed ho aspettato che si asciugasse.
  2. Su medi ed anulari ho steso lo smalto blu di Kiko ed ho aspettato che si asciugasse.
  3. Su pollici, indici e mignoli ho steso lo smalto argento di Pupa ed ho aspettato che si asciugasse.
  4. Sempre su queste dita ho steso il top coat glitterato di Kiko, avendo cura di distribuire bene le stelline, aiutandomi ove necessario con il dotter.
  5. Per ogni unghia blu ho tagliato tre pezzi di striping, uno più lungo degli altri da posizionare in verticale, non perfettamente al centro, e due più corti da posizionare in orizzonale come da foto di cui sopra; anche per questi passaggi mi sono aiutata con in dotter per fissare il primo punto del nastro. Se necessario tagliate gli eccessi con le forbicine (se usate quelle curve sarà molto più facile essere precisi).
  6. Sempre su queste unghie ho passato il top coat di SinfulColors.
  7. La penna correggi smalto ovviamente va usata solo se necessario, quando per errore si creano piccole sbavature di smalto, io preferisco passarla quando lo smalto è quasi asciutto perchè anche se è un pochino meno semplice rimuoverlo, la punta della penna si sporca decisamente meno ;)
  8. Stessa cosa per le gocce asciuga smalto, vanno usate tra una passata e l’altra di smalto, e/o alla fine della nail art, se si desidera velocizzare i tempi di attesa.

Rimozione: per le dita gliterate è necessario il metodo della carta stagnola, per le altre dita invece basterà il normalissimo solvente. 😉

A me questa nail art piace molto, la trovo natalizia, elegante e semplice da realizzare ma decisamente d’effetto!. Voi che cosa ne pensate? Fatemelo sapere! ;D