Archivio tag | profumate

My Nail Care – Penne Correggi Smalto

Ciao ragazze, oggi in questo nuovo post della mia rubrica “My Nail Care” vi parlo di un altro importante utensile, indispensabile per tutte le nail addicted! Sia che siate alle prime armi, o che siate super esperte in materia di unghie vivere senza la penna correggi smalto è un incubo!!! XD

Per una persona che ha fatto “secoli” a campare con il cotton-fioc imbevuto di solvente vi assicuro che queste invenzioni mi hanno letteralmente cambiato la vita! Innanzi tutto non ci sono più i problemi dei pelucchi, e poi la comodità rispetto al vecchio metodo, e la precisione di utilizzo, è incredibile!!!

Per questo motivo sencondo me tutte dovrebbero avere una penna correggi smalto “carica” sempre con sè 😀

Ma cos’è la penna correggi smalto?

Nel caso in cui una di queste meraviglie non fosse ancora incappata nelle vostre vite, dovete sapere che si tratta appunto di una penna, con una punta di un materiale poroso e piena di solvente per unghie. La punta ha un lato piatto e appuntino (la forma tipica dei rossetti, per intenderci N.d.R.) così è semplice essere precise e riuscire ad andare a pulire la nostra pelle quando dopo aver commesso degli errori di applicazione dello smalto per unghie, ci ritroviamo smalto ovunque! XD

Ma qual è la penna correggi smalto più adatta alle vostre esigenze? Belle domanda!!!

Io per ora ne ho provate solo di 5 brand diversi (le penne correggi smalto durano a lungo se usate nella giusta maniera), una è quella nuova che mi ha inviato P2 da poco tempo, ed è ancora troppo presto per scrivervi una review, ma sappiate che profuma di pompelmo, e già questa cosa la adoro 😀
Penna Correggi Smalto P2
mentre le altre sono queste 4 nella foto qua sotto:
Penne Correggi Smalto Kiko Trebosi L'Oreal Debby

Ci sono 3 tipologie di penne correggi smalto:

  • quelle tradizionali sono semplici penne, con una quantità predeterminata di solvente al loro interno, ed una singola punta. Io ne ho tre fatte così, quella di deBBY, quella di L’Oreal e quella di Trebosi.
  • Quelle a punte multiple sono come quelle descritte in precedenza, con la differenza che hanno una punta sotto il tappo e 3 sul retro, di ricambio. Io ne possiedo due di questa tipologia, quella di Kiko e quella di P2.
  • Quelle ricaricabili sono penne a punte multiple, ma in più è possibile inserire il solvente al loro interno per una durata della penna pressocché infinita. Io non ne possiedo nessuna di questa tipologia, ma altre mie amiche sì, così mi sono informata a riguardo e le ho viste dal vivo.

Come fare a capire quali sono le migliori?

Riguardo a quelle tradizionali devono avere un solvente di ottima qualità ed una punta altrettanto valida: siccome non è possibile cambiarla, la punta deve resistere il più a lungo possibile! Con il passare del tempo infatti le punte si sporcano e possono addirittura sformarsi. Il solvente nonostante questo deve essere in grado di oltrepassare gli strati di smalto sulla punta e riuscire a pulire la nostra pelle. Se usualmente fate grossi pasticci con gli smalti e dovete pulire grandi quantità di prodotto, non vi consiglio questi modelli.

Quelle a punte multiple invece devono avere molto solvente al loro interno per essere valide e soprattutto, dopo aver cambiato la prima punta, devono continuare a rilasciare il prodotto nella maniera giusta, altrimenti capita di ritrovarsi diverse punte nuove, ma un solvente interno inutilizzabile. Se normalmente siete molto precise, non vi consiglio questa tipologia di prodotto, rischiereste di avere tante punte nuove  e nessun modo di utilizzarle.

Quelle ricaricabile invece devono avere punte di qualità superlativa: se normalmente fate grossi disastri con lo smalto, e calcate molto per rimuovere le quantità di prodotto in eccesso, distruggereste le punte troppo velocemente, quindi non ve le consiglio.

Quindi, come fare a mantenere in buono stato una penna correggi smalto?

