Archivio tag | Roth

Divergent Trilogy

A quasi 6 mesi dal il mio primo post sulla lettura, riesco finalmente a scriverne un secondo!

In questi mesi ho letto molti libri, purtroppo però scrivere gli articoli su di loro è sempre impegnativo… vorrei parlarvi molto di più di questo mio interesse!!!

Come sapete adoro le saghe… ma vanno bene anche le trilogie! XD Più o meno il concetto è quello! XD

Oggi quindi vi parlerò di una delle ultime trilogie da me lette, che ho amato profondamente, dalla prima all’ultima riga! Sto parlando di Divergent, di Veronica Roth.

State tranquilli per gli spoiler perché ne farò solo nella parte finale… e vi avviserò prima!!!

Iniziamo come al solito dalla parte estetica XD infatti come ormai ben sapete un’altra cosa che adoro dei libri, oltre al loro contenuto è la forma. Ecco come si presenta questa trilogia sul mio scaffale:

Divergent Trilogy - Trilogia di Divergent - Veronica Roth

Un punto alla DeAgostini! 3 libri sullo stesso stile, con le pagine dello stesso spessore (eh già, non sempre capita purtroppo) dai dorsi accattivanti, colorati e sbrilluccicosi, con dettagli che non rappresentano nulla se non si ha letto il libro, ma pieni di significato nel caso contrario. Bravi!

Queste invece sono le copertine:

Divergent Trilogy Italy Cover - Trilogia di Divergent Copertine Italiane- Veronica Roth

Anche qui hanno fatto proprio un bel lavoro! Molto belle le copertine e significative, colorate, diverse ma tutte sullo stesso stile! Non sono tutte prime edizioni le mie purtroppo, ma devo dire che almeno con le prime ristampe non hanno fatto casini, lasciando tutto sullo stesso stile. Meno male che ogni tanto ci azzeccano 😉

Ancora non sono disponibili in italia in edizione economica, quindi siete ancora in tempo per accaparrarvi quella bella ;D

Volete confrontarle con le copertine originali? Beh, fortunatamente non è necessario 😀 a parte la lingua in cui è scritto il sottotiolo, le copertine sono identiche. EVVIVA!!! ;D

Le copertine diverse che potete trovare in giro, sono quelle dell’edizione britannica
Divergent Trilogy UK Cover - Trilogia di Divergent Copertine Britanniche- Veronica Roth

(che personalmente non mi piacciono neanche un po’, fatemi sapere il vostro parere) quelle delle ristampe in cofanetti (alcune sono sullo stile di Hunger Games, non le posso vedere), quelle dei formati e-book (era necessario?) ed ovviamente quelli di altri paesi stranieri, ma nulla degno di nota. Vi ho messo quelle inglesi solo perché vorrei sapere la vostra opinione. Ad ogni modo in italia per ora sono dispobibili solo le edizioni identiche alle mie 😉

Bene, appurtato questo fatto, che mi ha resa molto felice, passiamo ai contenuti:

Questa trilogia Young-adult appartiene al genere distopico… “come Hunger Games?” starete pensando …ebbene sì. Anche se spero che il vostro pensiero in realtà sia stato “come 1984?” 😀

Dovete sapere che io amo la distopia… da molto prima che andasse di moda XD credo che un mio commento su FB possa riassumere molto bene ciò che penso a riguardo:

Da quando ho letto 1984 ho capito che i romanzi distopici sono superlativi. Adesso la distopia è di moda, come qualche anno fa lo erano i vampiri. Tuttavia la trilogia di Divergent di Veronica Roth si innalza su tutte le altre. Consigliato!!!