Innanzi tutto rendetevi conto che la penna correggi smalto va usata per correggere gli errori… se fate un disastro in un’intera unghia, facendo colare troppo prodotto, è consigliabile usare il solvente ad immersione (fast remover) anziché le penna correggi smalto. Ho visto ragazze lamentarsi delle loro penne, perché le usavano in modo sconsiderato, per questo motivo ci tengo a precisare questa cosa 🙂

Secondariamente dovrete avere cura delle vostre punte, per cui subito dopo aver usato la penna, pulite la punta su un foglio di carta (preferibilmente usato da entrambi i lati, pronto per essere gettato nella carta da riciclare, quelli con tutti i calcoli degli esercizi di analisi matematica sono i miei preferiti: ne ho così tanti che potrò andare avanti ad usarli per anni ahahaha): in questo modo lo smalto non si seccherà e per il solvente non sarà difficile pulire la vostra pelle, perché non avrà grosse barriere da superare.

Per quello che riguarda la mia esperienza personale quando sono nuove tutte le penne correggi smalto sembrano fantastiche, perché le punte sono perfette e le penne piene di prodotto, ma per capire veramente quanto vale una penna è necessario un utilizzo costante e massiccio, per questo motivo vi parlerò della penna P2 in futuro in post apposito, perché per ora non è ancora passato così tanto tempo 😉
Ad ogni modo tra le quattro che ho provato, le penne l’oreal e trebosi sono praticamente identiche, cambia solo il colore: sono entrambe molto valide, hanno una punta davvero resistente e tanto prodotto al loro interno. Quella di Kiko invece ha troppo poco prodotto per le sue punte: sono più felice di buttare una penna con una sola punta usata fino alla fine, piuttosto che una penna con ancora tante punte nuove, che però ha finito il suo solvente. Ma questa è sicuramente una considerazione personale, anche perché io ho bisogno della penna praticamente sempre per piccolissime imprecisioni e pochissime volte per grandi correzioni (ma a volte capita anche a me, tranquille XD). Quelle ricaricabili invece non mi sento di consigliarle perché al costo della penna andrà sommato tutto il solvente che userete per riempirla. Siccome spesso sono vuote al primo utilizzo, vedo la cosa un po’ costosa, inoltre per quanta cura avrete delle vostre punte, 4 sono comuque troppo poche per un utilizzo eterno del prodotto, dovrebbero vedere anche ulteriori punte supplementari, allora sì che avrebbe senso il tutto.

Ad ogni modo, quale che sia la vostra penna correggi smalto, anche la più scarsa in assoluto, vi assicuro che vi cambierà la vita!!! 😀

Voi quali penne usate? Che brand avete provato? Cosa mi consigliate? Fatemi sapere che sono sempre alla ricerca di nuovi prodotti!!! 😀

Review Funmaskers Dr. Van Der Hoog

Vi ricordate che il 4 dicembre 2014 ho partecipato al Giveaway ideato dai Blog di Kami e Kiki? Se non ve lo ricordate, trovate il post qua 😉

Bene, per la prima volta nella mia vita ho vinto!!! 😀 C’erano due premi in palio ed il secondo è stato mio 😀 😀 😀 che gioia!!! In questi mesi di assenza (ero a Dublino) non ho potuto godere del mio premio, ma adesso che sono tornata sono stata molto felice di farlo! Innanzi tutto, ecco a voi l’emozione dello spacchettamento:

Giveaway Kami e Kiki - Secondo Premio - Elrien87

Addirittura il bigliettino personalizzato! Per non parlare del pacchettino degli orecchini con tanto di adesivo puccioso… ho dovuto per forza fotografarlo!!! Grazie ragazze, sono stata davvero felice di vincere questi bellissimi premi! 😀 😀 😀

Gli orecchini, realizzati a mano da Kiki sono davvero ben fatti e particolari, non ne avevo neanche un paio vagamente simile, quindi grazie! Le maschere di bellezza acquistate in Olanda da Kami mi incuriosivano davvero tantissimo e sono stata molto felice di poterle provare!

Quindi mi sembrava doverosa una review! 😀 Grazie ancora ragazze, e continuate così! I vostri 3 blog sono favolosi! 😀 😀 😀 (per chi se lo stesse chiedendo, il terzo blog è questo, gestito da entrambe 😉 )

 

Queste tre maschere del Dr. Van der Hoog fanno parte della linea “fun”, ideata per pelli giovani, e per divertire durante l’applicazione. Sono vendute in confezioni da due, “una per te, ed una per la tua migliore amica” (così riportano le confezioni XD) ed hanno dei profumi accattivanti ed inusuali. Ne esistono 5 varietà ed io ho avuto la fortuna di provarne 3.
Ogni maschera contiene 8ml di prodotto. Gli inci sono abbastanza buoni e sono contenta di questa cosa 😉

Ma adesso vediamole più nel dettaglio:
Dr. Van Der Hoog - Little Mademoiselle Macaron - Beauty Mask - Maschera di bellezza

Little Mademoiselle Macaron

PROMESSE:
Rimuove delicatamente le cellule morte e le impurità della pelle, ha un effetto calmante e stimola la riparazione cellulare: la vostra pelle quindi sarà fresca e pulita.