A mio avvisso Hunger Games è una bella trilogia (è bello più che altro il primo libro, perché se devo essere sincera avrei masticato l’autrice per come ha deciso di concludere la sua opera, ma questo è un altro post… eventualmente XD) ed ovviamente mi è piaciuta essendo distopica… Ma divergent… ❤ che dire, se vi è piaciuto Hunger Games e 1984, questa la adorerete ;D

L’autrice si chiama Veronica Roth e la trilogia è composta dai seguenti libri:

  • Divergent, 3 maggio 2011 (in Italia 22 marzo 2012)
  • Insurgent, 1 maggio 2012 (in Italia 30 maggio 2013)
  • Allegiant, 22 ottobre 2013 (in Italia 18 marzo 2014)

Un altro punto per la DeAgostini, che come avete capito è la casa editrice italiana: Non hanno tradotto i titoli dei libri… ed anche in questa scelta hanno fatto decisamente bene! ;D

Ma come spesso accade quando si parla di best seller in tempi moderni, le trilogie diventano “saghe”… perchè escono le e-novella! Ma stavolta le cose sono state fatte in grande, perché addirittura è uscita un e-novella, che raccoglie altre e-novella! (esisterà un nome tecnico più preciso per questo genere di cose? Nel caso scusatemi, ma io non lo conosco! XD) L’8 luglio 2014 negli stati uniti è stato pubblicato

  • Four: A Divergent Story Collection, che raccoglie appunto 4 e-novella, più precisamente
    • The Transfer: A Divergent Story (3 settembre 2013)
    • The Initiate: A Divergent Story (8 luglio 2014)
    • The Son: A Divergent Story (8 luglio 2014)
    • The Traitor: A Divergent Story (8 luglio 2014)

Questi racconti sono dei prequel di Divergent, che come avrete potuto intuire parlano di Tobias. In italia lo aspettiamo per gennaio 2015, e sarà

  • Quattro: Una raccolta di storie di Divergent e conterrà
    • Il trasfazione
    • L’iniziato
    • Il figlio
    • Il traditore
    • e probabilmente un’altra e-novella uscita negli stati uniti il 23 aprile 2012, dal titolo Tobias racconta la scena del lancio del coltello (Free Four: Tobias Tells the Divergent Knife-Throwing Scene)… ovviamente questa non è un prequel, ma solo un “cambio di punto di vista”.

Le e-novella non finiscono qui! Ne esiste un’altra, ancora inedita in Italia che è

  • The World of Divergent: The Path to Allegiant (24 settembre 2013)

ed è ambientata tra Insurgent ed Allegiant.

Hanno anche fatto il film tratto dal primo libro (e usciranno anche gli altri), mi è piaciuto il film, è diverso in alcuni punti come spesso accade, ma nonostante questo è molto bello… ma questo sarà eventualmente, un altro post XD

Quindi… dopo avervi raccontato tutto quello che c’è dietro a questi libri, direi che è finalmente arrivato il momento di darvi la mia opinione personale.

CONSIGLIATISSIMA!!! Veramente, mi è piaciuta molto!!! Il genere distopico alla fine della storia ha sempre lo stesso significato dietro… ma qui è molto meno apparente, la società immaginata non è così orribile come spesso accade… sinceramente, mentre leggevo, avrei voluto vivere là!!! (Sopratutto di questi tempi che non c’è lavoro XD) certo, ha i suoi lati negativi, ma nulla in confronto alle altre distopie che ci sono in giro xD. Praticamente il mondo è diviso in fazioni (5 per l’esattezza) ed ognuno rientra in una di queste tipologie, e già a 16 anni trova il suo posto ed il suo ruolo nel mondo, ed è utile! Le fazioni sono davvero affascinanti da leggere e questo futuro è molto curioso… è proprio divertente da scoprire! Nei romanzi non manca l’azione, il pericolo, le disgrazie e l’amore… ha tutto ciò che deve avere! Mi è proprio piaciuto tantissimo!!!

Se non avete letto i libri, fermatevi qua, se invece li avete letti, andate pure avanti! ;D ATTENZIONE!!! PERICOLO SPOILER!!!

Allora iniziamo da Tris… in genere l’eroina è sempre scema, e spesso si ha voglia di picchiarla… è anche questo il caso? A volte sì… ma nel complesso no. Infondo Tris mi piace davvero, bisogna ricordare che ha solo 16 anni… è veramente coraggiosa ed altruista, nonostante quello che dice lei… ed alla fine lo dimostra chiaramente. Che tristezza!!! Quanti pianti!!! Povero Tobias!!! Tuttosommato sono felice che sia successo… ha reso questo libro ancora più indimenticabile… e quanto romanticismo nei capitoli finali, prima della sua prematura dipartita… Anche se…. l’ultimo libro è un po’ spoiler… a parte che il continuo cambio di punto di vista è davvero fastidiosissimo, essendo le storia narrata sempre in prima persona… ad ogni modo, quando per 2 libri narra sempre solo un protagonista, e nell’ultimo i narratori sono due, la cosa puzza un po’. Effettivamente avevo pensato che si dividessero, questo era sicuro… ma che finisse così no, mi ha spiazzata, sono sincera.

La morale distopica: sì è vero, alla fine è SEMPRE la stessa solfa, ma qui mi piace di più… non abbiamo il solito grande fratello dove una piccola cerchia di persone vive benissimo, e la maggioranza malissimo. La cosa è più contenuta, e sinceramente le persone che vivono dentro gli esperimenti vivono molto meglio rispetto al mondo fuori… cioè a parte Janine che va fuori di testa… vivere con le fazione è davvero una figata!!! Certo, la fazione prima del sangue è oggettivamente un po’ troppo esagerato, ed incasellarsi per forza in qualcosa, senza possibilità di cambiamento, è difficile, ma allo stesso tempo ti da una sensazione di sicurezza. Soprattutto contando che c’è un test attitudinale in grado di rivelare la tua vera natura, nessuno ti obbliga a vivere una vita per ciò che non sei… a meno che effettivamente tu non sia divergente, ed allora il mondo ti sta stretto. Certo poi la storia degli esclusi è ovviamente orribile… avrebbero dovuto prelevarli e mandarli fuori… tanto all’80% sono divergenti, e quindi per loro geneticamente puri.

L’essere umano che continua a combattere se stesso per non sentirsi in colpa di quello che è capace di fare è bello, perché è veritiero… è proprio un problema ATTUALE della nostra società… continuamo a cercare capri espiatori a cui dare la colpa delle nostre azioni… mi piace tanto come l’autrice ci fa vedere questo lato di noi stessi.

…insomma… mi è piaciuto proprio tanto, non vedo l’ora di vedere i prossimi film! ;D

Qualcuno di voi ha letto questa saga? Mi piacerebbe moltissimo discuterne!

Per cui invito chi non l’ha letta a stare lontano dai commenti, per evitare di incappare in qualche spoiler, e chi l’ha letta di commentare, commentare e commentare!!!

Uno dei motivi per cui ho deciso di aprire il blog è proprio per poter discutere di libri con altre persone che li hanno letti… quindi spero tanto che lo facciate!!! 😀 😀 😀

 

Genere Horror – il mio preferito!

Oggi un post un po’ diverso dal solito… vi parlo un po’ di me e di quello che mi piace! 😉

Chi mi segue sa già che adoro libri, film e serie TV… ed in particolare mi piace molto il genere horror, soprattutto per i film! Eh già! I film horror sono senza dubbio i miei preferiti… e per quello che mi riguarda ho sempre un sotto-genere per ogni occasione!!!
Ma non tutti li conoscono, spesso la gente quando sente horror lo snobba pensando a scene cruente, zero trama e tanto sangue… l’horror è anche questo, ma non solo questo. Molti lo snobbano, o non lo conoscono bene… per questo motivo ho deciso che oggi ve lo illusterò! 😉
L’argomento è decisamente vasto, quindi per questa volta mi limiterò ai miei sotto-generi preferiti, ma se a qualcuno interessasse saperne di più non si faccia scrupoli a chiedere! 😉

Ad ogni modo, eccoli:

Commedia horror: è un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di elementi di commedia nera e horror leggero o splatter. Si distingue dall humour nero per storia e argomenti, se infatti nel primo non vengono mai trattati argomenti di orrore ma puramente sarcastici e ironici, in questo genere l’horror comico è alla base della storia. Generalmente rientrano in questa categoria i B-Movie.
Il mio consiglio? Benvenuti a Zombieland (USA – Zombieland – di Ruben Fleischer, 2009).

Horror psicologico: Generalmente coincide con gli horror orientali, (anche se ad essere sinceri anche qui è stato creato un sottogenere… ad esempio, quelli giapponesi vengono chiamati J-Horror, mentre quelli coreani K-Horror); la sostanziale differenza da un normale horror è che non è ciò che vedi a metterti paura, ma spesso proprio ciò che non vedi! La tensione, ed il terrore non sono causati da scene forti, ma dall’intensità della trama, che insinua dubbi nel tuo cervello e spesso ti lascia scosso anche dopo i titoli di coda.
…Perché non è il film in sè.. ma la storia che ti rimane dentro!
Il mio consiglio? Two Sisters (Corea del Sud – Janghwa, Hongryeon – di Ji-woon Kim, 2003).