APPLICAZIONE:
La maschera si presenta con una consistenza vischiosa e di color rosso-trasparente, il profumo purtroppo non ricorda i macaron, ma piuttosto il vino e non è molto intenso, tuttavia non puzza.
Applicarla è un po’ scomodo perché è veramente appicicosa, e si secca in fretta, ma ciò nonostante la quantità contenuta (8 ml) è sufficiente ad applicarla su ogni parte del viso (evitando il contorno occhi e la bocca) anche se un po’ di prodotto andrà inevitabilmente sprecato.
Una volta applicata bisogna lavare bene le mani con acqua calda e sapone per pulirle completamente.
Il tempo di posa è di 15-20 minuti, è confortevole sebbene dopo una decina di minuti inizi a seccarsi davvero e quindi a tirare un po’. Ricordo che è una maschera peel-off quindi per rimuoverla dovrebbe essere sufficiente tirarla via dal viso, come se fosse una pellicola.
…ed effettivamente passato il tempo minimo di posa la maschera inizia a diventare biancastra e dare un po’ fastidio, perché inizia a seccarsi sollevarsi da sola. La rimozione quindi è semplicissima, basta tirare e viene via con molta facilità, anche se ovviamente, qualche punto in cui non si rimuove bene putroppo c’è; credo che dipenda dal fatto che la maschera per rimuoversi perfettamente deve essere spalmata in modo uniforme su tutto il viso, e non è proprio facilissimo, data la consistenza così vischiosa. Ad ogni modo è sufficiente un po’ d’acqua calda per rimuovere bene ogni sua parte.

RISULTATI:
La pelle effettivamente l’ho sentita più liscia e fresca e sembra purificata, credo che faccia ciò che promette.

CONCLUSIONI:
Il profumo, che a mio avviso è la cosa più attraente di questa maschera, purtroppo è una delusione, però il divertimento c’è e gli effetti anche, quindi direi che il mio giudizio per questo prodotto è di 7 su 10! 😀

Dr. Van Der Hoog - Big Fun Bubblegum - Beauty Mask - Maschera di bellezza

Big Fun Bubblegum

PROMESSE:
Ammorbidisce, lenisce ed idrata la pelle.

APPLICAZIONE:
La maschera si presenta come una crema bianca, leggermente tendente al rosa chiarissimo. Il profumo è assolutamente Bubble Gum al 100%! Io lo adoro!!! ;D E’ magnifico! ;D anche in questo caso è intenso e persiste per tutta la durata del trattamento.
L’applicazione è semplicissima e non c’è alcuno spreco di prodotto.
Il tempo di posa è di 15-20 minuti, è confortevole e dona alla pelle una sensazione di freschezza.
…passato il tempo di posa si massaggia la maschera sul viso e poi ci si lava accuratamente il viso dai residui.

RISULTATI:
La pelle la sento davvero molto morbida e sembra idratata, credo che faccia ciò che promette.

CONCLUSIONI:
Il profumo soddisfa perfettamente le aspettative, ed anche gli effetti della maschera, quindi il mio voto per questo prodotto è 9 su 10! 😀

 

Dr. Van Der Hoog - Crazy Cupcake - Beauty Mask - Maschera di bellezza

Crazy Cupcake

PROMESSE:
Ammorbidisce e idrata la pelle, inoltre la protegge dalla disidratazione futura.