Slasher: Il genere denominato slasher (dall’inglese “To slash”, ferire profondamente con un’arma affilata) si riferisce a quel gruppo di film horror in cui il protagonista indiscusso è un maniaco omicida (spesso mascherato) che dà la caccia ad un gruppo di persone (spesso giovani) in uno spazio più o meno delimitato, utilizzando in genere armi da taglio per ucciderli in modo cruento. A mio avviso sono quelli più esilaranti!
Il mio consiglio? Halloween – La notte delle streghe (USA – Halloween – di John Carpenter, 1978).

Splatter: Il genere splatter, noto anche come gore, è basato sull’estremo realismo degli effetti speciali, che descrivono lo schizzare del sangue (“To splat”, in inglese) o la lacerazione dei corpi umani, con conseguente fuoriuscita di interiora. Spesso dal realismo si è passati all’esagerazione, allo scopo di disgustare o anche di far ridere gli spettatori.
Possiamo trovare un ulteriore sottogenere, nato negli anni 2000, il Torture porn: Vengono etichettati sotto questo nome film nei quali sono presenti quattro elementi caratteristici: mutilazioni, nudità, sadismo e tortura. Un altro fattore che li distingue dagli splatter classici è il bilancio di produzione relativamente basso e una distribuzione cinematografica limitata se comparata al genere nativo.
Diciamo che il film puramente splatter sanno essere anche molto esilaranti (certo dipende sempre dal film), mentre i Torture Porn è raro che lo siano, in genere sono molto più forti e violenti, e personalmente è difficile ridere.
Il mio consiglio? Splatters – Gli schizzacervelli (USA – Braindead – di Peter Jackson, 1992). – Splatter
Il mio consiglio? Hostel (USA – Hostel – di Eli Roth, 2005). – Torture Porn

Thriller-Horror: E’ un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di ritmi veloci, dalla suspense, e dai temi psicologici presentati. Le trame solitamente vedono l’utilizzo dell’antagonista sotto forma di serial killer e deviato mentale. I thriller possono essere definiti con lo stato d’animo primario che essi suscitano: eccitazione e paura. Un film thriller sfocia nel genere horror se è elevato il contenuto splatter o slasher.
Il mio consiglio? Profondo Rosso (ITA – di Dario Argento, 1975).

Inoltre amo anche i film sui mostri classici (vampiri, lupi mannari, zombie, ghoul) e quelli sui fantasmi.

Provo invece un assoluto e totale senso di disgusto per i Tentacle Rape, che alcuna gente associa al cinema horror di animazione. Io invece mi dissocio nella maniera più assoluta da qualsiasi cosa che li riguardi!

Locandine Horror

Le commedie horror, gli slasher e gli splatter, sono favolosi, perché fanno morire dalle risate!!! Gli horror psicologici ed i torture porn creano decisamente tanta tanta inquietudine. Le storie di mostri e fantasmi sono ciò che sono… ovvero favole macabre, e spesso gotiche. I thriller-horror sono il mix giusto tra trama, tensione, paura e sangue.

E’ importantissimo lo stato d’animo con il quale si guarda un film horror, per poterlo apprezzare o disprezzare a pieno! Dopo averne guardati un po’, saprete associare il sottogenere giusto, al momento perfetto! ^_^

Ovviamente per ridere davanti ad un film horror dovete sempre tenere a mente una cosa: E’ solo un film! Se provate empatia per i personaggi, è decisamente la fine del divertimento, a meno che non siate mostri insensibili! 😉 Con questo non condanno le persone sensibili (io sono la prima ad esserlo) ma per guardare un horror bisogna “scollegare” quel cavo del cervello, e rendersi semplicemente conto di quanto siano ridicole alcune scene! 😉

Qual è il vostro genere cinematografico preferito? Avete visto qualcuno di questi film? Fatemi sapere le vostre opinioni! ;D