APPLICAZIONE:
La maschera si presenta come una crema bianca. Il profumo è dolce, simile alla vaniglia, ma se devo essere sincera non mi ricorda proprio il profumo dei cupcake… inoltre è meno intenso delle altre maschere, tuttavia è piacevole.
L’applicazione è semplicissima e non c’è alcuno spreco di prodotto.
Il tempo di posa è di 15-20 minuti, la maschera dona alla pelle una sensazione di freschezza, ma l’ho trovata meno confortevole delle altre, tirava un po’ ed ho avvertito un lieve fastidio.
…passato il tempo di posa si massaggia la maschera sul viso e poi ci si lava accuratamente dai residui. Questa volta però ho preferito rimuoverla con una spugnetta sottile e rotonda per ridurre drasticamente i tempi 😉

RISULTATI:
La pelle è molto morbida, ma non la sento particolarmente idratata, piuttosto mi da una sensazione di pulizia (anche se siccome non è tra gli effetti, potrebbe essere solo una sensazione).

CONCLUSIONI:
Il profumo purtroppo delude anche in questo caso, e gli effetti non sembrano essere rispettati al 100%. Inoltre la sensazione di benessere è inferiore rispetto alle altre due… il mio giudizio stavolta è solo 6 su 10.

 

Inoltre ho scoperto che esiste anche il sito internet del Dr. van der Hoog che vende i prodotti anche all’estero (perché è un brand olandese); non ho idea di come siano le spese di spedizione, ma sapere che si può fare mi è piaciuto, tra l’altro spulciando il sito ho visto un sacco di prodotti che sembrano davvero interessanti! ;D

Grazie ancora ragazze per questa opportunità! 😀

Review Yankee Candle – Vanilla Cupcake

Non so se lo avete capito, ma io amo tutto ciò che è profumato e dolce… 😉
Per il mio compleanno una coppia di miei amici, Marco e Elena, che rigranzio ancora molto, mi hanno regalato questa profumatissima candela che oggi vi recensirò! ;D
Yankee Candle – Vanilla Cupcake - Happy Birthday

Si tratta di una candela del Brand Americano Yankee Candle, la fragranza è denominata Vanilla Cupcake, io però la definerei Crème brûlée …sicuramente loro non hanno scelto questo nome perché non è tipicamente americano, a differenza dei cupcake alla vaniglia 😉 Ad ogni modo annusandola da spenta, viene davvero voglia di mangiarla!!! Non ha per niente un odore chimico, come purtroppo spesso accade, quindi questo secondo me è un grande lato positivo! ;D

E’ contenuta in un vasetto di vetro e chiusa da un tappo ermetico in metallo che secondo me è geniale! Non solo evita di disperdere l’aroma della candela prima che venga bruciata, ma al momento di spegnera, basta chiuderlo per evitare di ritrovarsi il solito e fastidioso odore di bruciato.

La mia candela contiene 104 g di cera, per una durata complessiva di 25-30 ore di “spledore”, ma so che questa casa le produce di diversi formati 😉

In base alla mia esperienza posso dire che la fragranza inizia a diffondersi nell’aria dopo che arde da circa 30 minuti, e tenendola accesa per 2 ore, l’aroma rimane nella stanza per circa 4-5 ore. Ovviamente non è persistente come può essere un incenso, o un diffusore di essenze, ma per essere una candela, secondo me è fantastico! Consiglio quindi di tenerla accesa sempre per almeno 2 ore quando si vuole profumare un’ambiente, tuttavia anche dopo un’ora l’aroma che lascia non è male… ma ripeto, dopo un po’ di prove secondo me 2 ore sono perfette 😉

Non so se il “ciclo di vita” della candela rispecchia effettivamente la durata indicata… terrò il conto e poi modificherò questo post per farvelo sapere! 😉

Ad ogni modo io trovo il packaging davvero geniale!!! Troppo spesso il buon profumo portato da diffusori (con riscaldamento a candela) e candele (vere e proprie), viene coperto dall’odore di fumo, invitabile nel momento in cui bisogna spegnere la candela. A volte si riesce a trasportarla in un’altra stanza, per spegnerla, in modo che lì rimanga la puzza… ma non sempre putroppo, dipende dal formato della candela! Con questa io mi sono trovata benissimo, perché per spegnerla non ho fatto altro che chiudere il tappo! Poi certo l’ho portata fuori e l’ho aperta, perché altrimenti il fumo uscirebbe lo stesso, ma nella mia stanza il profumo è rimasto inalterato e la fatica è stata minima.

Mi sento quindi di consigliare vivamente questo prodotto!!!

Voi ne avete fatto uso? Di questa o di altri prodotti di questo brand? Avete delle fragranze da consigliarmi? Fatemi sapere! ;D

Perline da Bagno Idratanti – White Castle

Ed ecco giunto finalmente il momento della mia recensione su uno dei prodotti che vi ho mostrato in questo post.

Oggi vi parlerò di queste perline da bagno con effetto idratante della White Castle:

Perline da Bagno Idratanti – White Castle

La confezione è monodose e contine 50 g di perline colorate. Nel mio caso sono rosa il che significa che la loro profumazione è al gusto Patchouly, in commercio però si possono trovare di altri colori e profumazioni, più precisamente:

Bianco = Cocco
Verde = Té Verde
Arancione = Vaniglia
Azzurro = Ambra
Rosso = Mandorla & Cannella
Giallo = Muschio Bianco

Inoltre in commercio esiste un’altro formato di questo prodotto, ovvero sacchetti più grossi, da 400g, adatti fino ad 8 applicazioni.

Probabilmente molti di voi non conosceranno questo marchio, quindi vi riporto come questo brand si descrive ai clienti:

White Castle
White Castle, Marchio de “La Nordica”, in oltre quarant’anni di attività ha costruito una solida realtà di riferimento per prodotti di origine naturale negli ambiti “Igiene e benessere”, “Idee regalo” e “Profumazione Casa”. Ogni fase di lavorazione delle materie prime è gestita internamente e convogliata in una sede che supera i 12.000 metri quadri, avvalendosi della professionalità e della competenza di personale altamente qualificato.
La mission dell’azienda è quella di fornire un prodotto di eccellenza attraverso la ricerca e collaborazioni con le migliori Università; un prodotto che sia sicuro sia per l’uomo che per l’ambiente.
Inoltre, White Castle, mette a disposizione la qualità delle sue materie, attente e precise procedure di lavorazione per chiunque voglia personalizzare i propri prodotti.
L’intera gamma è una garanzia per chi ama aver cura del proprio benessere e della casa con passione.

Mentre questa è la descrizione del prodotto:

Perline da bagno, costituite da una sostanza presente in natura ad elevato potere idratante. Lasciano la pelle morbida, vellutata e delicatamente profumata. Donano una meravigliosa sensazione di freschezza da provare anche più volte alla settimana. Non contengono conservanti per risultare ancora più delicate sulla pelle. Adatte anche per bagni con idromassaggio e per pediluvi.
Le perline idratanti non sono detergenti, quindi non sostituiscono l’azione lavante di bagni schiuma e saponi.

Che dire, così sembrerebbe proprio un prodotto da sogno! La prima cosa che viene istintiva da fare leggendo queste descrizioni è quindi andare a leggere l’INCI… perché sì sa, fidarsi è bene, ma…
Comunque a parte urea (l’ingrendiente principale), mica (il quinto) e titanium dioxide (l’ultimo), tutti classificati con doppio verde, gli altri ingredienti sono tutti rossi… quindi direi che attualmente la mission dell’azienda non è proprio compiuta.
Ad ogni modo io non sono particolarmente fissata con l’INCI, certo è che mi mi infastidisce un brand che promette certe cose poi ne fa altre. A suo favore però c’è da dire che il prodotto non contiene allergeni 😉

Io l’ho utilizzato nella vasca da bagno tradizionale, a ripensarci forse sarebbe stato più indicato per un pediluvio.

Cosa ne penso?

Il profumo è molto lieve e l’acqua diventa colorata… di un bel rosa chiaro ;D del resto questo colore è dovuto ad un colorante cosmetico, quindi è una cosa che ha i suoi pro ed i suo contro… in questo caso mi è piaciuto, l’ho trovata una cosa carina e divertente, e non era una colorazione troppo eccessiva o fastidiosa da lasciare resudui in giro.
Il motivo principale che ci spinge ad usare un prodotto simile però è l’effetto idratante… in questo caso devo bocciare il prodotto purtroppo, non ha soddisfatto i suoi requisiti.

In conclusione?

Data la profumazione troppo lieve, quasi inesistente e la mancata idratazione, è un prodotto che non consiglio. Se si vuole colorare l’acqua però è una cosa divertente 😉 Vorrei tuttavia provarlo come pediluvio, essendo la quantità di acqua minore, come la zona da trattare, magari avrebbe effetti migliori.

Sono stata molto contenta di averlo ricevuto in dono perché mi piacciono i prodotti di questo genere, peccato però per le false promesse della casa produttrice.

Voi l’avete mai provato o avete provato altri prodotti di questo brand? Fatemi sapere le vostre opinioni ed esperienze! 😉